23 Agosto 2017 | 14:55

«Cattivissimo Me 3», Gru è sempre più buono!

Torna il cattivo dei Minions, pronto per affrontare una nuova missione: l'obiettivo è un villain armato di bubble gum!

 di Stefano Della Villa

«Cattivissimo Me 3», Gru è sempre più buono!

Torna il cattivo dei Minions, pronto per affrontare una nuova missione: l'obiettivo è un villain armato di bubble gum!

Foto: Gru alle prese con il nuovo nemico  - Credit: © Universal Pictures

23 Agosto 2017 | 14:55 di Stefano Della Villa

Torna il cattivo più buono della storia del cinema d’animazione: dopo aver catturato criminali mondiali, sventato piani malvagi e adottato tra pestifere ma adorabili orfanelle, ora deve scoprire quanto è duro avere un fratello gemello. Gru torna nei cinema italiani con «Cattivissimo me 3» da giovedì 24 agosto. Andiamo a vedere cosa possiamo aspettarci dal terzo capitolo della saga che ha lanciato gli omini gialli più amati degli ultimi anni: i Minion.

La trama

Gru, il “cattivissimo” protagonista, è sempre più schierato dalla parte dei buoni. Ormai fa coppia fissa con Lucy ed è diventato un agente della Lega anti-Cattivi: il terzo film inizia proprio con una missione contro Balthazar Bratt, nuovo arci-nemico del mondo libero e nostalgico degli anni ‘80. Purtroppo, Bratt riesce a sfuggire, e i vertici della Lega anti cattivoni non la prendono bene, al punto che danno il benservito alla coppia Gru-Lucy.

Per fortuna, a casa li aspetta una sorpresa: Dru, il fratello gemello di Gru, riemerge dalle nebbie del passato. Simpatico, biondo e sulla cresta del successo, Dru vuole imparare dal gemello come si fa a essere un cattivo DOC. Quale migliore occasione per Gru per allargare ulteriormente la famiglia e sfruttare le ambizioni di Dru per mettere il sale sulla coda a Balthazar Bratt e magari farsi riammettere nei ranghi dei cacciatori di villain?

Il Cast

Come succede spesso nei lungometraggi animati, i doppiatori fanno almeno metà del lavoro: a dare personalità e carattere a Gru ci pensa Max Giusti, voce storica del protagonista Cattivissimo. Max è anche la voce di Dru, il fratello gemello in cerca di ispirazione per diventare il nuovo cattivo di famiglia. Per la compagna di Gru, Lucy, sempre più calata nel ruolo di madre adottiva delle tre simpatiche pesti di casa, torna Arisa, che avete già “sentito” nel secondo capitolo. Quando l’arcinemico Balthazar Bratt blatera dei suoi folli e stravaganti piani di conquista-di-mondo, riconoscerete l’inconfondibile Paolo Ruffini – impossibile non sorridere anche solo sentendo la sua voce!


Perché vederlo

Il terzo «Cattivissimo Me» (quarto, se contiamo il fortunato spin-off dedicato ai Minions) rimane sugli spassosi binari della saga del finto-cattivone senza stravolgimenti o cambiamenti di rotta: Gru deve affrontare una doppia prova, ovvero catturare il pericolosissimo arcinemico Balthazar Bratt e contemporaneamente riscoprire il rapporto con il gemello Dru, desideroso di cattivissime avventure. Parallelamente alle vicessitudini genitoriali, scorrono le vicende del pestifero trio di irresistibili figlie adottive, tra unicorni e aspiranti boyfriend: oltretutto, nel terzo episodio Lucy diventa la mamma adottiva che tutti abbiamo sperato dal primo istante in cui l’abbiamo vista entrare nella vita di Gru in «Cattivissimo Me 2».

E i Minions? I gialli agenti del male hanno un ruolo indipendente nel terzo film, praticamente slegato dalle vicende di Gru e soci: lasciano Gru perché non è più “operativo” e si imbarcano in un’avventura tutta loro, che li porterà addirittura in una prigione di massima sicurezza. Le loro gag sono perfette per dare un ritmo ironico e spiritoso nella parte centrale del film. 

Il bello di «Cattivissimo Me 3» è che riuscirà a far sorridere e ridere tutti i membri della vostra famiglia: i più piccoli si immedesimeranno nelle tre piccole pesti, in particolare Agnes che continua la sua personale caccia all’unicorno. Gli adolescenti non potranno non farsi coinvolgere dalle scene di azione, che in questo film sono ancora più dirompenti rispetto ai capitoli passati (con tanto di combattimento finale con un mega robot!) mentre gli adulti si divertiranno a scovare citazioni e camei, dato che l’arcinemico Balthazar Bratt è un fanatico degli anni ’80, usa le bubble gum come arma e sfida Gru a dance battle sulle note di Micheal Jackson e dei Queen. Un film per tutta la famiglia, in attesa del prossimo, inevitabile episodio: sarà la volta del “papà” di Gru e Dru?