Home CinemaIl cinema italiano sbarca al Sundance Film Festival con Jasmine Trinca e Nicolas Vaporidis

15 Gennaio 2013 | 11:44

Il cinema italiano sbarca al Sundance Film Festival con Jasmine Trinca e Nicolas Vaporidis

Dal 17 al 27 gennaio a Park City, nello Utah, si svolgerà l'annuale edizione del Sundance Film Festival, una delle rassegne più importanti del mondo, specializzata nel cinema indipendente americano ma con un occhio alle filmografie straniere. E ci sarà anche un pezzo d'Italia nella selezione «World Dramatic» del Festival. Anzi, tre.

 di

Il cinema italiano sbarca al Sundance Film Festival con Jasmine Trinca e Nicolas Vaporidis

Dal 17 al 27 gennaio a Park City, nello Utah, si svolgerà l'annuale edizione del Sundance Film Festival, una delle rassegne più importanti del mondo, specializzata nel cinema indipendente americano ma con un occhio alle filmografie straniere. E ci sarà anche un pezzo d'Italia nella selezione «World Dramatic» del Festival. Anzi, tre.

15 Gennaio 2013 | 11:44 di Redazione

Dal 17 al 27 gennaio a Park City, nello Utah, si svolgerà l’annuale edizione del Sundance Film Festival, una delle rassegne più importanti del mondo, specializzata nel cinema indipendente americano ma con un occhio alle filmografie straniere. E ci sarà anche un pezzo d’Italia nella selezione «World Dramatic» del Festival. Anzi, tre.

L’unico film italiano della sezione si intitola «Un giorno devi andare» ed è il nuovo lavoro di Giorgio Diritti, uno dei più straordinari autori del nostro cinema, già regista di «Il vento fa il suo giro» e di «L’uomo che verrà». Il film non è però ambientato nel nostro paese: racconta infatti la storia di una ragazza che, per superare una crisi personale, accompagna una suora in Brasile: cercherà di ritrovare se stessa nelle favelas amazzoniche.

Il film, co-prodotto con la Francia e recitato in italiano e in portoghese, vede come protagonista Jasmine Trinca ed è stato scritto da Diritti insieme a Fredo Valla e Tania Pedroni. Il direttore della fotografia è Roberto Cimatti.

C’è un altro film, però, che rappresenterà a suo modo l’Italia al Festival indipendente più famoso del mondo: si tratta di «Il futuro» della regista cilena Alicia Scherson. Pur essendo proveniente dal paese sudamericano (e tratto da un libro dell’autore locale Robert Bolaño), il film è recitato in italiano, per gran parte: è infatti ambientato a Roma, dove la giovane protagonista, rimasta orfana, viene convinta dal fratello, un poco di buono, a diventare con l’inganno l’amante di Maciste, un anziano ricco ex divo del cinema di serie B.

Nel cast di «Il futuro», Rutger Hauer interpreta il ruolo di Maciste, mentre il fratello della protagonista è Nicolas Vaporidis. Del film è già disponibile un trailer, in italiano sottotitolato in inglese.

Avviso: il trailer contiene immagini forti.

Infine, nella selezione dedicata al cinema degli Stati Uniti verrà proiettato «Emanuel and the Truth about Fishes», un film di produzione americana con Jessica Biel la cui regista ha però natali romani: si tratta di Francesca Gregorini, figlia di Augusto Gregorini e di Barbara Bach, alla sua opera seconda.

In questo video ufficiale del Festival, la regista presenta il suo film.

Lo scorso anno, il cinema italiano era al Sundance con «Corpo Celeste» di Alba Rohrwacher e «This must be the place» di Sorrentino, nel 2011 con «I baci mai dati» di Roberta Torre, l’anno prima con «Io sono l’amore» di Luca Guadagnino. Nel 2002, «L’ultimo bacio» di Muccino vinse l’Audience Award, il premio del pubblico.