18 Maggio 2017 | 12:00

«Fortunata»: di cosa parla il film con Stefano Accorsi e Jasmine Trinca

Il film di Sergio Castellitto è in concorso a Cannes 70 nella sezione Un Certain regard. La sceneggiatura è scritta da Margaret Mazzantini

 di Marianna Ninni

«Fortunata»: di cosa parla il film con Stefano Accorsi e Jasmine Trinca

Il film di Sergio Castellitto è in concorso a Cannes 70 nella sezione Un Certain regard. La sceneggiatura è scritta da Margaret Mazzantini

Foto: Jasmine Trinca e Stefano Accorsi, protagonisti di «Fortunata»

18 Maggio 2017 | 12:00 di Marianna Ninni

Sergio Castellitto torna al cinema con «Fortunata», in concorso a Cannes 70 nella sezione Un Certain regard. La sceneggiatura è scritta da Margaret Mazzantini, moglie del regista e sceneggiatrice di molti suoi altri film, e il film segna la seconda collaborazione di Castellitto con l’attrice italiana Jasmine Trinca, che ha già recitato in «Nessuno si salva da solo».

Il regista italiano ha voluto raccontare la storia di una donna che si chiama Fortunata, un nome che è anche un aggettivo qualificativo in cui è racchiuso il destino di una vita intera. Storia drammatica e ricca di personaggi, i cui avvenimenti sono la diretta conseguenza di un comportamento della protagonista e di un’esistenza in cui scelte, sogni, psiche e amore incidono in maniera diretta sul futuro. Imperfetta, impulsiva e affamata, Fortunata viene descritta come una moderna "Madame Bovary" che si troverà a fare un percorso in cui tutte le certezze verranno meno, ma daranno anche spazio e una nuova visione. A incrociare il percorso della donna, incidendo in maniera concreta sui mutamenti della sua vita, ci sono poi molti altri personaggi: Chicano, Patrizio, Franco ed Ester. Nel cast, insieme a Jasmine Trinca, ci sono anche Stefano Accorsi, Edoardo Pesce e Alessandro Borghi.

In attesa di vederlo in sala il 20 maggio, ecco la trama e il trailer del film.

La trama

Dopo un matrimonio fallito, Fortunata si trova da sola con una bambina di otto anni e cerca di sopravvivere, lavorando come parrucchiera a domicilio. Il suo unico scopo nella vita è quello di aprire una sua attività, un negozio tutto suo che le permetterebbe di raggiungere una certa indipendenza economica, una maggiore stabilità e vivere più serenamente. Convinta di dover concentrare le sue energie solo su quest'obiettivo, la sua vita e le sue convinzioni saranno minate dall’incontro con Patrizio, psicologo infantile, e dall’amore, l’unica forza sovvertitrice capace di cambiare il corso degli eventi.

Il trailer