16 Maggio 2009 | 17:06

Al via le riprese de «L’ultimo bacio 2», Vittoria Puccini prende il posto di Giovanna Mezzogiorno

Partiranno a fine giugno e dureranno fino a settembre le riprese di «Baciami ancora», l'atteso sequel de «L'ultimo bacio», uno dei più grandi successi cinematografici italiani degli ultimi 20 anni. Scritto e diretto da Gabriele Muccino, uscirà nelle sale italiane il 22 gennaio 2010. Nel ruolo di Giulia c'è Vittoria Puccini, scelta dal regista dopo il rifiuto di Giovanna Mezzogiorno...

 di

Al via le riprese de «L’ultimo bacio 2», Vittoria Puccini prende il posto di Giovanna Mezzogiorno

Partiranno a fine giugno e dureranno fino a settembre le riprese di «Baciami ancora», l'atteso sequel de «L'ultimo bacio», uno dei più grandi successi cinematografici italiani degli ultimi 20 anni. Scritto e diretto da Gabriele Muccino, uscirà nelle sale italiane il 22 gennaio 2010. Nel ruolo di Giulia c'è Vittoria Puccini, scelta dal regista dopo il rifiuto di Giovanna Mezzogiorno...

16 Maggio 2009 | 17:06 di

Vittoria Puccini
Vittoria Puccini (foto Kika Press)

Partiranno a fine giugno e dureranno fino a settembre le riprese di «Baciami ancora», l’atteso sequel de «L’ultimo bacio», uno dei più grandi successi cinematografici italiani degli ultimi 20 anni. Scritto e diretto da Gabriele Muccino, che torna a firmare un film italiano dopo il successo degli americani «La ricerca della felicità» e «Sette anime», «Baciami ancora» uscirà nelle sale italiane il 22 gennaio 2010.

I personaggi de «L’ultimo bacio», trentenni un po’ immaturi, incapaci di impegnarsi e di assumere le proprie responsabilità, sono ora alla soglia dei 40 anni. Cercano di costruire la loro vita e il loro futuro, affrontando anche il ruolo di genitori. A interpretarli ci sono gli stessi attori del 2001, tranne Giovanna Mezzogiorno, l’interprete di Giulia. L’attrice, tra poco sugli schermi con «Vincere» (unico film in concorso a Cannes 2009), ha rifiutato perché non le è piaciuto come il suo personaggio è stato sviluppato nella sceneggiatura del sequel.

«Come in amore» spiega Muccino «Giovanna ha voluto rompere con questo film e con quello che rappresentava. Ho accettato e metabolizzato una decisione, che all’inizio mi ha disorientato e anche un po’ spaventato» confessa. «Per il ruolo di Giulia ho fatto molti provini a molte attrici. E alla fine ho scelto Vittoria Puccini, che ha fatto due provini sorprendenti, uno dei quali con Stefano Accorsi».

«Baciami ancora» rivela Muccino, «racconta un mutamento, una crescita e anche una consapevolezza delle cose fatte. A 30 anni si è più in fuga, a 40 c’è la riflessione. Questo film è più costruttivo rispetto a “L’ultimo bacio”, e anche più ottimista e positivo, meno cinico e più attento al modo in cui viviamo. “L’ultimo bacio” parlava di quello che avremmo voluto fare, questo parla invece di ciò che abbiamo fatto, cercando di porre le basi perché domani potremo essere migliori di come eravamo ieri».

I protagonisti del film precedente (da Accorsi a Claudio Santamaria, da Giorgio Pasotti a Pierfrancesco Favino) sono cresciuti, «hanno fatto tesoro degli errori commessi, alcuni anche gravi, e sono meno cinici. Non si può tornare indietro, ma si è a metà del percorso. Si può riuscire a mettere un segno “+” alle cose fatte, iniziare immediatamente a fare in modo che gli errori vengano corretti e non rinnovati».

«E’ un film sul senso di colpa, sull’amore e sul senso della vita, su paternità e maternità». In questo senso, «era necessaria un’attrice madre», dice Muccino riferendosi alla Puccini, mamma nella vita della piccola Elena, avuta da Alessandro Preziosi.
«La maternità è nel suo dna – spiega il regista – Cambiamo molto quando abbiamo dei figli, è una traccia innegabile. Non saremo mai quello che eravamo prima».
Anche il fratello minore Silvio, attore e regista, non sarà nel cast del sequel. «E’ impegnato nel suo nuovo film. Gli auguro di essere felice», conclude.

«Non cercherò di imitare Giovanna Mezzogiorno, sarebbe ridicolo» spiega Vittoria Puccini. «Cercherò di metterci del mio. Utilizzerò “L’ultimo bacio” come punto di partenza». L’ex Elisa di Rivombrosa aggiunge: «So che c’è una grande aspettativa e che dovrò dare il 100 per 100.  Ho trovato grande sintonia con Giulia, una figura molto complessa, piena di tanti sentimenti contrastanti e diversi. Ma mi sento molto sicura e protetta da Gabriele. Mi fido di lui, so che posso mettermi nelle sue mani. Mi ha capita fino in fondo da subito».

Racconta: «Dopo il primo provino ho letto la sceneggiatura e mi sono subito innamorata del personaggio. Per me è un’occasione professionale e artistica importante, che affronterò  con un regista che segue molto gli attori. Quando Gabriele mi ha detto che mi aveva presa mi sono commossa», confessa.

Nel film Vittoria, 28 anni, sarà una mamma come nella vita. «Per Gabriele era importante avere un’attrice-mamma. La maternità mi ha fatto crescere. Non avendo molte esperienze di lavoro alle spalle forse se non fossi stata mamma non avrei potuto fare questo ruolo. Quindi devo ringraziare anche la mia piccola Elena», aggiunge riferendosi alla bambina avuta da Alessandro Preziosi. E sul suo partner nel film, Stefano Accorsi, dice: «E’ un uomo molto gentile e generoso, disponibile anche ad aiutarmi, con grande sensibilità».

Le riprese dureranno fino a metà settembre, durante l’estate chi si occuperà della bimba? «Alessandro è felice quanto me per questo progetto. In quel periodo lui non lavora. Io per un anno e mezzo sono stata con Elena. Ci scambieremo i ruoli», conclude sorridendo.