Home CinemaMigliori Film11 film da vedere in uscita in autunno

02 Ottobre 2017 | 17:52

11 film da vedere in uscita in autunno

Da «Blade Runner 2049» al remake di «IT»: ecco cosa ci attende in sala prima di Natale

 di Valentina Barzaghi

11 film da vedere in uscita in autunno

Da «Blade Runner 2049» al remake di «IT»: ecco cosa ci attende in sala prima di Natale

02 Ottobre 2017 | 17:52 di Valentina Barzaghi

L’estate è finita e gli Oscar 2018 si stanno avvicinando: è ufficialmente tempo di tornare al cinema.

Da «Blade Runner 2049» di Denis Villeneuve a «L’uomo di neve» di Tomas Alfredson, passando per i sequel delle nostre saghe comic preferite, come quella di Thor per Marvel o la Justice League firmata DC Comics. E ancora «La battaglia dei sessi» con Emma Stone e Steve Carrell e il remake di «IT»: sono davvero tanti i titoli imperdibili in arrivo in sala tra ottobre e novembre.

Ecco i film più attesi al cinema per l'autunno 2017.

1.

«Blade Runner 2049» di Denis Villeneuve

Uscita: 5 ottobre
Il regista di «Arrival» si è preso la responsabilità di lavorare al sequel del cult classe 1982 firmato Ridley Scott. Protagonisti questa volta sono Ryan Gosling nei panni dell’ufficiale K, Harrison Ford in quelli dell’insostituibile Rick Deckard e Jared Leto in quelli di un nuovo e affascinante villain. Di supposizioni sul film, guardando teaser e trailer, ne sono già state fatte parecchie: Villeneuve sembra aver lavorato più che altro sulla trama, lasciando atmosfere e ambientazioni aderenti a quelle del celebre precursore.
• «Blade Runner», tutto quello che c'è da sapere sul capolavoro di Ridley Scott

2.

«Ammore e malavita» di Manetti Bros.

Uscita: 5 ottobre
Del nuovo film dei Manetti Bros. ne abbiamo già parlato con entusiasmo dopo la sua preview al festival di Venezia di quest’anno, dove era in concorso. Omaggio alla tradizione italiana della sceneggiata napoletana, «Ammore e malavita» parte da una parodia dell’immaginario napoletano che i film e le serie tv italiane sulla Camorra contribuiscono a dare della città all’estero, per poi costruire un film di genere non scontato. Guardando «Ammore e malavita» si ride parecchio, godendo oltretutto di ottimo cinema.

3.

«L’uomo di neve» di Tomas Alfredson

Uscita: 12 ottobre
Tomas Alfredson è stato regista di piccoli capolavori come «Lasciami entrare» e «La talpa». Qui mette a disposizione le sue atmosfere algide e ovattate alla trasposizione cinematografica del famoso thriller di Joe Nesbø. Protagonisti sono Michael Fassbender, Rebecca Ferguson, Charlotte Gainsbourg e Chloë Sevigny. Non vediamo l’ora di vedere come il regista svedese sia riuscito a caricare di terrore e suspence la candida figura del pupazzo di neve: da simbolo di candore e gioco, qui trasformato in veicolo di paura.

4.

«IT» di Andy Muschietti

Uscita: 19 ottobre
Negli anni Novanta, la mini-serie tv tratta dall’horror cult di Stephen King, aveva terrorizzato una generazione di ragazzini che, inconsapevoli, si erano ostinati a non dare ascolto ai propri genitori, guardandola di nascosto. Oggi saranno tutti loro a tornare al cinema a vedere il remake di «IT», ma non solo. Uscito in Italia con un mese e mezzo di ritardo rispetto al resto del mondo, ci è già giunta voce che quello del pressoché sconosciuto Andy Muschietti («La Madre») sia uno dei film horror più spaventosi e meglio realizzati degli ultimi anni, interpretato magistralmente dal giovane Bill Skarsgård.

5.

«La battaglia dei sessi» di Jonathan Dayton e Valerie Paris

Uscita: 19 ottobre
I registi di «Little Miss Sunshine» affrontano un tema di scottante attualità come quello della parità di genere, partendo da una storia sportiva del passato. Sono gli anni Settanta, infatti, quando l’ex campione di tennis Bobby Riggs (Steve Carell), ormai cinquantenne, prova a convincere la giovane e talentuosa Billie Jean King (Emma Stone) a sfidarlo. Lei inizialmente rifiuta, ma poi, scoraggiata dalla disparità dei compensi tra il tennis maschile e femminile, torna sui suoi passi. La partita, che non si disputò solo sui campi da gioco, ma anche attraverso un acceso dibattito mediatico pre-incontro, venne seguita in tv da più di 90 milioni di spettatori. Fu una potente miccia di riflessione circa le disuguaglianze retributive tra uomini e donne. Non solo nello sport.

