19 Luglio 2017 | 22:39

Kit Harington del «Trono di Spade» premiato a Giffoni

L’inverno è arrivato… al GFF 2017 dove l’attore britannico ha ricevuto l’Experience Award

 di Lorenzo Di Palma

Kit Harington del «Trono di Spade» premiato a Giffoni

L’inverno è arrivato… al GFF 2017 dove l’attore britannico ha ricevuto l’Experience Award

Foto: Kit Harington  - Credit: © Gff 2017

19 Luglio 2017 | 22:39 di Lorenzo Di Palma

Protagonista assoluto della serie dei record Il trono di spade, Kit Harington è stato protagonista anche al Giffoni Film Festival 2017, in una giornata con un programma come sempre ricchissimo che comprendeva anche altri ospiti tra i quali Enrico Pau, Giovanni Veronesi, Cristiana Capotondi, Clementino, Giuseppe Zeno e i piloti di F1 Ivan Capelli e Giancarlo Minardi.

L’interprete di Jon Snow è stato accolto tra cori da stadio e poster con foto che lo ritraggono in versione bionda-Daenerys (finti provini con tanto di parrucca andati in onda al talk show di Jimmy Kimmel) e ha subito puntualizzato, prendendo in prestito una scritta da un cartellone in sala: «Niente spoiler sulla stagione sette». Ma si è divertito ad incontrare il pubblico e i giovani giurati del Festival rispondendo al loro entusiasmo con altrettanto slancio.

A un ragazzo che gli ha chiesto chi vedrebbe bene seduto sul famoso trono di spade ha risposto senza esitazione: «Non penso che Jon Snow diventerà re, non ha l'ambizione necessaria; ma mi piacerebbe vedere Tyrion sul Trono di Spade: ho sempre pensato che fosse la persona giusta per governare i Sette Regni», ha spiegato, proclamandosi fan di Harry Potter - con una preferenza per i Grifondoro - e del regista italiano Matteo Garrone.

Le nuove puntate, in onda anche in Italia su Sky Atlantic, stanno macinando record su record, con oltre 16 milioni di spettatori totali in America per l’esordio, il più visto nella storia del canale HBO (meglio de I Soprano e Sex and the city). Davanti a queste cifre Harington sorride sornione, anche se racconta che c’è stato un momento in cui ha temuto che la sua avventura seriale fosse arrivata al capolinea: «Ho letto il copione della stagione cinque che si concludeva con una frase del genere, “Jon Snow muore con i suoi ricciolini neri”. Ho cercato di reagire senza andare nel panico, aspettando una mail ufficiale di licenziamento dalla produzione. È passata la prima settimana, poi la seconda, poi la terza senza che nulla accadesse, finché i creatori mi hanno convocati. Ho pensato: “Ecco, ora o mi danno il benservito o mi dicono che in qualche modo Jon risorge”. E per fortuna l’ipotesi giusta era la seconda, ma mi hanno imposto una totale riservatezza perché solo in quattro sapevamo l’evoluzione della storia».

Infine della sua “vacanza” italiana, Harington rivela: «Ho adorato stare a Napoli, mi hanno fatto ballare, mangiare e dimenticare chi sono!». Nella città partenopea ha anche girato uno spot con Matteo Garrone, un'esperienza, «bellissima e molto divertente. Abbiamo girato in una piazza piena di veri napoletani, non attori, si ballava tanto. C'erano delle signore anziane che venivano, mi prendevano la faccia tra le mani e mi offrivano i babà».

Foto: Kit Harington a Giffoni - Credit: © Gff 2017