09 Aprile 2016 | 15:34

Bif&st: trionfa “Lo chiamavano Jeeg Robot”

Al Festival del Cinema di Bari, Gabriele Mainetti vince il premio per la miglior regia, Giorgio Colangeli è il miglior attore, Juliette Binoche la miglior attrice

 di Lorenzo Di Palma

Bif&st: trionfa “Lo chiamavano Jeeg Robot”

Al Festival del Cinema di Bari, Gabriele Mainetti vince il premio per la miglior regia, Giorgio Colangeli è il miglior attore, Juliette Binoche la miglior attrice

Foto: Claudio Santamaria in "Lo chiamavano Jeeg Robot"  - Credit: © Emanuela Scarpa

09 Aprile 2016 | 15:34 di Lorenzo Di Palma

Si è concluso a Bari, il Bif&st, il Festival Internazionale del Cinema con la proclamazione dei vincitori. Il riconoscimento più importante della manifestazione, il Premio Ettore Scola per il miglior regista è stato consegnato da Gigliola Scola e Luciano Tovoli a Gabriele Mainetti per il film rivelazione dell’anno Lo chiamavano Jeeg Robot, interpretato da Claudio Santamaria e Luca Marinelli, che si è imposto anche come “miglior film” e che è già candidato a 16 David di Donatello.

Il Premio Gabriele Ferzetti per il miglior attore è stato invece consegnato a Giorgio Colangeli (attore di teatro ma anche fisico nucleare), co-protagonista con Marco D’Amore (Gomorra) del film d’esordio di Francesco Ghiaccio Un posto sicuro, sul dramma dell’Eternit a Casale Monferrato,

Il Premio Mariangela Melato per la migliore attrice protagonista è andato invece a Juliette Binoche, per la sua interpretazione in L’attesa, opera prima di Piero Messina, già in concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2015, in cui recita anche lo stesso Colangeli e che racconta il dramma di una madre alle prese con il lutto per la morte di suo figlio. 

Per la sezione dedicata alle “opere prime”, invece, la giuria “popolare”, formata da trenta spettatori e presieduta dalla critica cinematografica Dana Duma, ha assegnato il Premio Francesco Laudadio per il regista del miglior film ad Andrea D'Ambrosio per Due euro l'ora, con Peppe Servillo, Paolo Gasparini e Chiara Baffi che ha anche vinto il Premio Artisti 7607 per la migliore attrice protagonista. 

Proprio nelle stesse ore, Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti, ha trionfato anche alla 9° Festa del cinema italiano di Lisbona, dove critica e pubblico lo hanno incoronato miglior film della rassegna.