Il concerto in diretta web: LAURA PAUSINI, “INEDITO WORLD TOUR


Laura Pausini - Credits: Ufficio Stampa
  • Laura Pausini - Credits: Ufficio Stampa
Laura Pausini - Credits: Ufficio Stampa

Laura Pausini - Credits: Ufficio Stampa

23 dicembre 2011, Sorrisi.com è nella tribuna stampa del Mediolanum Forum di Assago, pronto a seguire minuto per minuto con i nostri commenti il concerto di Laura Pausini, con molta trepidazione soprattutto dopo l’esordio live (scoppiettante, abbiamo letto in questi giorni) della prima data d’esordio di ieri 22 dicembre.

Condivideremo insieme a voi tutte le emozioni (più vere) del live dell’anno. Restate con noi. Dopo le nove, la diretta (web, commentata) ha inizio.

21.03

Le luci si spengono. Il parterre è letteralmente colmo di fan. Inizia il live.

SOS, le luci rosse sovrastano la scena. Le urla del pubblico sono fortissime.

La tenda si solleva e scopre un palco impressionante, di ispirazione barocca nelle finiture. Un palco mai visto prima d’ora.

Laura appare al centro del parterre e canta “Benvenuto“.

21.07

La sua voce è intensissima, il suo look country di ingresso è brillante ma sobrio.

Il palco è triangolare, al centro del quale ci sono i fan più scatenati.

Il risultato è di grande vicinanza tra l’ascoltatore e l’artista. Benissimo.

21.09

È tempo di “Io canto“, insomma, si preannuncia una scaletta pazzesca, ricca di hit.

Il palco è un muro di suono che inonda, letteralmente.

21.13

La traccia proposta ora è “Resta in ascolto

Le quattro colonne del tempio rovesciato a centro palco sono in realtà ricoperte di proiezioni che generano effetti grafici.

Potenza, è questa la parola che meglio può riassumere le sensazioni di questi primi minuti. Potenza.

21.17

Quattro ballerini entrano in scena per “La musica alla radio“, in versione remix.

L’ispirazione alla dance europea è chiarissima.

Il Forum si trasforma in discoteca. Ve lo aspettavate? Noi no.

21.22

Facciamo conoscenza dei tre coristi (che poi diventeranno quattro) che coprono Laura mentre è fuori dal palco (per un cambio d’abito, presumiamo).

La festa è appena cominciata.

Ecco sullo sfondo un video, che già avevamo visto nei mesi scorsi durante la presentazione del nuovo album “Inedito“.

Emerge da sopra le scale, ed ecco “Bastava“, che a quanto pare sarà il terzo singolo. Torna in scena vestita di rosso.

Fasciata di pantaloni strech rossi, mostra la nuova forma raggiunta. La giacca di pelle che indossa è piena di brillanti.

21.27

Un’emergenza d’amore” è dedicata a Paolo Carta, il suo compagno, al quale si avvicina per la prima volta stasera in modo molto intimo.

L’energia, lo ripeteremo molte volte, è fortissima. Laura sul palco scuote i capelli follemente. Si scatena fisicamente con una forza mai vista.

Primo contatto “verbale” con il pubblico. Ecco le sue parole:

“Un benvenuto davvero e tutti, ci possiamo vedere tutti. Vi vedo, non possiamo credere che questo palco sia davvero nostro. Volevo tornare in mezzo a voi. Canteremo molte canzoni che hanno fatto parte di questi 18 anni di carriera. Tante canzoni scritte nel nuovo disco, da cantautori, questo è un brano di Ivano Fossati”.

Entra sul palco un pianoforte, la canzone è “Troppo tempo“. Interpretazione commovente, elegante.

21.37

Subito a seguire “Casomai” e “Mi tengo“. Laura si emoziona (lievemente) sul palco.

Il coraggio che non c’è” è accennato a cappella, senza strumentazioni, con l’aiuto dei coristi.

21.45

In un concerto con l’impronta più divertente, torna “Surrender” con i ballerini sul palco, vestiti di tute piene di led.

Non c’è un attimo di pausa, si passa immediatamente a  ”Bellissimo così“, sempre coreografato.

La volontà di generare qualcosa di più aggressivo, si conferma ora con Laura negli schermi che guida una Ferrari.

Al centro appare un dj ed è di nuovo disco party.

Il pubblico è attonito, Laura in questo momento non è sul palco.

Nel frattempo si cita ironicamente in un brano il successo dance “Barbra Streisand“, nome sostituito con quello di Laura Pausini.

21.52

Altra canzone estratta dal nuovo album, “Nel primo sguardo“. Torna sul palco emergendo dalla punta del triangolo, e i ritmi si rallentano.

È vestita con un lungo abito nero, sempre nell’idea un po’ “gitana” dei videoclip finora pubblicati, legati a “Inedito”.

Ringrazia, opportunamente, l’autore del brano Niccolò Fabi. Ecco le sue parole:

“C’è una canzone che non ho mai cantato sul palco, ma nei piano bar il sabato e la domenica in Emilia Romagna. C’è una canzone che cantavo spesso, di un uomo italiano, pensavo che l’avesse scritta per me. Non è una cosa programmata, ma qui c’è davanti a me Fabio Concato”.

L’accenno è un omaggio importante, commovente, portavo avanti anche dal pubblico. Lo ringrazia. E continua:

“Ho un sacco di cd e nel mio lettore mp3. Le canto a squarciagola in macchina. C’è una persona che musicalmente mi ha conquistato ed è qui sul palco e voglio spiegarvi perché”.

