12 Febbraio 2012 | 06:12

Addio a WHITNEY HOUSTON, aveva 48 anni

Nel pomeriggio di sabato, quando in Italia era da poco passata la mezzanotte, Whitney Houston è stata trovata morta in una stanza al quarto piano del Beverly Hilton, a Los Angeles. I paramedici hanno tentato di rianimarla ma non c’è stato niente da fare: la morte della cantante di “I Will Always Love You”, una delle star più popolari al mondo, è stata dichiarata alle 15.55. Sulle cause del decesso sta indagando la polizia...

 di Antonio Mustara

Addio a WHITNEY HOUSTON, aveva 48 anni

Nel pomeriggio di sabato, quando in Italia era da poco passata la mezzanotte, Whitney Houston è stata trovata morta in una stanza al quarto piano del Beverly Hilton, a Los Angeles. I paramedici hanno tentato di rianimarla ma non c’è stato niente da fare: la morte della cantante di “I Will Always Love You”, una delle star più popolari al mondo, è stata dichiarata alle 15.55. Sulle cause del decesso sta indagando la polizia...

12 Febbraio 2012 | 06:12 di Antonio Mustara

Whitney Houston (1963-2012)

Nel pomeriggio di sabato, quando in Italia era da poco passata la mezzanotte, Whitney Houston è stata trovata morta nella vasca da bagno della sua stanza al Beverly Hilton, a Los Angeles. I paramedici hanno tentato di rianimarla ma non c’è stato niente da fare: la morte della cantante di “I Will Always Love You”, una delle star più popolari al mondo, è stata dichiarata alle 15.55. Sulle cause del decesso sta indagando la polizia. Sposata dal 1992 al 2007 con il cantante Bobby Brown, Whitney lascia una figlia, Bobbi Kristina, nata nel ’93. Da alcuni anni era legata sentimentalmente al cantante Ray J.

La Houston avrebbe dovuto partecipare, nella serata di sabato, al tradizionale gala pre-Grammy organizzato dal suo mentore, il produttore Clive Davis, proprio all’Hilton. La festa non è stata annullata dopo la notizia della morte, tuttavia è iniziata in un’atmosfera surreale. Davis ha aperto la serata con queste parole: “Whitney avrebbe voluto che la musica continuasse e la sua famiglia ci ha chiesto di andare avanti”.

Gli organizzatori della cerimonia dei Grammy Awards, in programma domenica sera, hanno annunciato di aver inserito nella scaletta dell’evento un tributo a Whitney che vedrà protagonista, sul palco dello Staples Center, Jennifer Hudson (Oscar per “Dreamgirls”).

Di Whitney, in questi giorni, si era parlato con riferimento all’edizione americana di “X Factor”. Simon Cowell, creatore del talent show, ha appena confermato, ai microfoni della CNN, di aver pensato a lei, nei giorni scorsi, come nuovo giudice. La cantante era stata ospite dell’edizione italiana nell’autunno 2009 (VIDEO).

Nella sua carriera, iniziata a metà degli Anni 80, Whitney Houston ha venduto oltre 200 milioni di album e vinto sei Grammy. L’elenco dei suoi successi è lunghissimo. Ricordiamo “Saving All My Love For You”, “Greatest Love Of All”, “All At Once”, “I Wanna Dance With Somebody (Who Loves Me”), “I’m Your Baby Tonight” e la colonna sonora di “The Bodyguard – Guardia del corpo” (il suo primo film da protagonista), uno degli album più venduti di tutti i tempi.

Whitney Houston e Jordin Sparks nel film "Sparkle"

Nel 2011 Whitney aveva girato il film “Sparkle”, la cui uscita è prevista negli Stati Uniti in agosto. Nella colonna sonora le ultime due canzoni incise dalla star: il classico gospel “Eyes On The Sparrow” e l’inedito “Celebrate”, duetto con Jordin Sparks, la giovane protagonista del film, vincitrice di “American Idol” nel 2007.

Le sue ultime performance in Italia risalgono a quasi due anni fa quando cantò al Forum di Assago e al Palalottomatica di Roma, preceduta da un accumularsi di punti interrogativi sullo stato della sua voce e di timori per eventuali cancellazioni dell’ultimo minuto. La sua voce, vittima di anni di abusi (cocaina, alcol), non era più quella di un tempo, potente e bellissima.

La sua prima esibizione nel nostro paese, invece, risale a 25 anni fa, quando fu ospite del Festival di Sanremo 87 vinto da Gianni Morandi con Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi. Whitney cantò “All At Once” ricevendo una standing ovation dal pubblico del Teatro Ariston. Pippo Baudo, allora, le chiese di ricantare, un bis entrato nella storia del Festival.

All’inizio del 1999 Whitney rievocò quel momento cantando “All At Once” con Morandi, che la volle ospite del suo show “C’era un ragazzo” su Raiuno.

Segui SORRISI.COM su Facebook e Twitter

Leggi anche