6.

«Thor: Ragnarok» di Taika Waititi

Uscita: 25 ottobre
Il terzo capitolo delle avventure del supereroe-dio interpretato da Chris Hemsworth porta ancora una volta al cinema l’ormai celebre humor di casa Marvel mixato alla sua action spettacolare. «Thor: Ragnarok» racconta l’esilio da cui Thor dovrà riuscire a tornare per evitare il Ragnarok, appunto, ovvero la distruzione del proprio mondo. Il film aggiunge un altro tassello al percorso narrativo dei singoli personaggi Marvel che, tra il 2018 e 2019, con «Infinity War» e il suo sequel, troveranno uno sviluppo corale definitivo.
• «Thor: Ragnarock», il nuovo trailer dal Comic-Con (anche in italiano)

7.

«Vittoria e Abdul» di Stephen Frears

Uscita: 26 ottobre
La regina Vittoria regnò sulla Gran Bretagna e l’Irlanda dal 1837 al 1901. Dal 1876 divenne anche Imperatrice d’India, titolo che mantenne fino alla sua morte. La sovrana non è certo passata alla storia per la sua affabilità e i suoi modi democratici, ma il regista Stephen Frears ce ne regala un ritratto inedito, intimo e commovente, attraverso la storia della sua amicizia con Abdul Karim. Mandato in Inghilterra dall’India in occasione del Giubileo d’Oro della Regina (1887), il commesso indiano riuscì non solo a entrare nelle grazie della donna, ma anche a instaurare con lei un rapporto di reciproca fiducia e stima.

8.

«Da una storia vera» di Roman Polanski

Uscita: 1 novembre
Tratto dall'omonimo romanzo di Delphine de Vigan, il nuovo film di Roman Polanski racconta la storia di una scrittrice interpretata da Emmanuelle Seigner che, dopo aver guadagnato fama internazionale grazie a un best seller ispirato al suo rapporto con la madre, ha difficoltà a tornare a scrivere. Gli haters che la accusano di aver lavato i panni sporchi in piazza sono tanti e lei, sfiduciata, non vuole più mettersi in gioco. Questo fino al giorno in cui incontra una sua grande ammiratrice, L. (Eva Green), che non solo la sostiene in questo momento di difficoltà, ma la attrae verso di sé in un rapporto tanto sensuale quanto pericoloso. «Da una storia vera» è stato presentato allo scorso Festival di Cannes ed è un altro psico-thriller di Polanski che ruota attorno al personaggio di uno scrittore.

9.

«Borg/McEnroe» di Janus Metz Pedersen

Uscita: 9 novembre
“Fire and ice”: così veniva chiamata la rivalità tra i due grandi tennisti attivi durante gli anni Settanta e Ottanta. I loro caratteri agli antipodi sono il motivo: Björn Borg era algido e meditativo, John McEnroe era irascibile e strafottente. Nel film del regista Janus Metz Pedersen, i due sono interpretati rispettivamente da Sverrir Gudnason e Shia LaBeouf. Come molti film sui grandi antagonisti sportivi - uno su tutti, «Rush» di Ron Howard sulla rivalità in Formula 1 tra Niki Lauda e James Hunt - anche «Borg/McEnroe» non mancherà d’incuriosirci e emozionarci.
• 10 film sullo sport tratti da storie vere

10.

«Justice League» di Zack Snyder e Joss Whedon

Uscita: 16 novembre
L’ultimo capitolo della saga firmata DC Comics è passata dalle mani di Zack Snyder - che aveva firmato anche il primo «Batman V Superman: Dawn of Justice» - a quelle di Joss Whedon durante la lavorazione del film, a causa di un dramma familiare che ha colpito il primo. A Batman (Ben Affleck), Superman (Henry Cavill) e Wonder Woman (Gal Gadot), si aggiungono in questo episodio Flash (Ezra Miller), Aquaman (Jason Momoa) e Cyborg (Ray Fisher). Insieme formano, appunto, la Justice League, chiamata a fronteggiare un nuovo nemico: Steppenwolf (Ciarán Hinds).

11.

«Il domani tra di noi» di Hany Abu-Assad

Uscita: 23 novembre
Con protagonisti Idris Elba e Kate Winslet, «Il domani tra di noi» è una storia d’amore e sopravvivenza. Ashley e Ben devono assolutamente prendere un volo, che però viene cancellato a causa di un guasto. I due decidono quindi di affittare insieme un piccolo aereo. Le sfortune, però, non sono finite: il pilota viene sopraffatto da un malore e il velivolo si schianta su una montagna innevata. Vero: la trama non sembra il massimo, ma la scelta del cast importante di prendere parte ci fa ben sperare. Il regista Hany Abu-Assad, inoltre, è autore di film importanti come «Paradise Now» e «Omar».