18 Dicembre 2014 | 11:46

Addio a Virna Lisi, scomparsa a 78 anni la grande attrice di cinema e tv

Addio a Virna Lisi: la grande attrice si è spenta all'età di 78 anni. Nata ad Ancona l'8 novembre 1936, Virna Pieralisi (questo il suo vero nome) ha esordito al cinema nel 1953 e con la sua carriera ha attraversato mezzo secolo di cinema e spettacolo.

 di

Addio a Virna Lisi, scomparsa a 78 anni la grande attrice di cinema e tv

Addio a Virna Lisi: la grande attrice si è spenta all'età di 78 anni. Nata ad Ancona l'8 novembre 1936, Virna Pieralisi (questo il suo vero nome) ha esordito al cinema nel 1953 e con la sua carriera ha attraversato mezzo secolo di cinema e spettacolo.

Foto: attends the "The Social Network" photocall during The 5th International Rome Film Festival at Auditorium Parco Della Musica on November 1, 2010 in Rome, Italy.

18 Dicembre 2014 | 11:46 di

«Non mi piaccio, non sono stata una di quelle attrici che appena dato lo stop corrono al monitor a controllare il risultato. Però ero brava, imparavo la parte senza incertezze e quando le amichette dei produttori, certe belvette che non non avete idea, non si accaparravano la parte in anticipo, venivo anche assoldata. Ero concreta, senza fronzoli». Così si era definita Virna Lisi in una recente intervista, esibendo la fierezza di chi, a 78 anni, può togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

L’attrice marchigiana, da tempo malata, si è spenta ieri nella sua casa romana. Nata ad Ancona l’8 novembre 1936, con il cognome Pieralisi, è stata una delle interpreti più importanti del nostro cinema e con sei Nastri d’argento condivideva con Margherita Buy il record di premi vinti nella manifestazione organizzata dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani. In carriera, aveva vinto anche un Prix d’interprétation féminine a Cannes, due David di Donatello per le sue interpretazioni e altrettanti alla carriera.

A scoprirla fu il cantante ed attore Giacomo Rondinella (amico di famiglia), che la presentò al produttore cinematografico Antonio Ferrigno, che la mise sotto contratto, a soli  quattordici anni nonostante l’iniziale contrarietà di suo padre.

Adottato lo pseudonimo di Virna Lisi cominciò a recitare nella prima metà degli anni cinquanta con ruoli di rilievo in numerosi film del genere strappalacrime, allora molto in voga, diretti da registi come Carlo Borghesio, Giorgio Pastina e Luigi Capuano. La svolta con svolta con Citto Maselli in La donna del giorno del 1956, in cui è una giovane alla ricerca del successo, di cui scorge però anche i lati negativi.

Tra la fine degli anni Cinquanta e i primi anni Sessanta recita in numerosi ruoli tra cinema e televisione, specialmente commedie all’italiana come quelle di Mario Mattioli («Totò, Peppino e le fanatiche» e «5 Marines per cento ragazze»). Lavora con Dino Risi in «Le bambole», con Mario Monicelli in «Casanova ’70», con Nanni Loy in «Made in Italy», con Pietro Germi in «Signore & signori». Inevitabile lo sbarco a Hollywood, dove lavora con Jack Lemmon in Come uccidere vostra moglie del 1965. L’America le regala una più ampia notorietà, ma la relega in ruoli assai simili tra loro, come agli esordi, e decide di tornare in Italia dopo aver rifiutato il ruolo di protagonista in Barbarella.

Tornata in Italia dirada le apparizioni per dedicarsi alla famiglia e a ruoli impegnativi come in «Al di là del bene e del male» di Liliana Cavani, e soprattutto ne «La cicala» di Alberto Lattuada. Per questo film ottiene il David di Donatello. Non rinuncia però a film come Zanna Bianca di Lucio Fulci e lavora nelle prime commedie di successo di Carlo Vanzina, datate primi anni Ottanta. Dalla metà del decennio diminuisce ancora di più gli impegni, lavorando però con Luigi Perelli in «Se un giorno busserai alla mia porta», Gianni Amelio, Luigi Comencini e Cristina Comencini.

Il ruolo di Caterina dei Medici in «La regina Margot» le vale notevoli riconoscimenti tra cui Premio Cesar, David di Donatello e premio al Festival di Cannes. Si dedica molto alla televisione, prendendo parte a numerose fiction tra cui «Le ali della vita» (2000), «Il bello delle donne» (2001-2003), e «Caterina e le sue figlie». Appare anche in «Fidati di me», film per la tv del 2008. Il suo ultimo lavoro è stato la serie Tv «Madre aiutami».