19 Febbraio 2015 | 15:02

Chi è Michael Keaton, 10 film da vedere con l’attore di Birdman

La carriera di Michael Keaton inizia nel 1982 quando Ron Howard lo chiama per un ruolo in Night Shift. Ma l'attore di Birdman ha interpretato molti altri film

 di Marianna Ninni

Chi è Michael Keaton, 10 film da vedere con l’attore di Birdman

La carriera di Michael Keaton inizia nel 1982 quando Ron Howard lo chiama per un ruolo in Night Shift. Ma l'attore di Birdman ha interpretato molti altri film

19 Febbraio 2015 | 15:02 di Marianna Ninni

Da prima dell’uscita di Birdman, film diretto da Alejandro González Iñárritu e candidato a 9 Oscar, in tanti hanno sottolineato la somiglianza tra Riggan Thomson, protagonista principale, e Michael Keaton. Se il primo è difatti un attore dal passato glorioso per aver interpretato un celebre personaggio dei fumetti, il secondo gli somiglia proprio perché protagonista, negli anni 90, del celebre Batman.

Sarebbe riduttivo, tuttavia, ricordare Michael Keaton solo per il ruolo interpretato per due volte nel Batman diretto da Tim Burton. Quella di Keaton è una carriera di tutto rispetto e va riconosciuto all’attore americano il merito di essersi contraddistinto per diversi ruoli principali e secondari.

Mister mamma (1983), Gung Ho - Arrivano i giapponesi (1986), Fuori dal tunnel (1988), Beetlejuice (1988), Batman (1989), Molto rumore per nulla (1993) Cronisti d'assalto (1994), e Live from Baghdad (2002) sono difatti solo alcuni dei principali film interpretati da Michael Keaton.

Il primo ruolo importante della carriera arriva con Night Shift, commedia amara del 1982 diretta da Ron Howard in cui Michael Keaton recita accanto a Henry Winkler (indimenticabile Fonzie di Happy Days) e Shelley Long. Sebbene il film sia disseminato da elementi alquanto trasgressivi e la trama discutibile nelle intenzioni, Keaton si contraddistingue per la capacità di dare al suo personaggio uno spessore fuori dal comune.

Una delle migliori interpretazioni dell’attore arriva con Fuori dal tunnel, film del 1988 diretto da Glenn Gordon Caron, in cui Keaton interpreta un agente immobiliare con problemi di tossicodipendenza che cerca di riabilitarsi a una nuova vita. Nel 1991, Michael Keaton recita in Mister Mamma dando vita a un personaggio che rasenta la follia. Rimasto senza lavoro, il protagonista del film si ritrova nella condizione di dover gestire casa e figli mentre osserva impassibile la moglie che fa carriera come pubblicitaria.

Da lì in poi, l’attore si distingue per diversi altri ruoli. Da Beetlejuice a Batman, un ruolo che gli ha regalato la fama e il successo tanto desiderato grazie alla performance dell’uomo pipistrello cupo e solitario che viene ancora oggi ricordato come uno tra i migliori visti sul grande schermo.

Dopo un inizio millennio poco fortunato, arriva la svolta proprio con Birdman, un film che sta riportando sotto i riflettori di critici e pubblico il talento di un attore che ha fatto dello sguardo profondo e della capacità di dialogo gli aspetti principali della sua carriera. Premiato con il Golden Globe, adesso Keaton è pronto per la notte del Oscar dove spera di strappare ai rivali più giovani l’ambito riconoscimento con un film cui si sente particolarmente legato.

Quella di Riggan Thomson/Michael Keaton in Birdman – L’imprevedibile virtù dell’ignoranza, è difatti una condizione comune a molte star dello showbiz hollywoodiano il cui ricordo o talento viene relegato solo ed esclusivamente ad un’unica interpretazione. Sconosciuto a un pubblico più giovane, ignorato da critici e giornalisti, Riggan Thomson/Michael Keaton sopravvive solo nella memoria di quei pochi nostalgici che lo ricordano per Birdman, ruolo iconico in grado di regalargli una fama temporanea quanto effimera.