Assolo di chitarra pazzesco, la scelta è precisa: mostrare i suoi nuovi chitarristi dopo le polemiche che hanno coinvolto il “divorzio” consensuale ma sofferto tra Laura Pausini e Gabriele Fersini.

Ora è tempo di “E ritorno da te“. Il finale soul è notevole. Sta puntando molto sul semi-acustico opposto all’elettronica degli intermezzi.

22.06

“Quando ho scelto la nuova band, ho portato sul palco non dei nomi altisonanti, ma dei nomi bravi anche senza un curriculum troppo importante. Se non c’è qualcuno che promuove il talento, chi lo farà?”

È così che introduce i nuovi chitarristi e la presenza tra i coristi di Monica Hill, indimenticata protagonista della prima edizione di “Amici”.

Incancellabile” è il nuovo brano in scaletta, subito legata a “Strani amori” e “La solitudine“.

22.14

Sparisce sotto il palco. Un momento (breve) di pausa. Ma è subito rock con gli assoli di due chitarristi.

Laura è fuori dalla scena, cosa succederà? Nel frattempo il concerto ancora una volta spazia nei generi.

Il palco si riapre e vede Laura al centro del palco che suona la chitarra elettrica. La canzone è “Inedito“, il duetto con Gianna Nannini nel disco, da sola in questa occasione.

Sul palco sparisce nuovamente Laura e entrano i sei ballerini (quattro ragazzi, due ragazze). Sul palco, riassumendo, c’erano sette chitarre elettriche.

22.22

Arriva la pioggia e il sereno, un arcobaleno appare sui cinque schermi montati dietro il palco.

Alcune proiezioni decorano di vegetazione le colonne. “Primavera in anticipo” è la canzone che porta sul palco ora.

In questo caso a primeggiare è l’atmosfera creata dalla scenografia naturale. Gli effetti creati creano un’effetto 3D.

22.28

Arriva “Come se non fosse mai stato amore“, ma credeteci: non si sente quasi Laura, il pubblico urla a squarciagola.

A poco più di un’ora dall’inizio, la sensazione è quella di rimanere senza fiato.

“Ho letto nelle cose che mi scrivete su Facebook e Twitter che questo che vi ho cantato è uno dei brani che amate di più, ma c’è un brano che ho scritto per quelle persone che non mi hanno fatto sentire sola mai, con i loro abbracci virtuali e con le cose che non mi aspetto”.

Due ballerini, mentre Laura canta “Le cose che non mi aspetto“, la riprendono con due tablet.

22.37

“Nel 1993 quando avevo 18 le radio italiane suonavano così”.

Parte il brano “Non c’è“, con un arrangiamento nuovo “alla Coldplay”. Interessante.

Il pubblico salta, il Mediolanum trema. Laura lascia molto spazio ai coristi, sparisce nuovamente dal palco. Nel frattempo a centro scena, un ballerino è sospeso in aria e rotea sempre ricoperto di led luminosi.

22.42

Altro assolo di chitarra. La particolarità dello strumento che sta suonando ora Paolo Carta è uno schermo grafico che appare subito dietro le corde. Una cosa particolarissima, mai vista.

Laura rientra in scena con “Celeste“. Seduta sui gradini canta, intensa, seguita da “La geografia del mio cammino” con l’ottimo contributo del corpo di ballo, non capita spesso di vedere sul palco di un concerto italiano ballerini così bravi.

Un salto nel passato con “Gente“. Tra il corpo di ballo, c’è Santo Giuliano di Amici.

22.53

Grande interpretazione ora di “Vivimi“, seduta a centro palco. Molto intima, lascia il segno.

La ricchissima scaletta continua con “Tra te e il mare” Una pioggia di brillantini cade sul pubblico, raggiungendo zone molto lontane dal palco. L’effetto è di assoluta magia. A questo si aggiunge un luna gonfiabile. E il Forum si trasforma (insieme ai brillantini) in un cielo stellato.

23.04

Inarrestabile Laura, ls ritroviamo sopesa sul palco, volare con un lungo abito mentre intona “Invece no“. La gonna si illumina con dei led, mentre l’altalena che la sostiene arriva quasi sul tetto del palazzetto.

Saluta il pubblico in conclusione del brano. Ora, probabilmente, è tempo di bis.

23.11

Laura torna sul palco in versione “Stomp“, ed è solo l’introduzione a “La mia banda suona il rock“.

Il corpo i ballo è al gran completo, questo finale è incredibilmente frizzante. E naturale, senza elettronica.

Laura scatenatissima balla sul palco. L’atmosfera è incredibile.

Siete grandi“, urla Laura.

23.17

Non poteva mancare “Non ho mai smesso“, sentita live (per la prima volta sul palco) è notevole.

A fine live si lascia andare ad un sorriso emozionato e partono i ringraziamenti alla band e al pubblico.

Grazie a voi che ci siete, ci siete stati e ci sareste sempre. Dentro il mio cuore, dentro di me, Milano“.

E ci saluta! Grandi emozioni in più di due ore di live!

Grazie per averci seguito.

SORRISI.COM su Twitter

Scritto da: redazione sorrisi

Lascia un Commento

    • Bellissima iniziativa!Grazie Sorrisi!
      Grande Laura!

    • bellissima sta iniziativaaaaaaa grandi =)

    • bellissimoooooooooooo vaii lauraaa

    • Ma dove la si può vedere? :)

    • nn lo so =(

    • come si va a vedere

    • e’ una cronaca da dentro il forum, non una diretta video. Mi sembra evidente. A me sembra una cosa molto carina.

    • Grazie sorrisi!
      anche solo leggendo, mi sono emozionata.