In cerca di un riscatto da questa condizione insostenibile, Thomson si adopera per mettere in piedi un pièce teatrale tratta da un romanzo di Raymond Carver. Ma l’impresa si rivela più ardua del previsto. A minacciare la buona riuscita dell’adattamento ci sono le difficoltà finanziarie, l’atteggiamento ostile degli attori coinvolti nella produzione e il comportamento irascibile dello stesso Riggan.

Magistralmente diretto da Alejandro González Iñárritu, Birdman poggia su una regia finissima, su dialoghi taglienti, su una colonna sonora incalzante, situazioni fuori dal comune e soprattutto sull’ottima interpretazione di Michael Keaton. E se per molti l’attore resta solo Batman così come Riggan è Birdman, non possiamo non ricordare i dieci migliori film interpretati da Michael Keaton. Perché la carriera di Keaton vanta sicuramente la presenza del celebre pipistrello alato, ma l’artista americano ha dalla sua numerosi celebri ruoli che ne sottolineano il talento sia come attore comico che drammatico.

1.

Gung Ho – Arrivano i giapponesi

Commedia diretta da Ron Howard, il film racconta l’incontro inusuale di due diverse culture: quella americana e quella nipponica. Dopo aver rilevato una fabbrica di automobili statunitense in crisi, la nuova dirigenza nipponica si installa nella sede americana convinta di poter amministrare l’azienda con una mentalità e un metodo che poco si adatta al modo di vedere occidentale. Nel film Keaton interpreta Hunt Stevenson, un venditore di auto cui spetterà l’arduo compito di mediare tra due culture nel tentativo di trovare il giusto punto di incontro.
2.

Fuori dal tunnel

Film del 1988, diretto da Glenn Gordon Caron, Fuori dal tunnel è un lavoro duro che regala a Keaton la possibilità di interpretare un personaggio drammatico che non ha nulla a che vedere con i ruoli comici interpretati fino ad allora. Nel film Keaton è Daryl Poynter , un uomo cinico, arrogante e pieno di soldi che ha anche il vizio di fare uso di sostanze stupefacenti. Finito in guai seri a causa di una situazione che gli sfugge di mano, il protagonista decide di disintossicarsi in una clinica di riabilitazione. Ad aiutarlo ci saranno Craig (Morgan Freeman) e il desiderio di ricominciare una nuova vita. Fuori dal tunnel sottolinea il talento di Keaton come attore a tutto tondo. Questo fu difatti il suo primo ruolo drammatico.
3.

Beetlejuice

Prima di indossare i panni dell’uomo pipistrello, Michael Keaton ci ha regalato una straordinaria interpretazione vestendo quelli di uno spiritello dispettoso in Beetlejuice – Spiritello Porcello. Commedia dai toni horror, diretta da Tim Burton, Beetlejuice poggia come sempre sullo humor nero del regista americano. Il film racconta la macabra storia di una coppia deceduta che si affida allo spiritello per riprendere possesso della propria casa, abitata da una nuova famiglia. Magnetico, odioso e divertente allo stesso tempo, sembra che questo ruolo sia uno tra i pochi che Michael Keaton interpreterebbe una seconda volta.
4.

Batman

Quando la Warner Bros. annunciò al mondo che Michael Keaton sarebbe stato Batman nel film diretto da Tim Burton, la reazione di molti fan fu piuttosto infuocata. Ma non durò poi così tanto… Il record di incassi e l’interpretazione dello stesso Keaton nei panni di un Batman affabile ma riservato ha conquistato subito il cuore dei più duri. Il film ricevette numerose nomination ai BAFTA e ai Golden Globe e fu premiato anche con un Oscar per la miglior sceneggiatura nel 1990. Accanto a Michael Keaton ci sono uno straordinario Jack Nicholson nei panni di Joker e la bellissima Kim Basinger in quelli di Vicki Vale.
5.

Batman – Il ritorno

Nel 1992 Tim Burton e Michael Keaton replicano con Batman – Il ritorno, sequel del primo film e secondo di una trilogia che si chiuderà nel 1995 con Batman Forever diretto da Joel Schumcher. In questa nuova avventura, l’uomo pipistrello si scontra con Oswald Cobblepot, il “Pinguino” interpretato da Denny DeVito e con il corrotto Max Shreck, interpretato da Christopher Walken. A dargli del filo da torcere ci sarà anche la bellissima Michelle Pfeiffer nei panni di Catwoman, una donna graffiante che gli farà perdere la testa.
6.

Molto rumore per nulla

Diretto da Kenneth Branagh, questo adattamento cinematografico della play scritta da William Shakespeare, vanta un cast stellare. Accanto a Michael Keaton ci sono lo stesso Kenneth Branagh insieme a Robert Sean Leonard, Keanu Reeves, Emma Thompson, Denzel Washington, and Kate Beckinsale. Nel film Keaton interpreta Carruba, capo delle guardie di ronda piuttosto incompetente che si contraddistingue per i continui strafalcioni e per l’uso di parole pronunciate a sproposito.
7.

My Life – Questa è la mia vita

Nel 1993 Michael Keaton recita accanto a Nicole Kidman in My Life - Questa mia vita, storia drammatica e commovente diretta da Bruce Joel Rubin. Film strappalacrime, My Life racconta la vicenda di una coppia che aspetta un figlio e si ritrova a vivere nello stesso tempo il dramma della malattia. Mentre la Kidman sta per dare alla nascita un bambino, Keaton scopre di avere poco da vivere. L’uomo decide così di girare alcuni video da lasciare in eredità al figlio. Un film in cui le immagini si fanno ricche e potenti soprattutto sul finale.
8.

Jackie Brown/Out of sight

Sebbene quello in Jackie Brown sia solo un ruolo secondario, l’interpretazione di Keaton nei panni di Ray Nicolette è memorabile e drammatica. Nel film di Quentin Tarantino, Michael Keaton interpreta una agente speciale del dipartimento anti-frode che viene segretamente manipolato da Jackie Brown. Il film è tratto da un romanzo di Elmore Leonard e quello di Jackie Brown non è l’unico lavoro che vanta la presenza di Michael Keaton nelle vesti di Ray Nicolette. In Out of Sight, film del 1998, diretto da Steven Soderbergh e tratto sempre da un romanzo di Elmore Leonard, l’attore americano torna a interpretare ancora una volta l’agente speciale e compare in un cameo come interesse amoroso di Jennifer Lopez.
9.

4 pazzi in libertà

Howard Zieff dirige Michael Keaton, Christopher Lloyd, Peter Boyle e Stephen Furst in 4 pazzi in libertà, film che segue le vicende di quattro pazienti psicotici che si ritrovano ad andare in giro nella città di New York. I personaggi del film sono inizialmente accompagnati dal loro medico curante, convinto che la malattia si possa guarire solo stando in mezzo alla gente. Quando il dottore scompare misteriosamente, i quattro si ritrovano a girovagare da soli per la città mostrandosi agli occhi del mondo e dello spettatore come molto più normali di tanta altra gente. Keaton, nel film, interpreta uno scrittore bugiardo che si lascia sopraffare da qualche episodio di violenza.
10.

Cronisti d’assalto

Terza collaborazione tra Michael Keaton e Ron Howard dopo Night Shift - Turno di notte e Gung Ho, il film racconta le vicende di un cronista che lavora in un giornale e cerca di bilanciare in tutti i modi il suo lavoro con la vita famigliare. Il tutto mentre segue anche un caso di duplice omicidio. Nel cast insieme a Keaton ci sono anche Glenn Close, Marisa Tomei, Randy Quaid, e Robert Duvall. Anche questa volta il regista riesce a tirare fuori il meglio di Keaton soprattutto nelle scene in cui si oppone con forza a Glenn Close e Robert Duvall.