25 Agosto 2017 | 16:00

Christopher Nolan: 5 film da vedere assolutamente

Il regista è una garanzia, in attesa di vedere «Dunkirk», ecco cinque suoi titoli da non perdere

 di Stefano Della Villa

Christopher Nolan: 5 film da vedere assolutamente

Il regista è una garanzia, in attesa di vedere «Dunkirk», ecco cinque suoi titoli da non perdere

 - Credit: © Warner Bros

25 Agosto 2017 | 16:00 di Stefano Della Villa

Ha diretto solo dieci film, ma ha già vinto tre Oscar. Passa agilmente dal cinecomic dark allo sci-fi “serio”, dal thriller esotico al film di guerra: stiamo parlando di Christopher Nolan, regista britannico dal tocco infallibile. Tra qualche giorno uscirà finalmente anche in Italia l’attesissimo «Dunkirk»: che ne dite di un veloce ripasso della sua filmografia, per rivedere (o scoprire) i suoi capolavori passati?

«Dunkirk», di cosa parla il film di guerra di Christopher Nolan

1.

Memento

Il protagonista, Leonard Shelby, non è particolarmente fortunato: una coppia di delinquenti ha violentato e ucciso sua moglie. In più, lo hanno colpito alla testa e ora Leonard soffre di una strana forma di amnesia: non ricorda nulla prima degli ultimi 15 minuti. Quindi, per dare la caccia agli assassini della moglie, deve ricorrere a Polaroid con note per riconoscere le persone e appunti appiccicati ovunque per ricordarsi di quello che ha scoperto anche solo un’ora prima. Per gli indizi più importanti, si fa un bel tatuaggio sul corpo, così è sicuro di non perderseli. Il montaggio non segue l’ordine cronologico degli eventi, ma procede con due timeline, una "normale" e una a ritroso: in questo modo lo spettatore può immedesimarsi perfettamente nel personaggio di Leonard, visto che come il protagonista non sa cosa è successo anche solo pochi minuti prima e deve decidere se “fidarsi” delle persone che incontra e degli appunti che trova in giro. Questa struttura non lineare è un po’ il marchio di fabbrica di Nolan. Se seguite attentamente la trama e le immagini di Memento, arriverete alla fine con tutti gli elementi per capire cosa è successo e se Leonard ha trovato davvero l’assassino giusto. Nel cast troviamo Guy Pearce («Alien Covenant», «The Hurt Locker»), Joe Pantoliano («Bad Boys II», «Sense8») e la sempre eccezionale Carrie-Anne Moss («Matrix», «Humans»).

Il protagonista, Leonard Shelby, non è particolarmente fortunato: una coppia di delinquenti ha violentato e ucciso sua moglie. In più, lo hanno colpito alla testa e ora Leonard soffre di una strana forma di amnesia: non ricorda nulla prima degli ultimi 15 minuti. Quindi, per dare la caccia agli assassini della moglie, deve ricorrere a Polaroid con note per riconoscere le persone e appunti appiccicati ovunque per ricordarsi di quello che ha scoperto anche solo un’ora prima. Per gli indizi più importanti, si fa un bel tatuaggio sul corpo, così è sicuro di non perderseli. Il montaggio non segue l’ordine cronologico degli eventi, ma procede a ritroso: in questo modo lo spettatore può immedesimarsi perfettamente nel personaggio di Leonard, visto che come il protagonista non sa cosa è successo anche solo pochi minuti prima e deve decidere se “fidarsi” delle persone che incontra e degli appunti che trova in giro. Questa struttura non lineare è un po’ il marchio di fabbrica di Nolan. Se seguite attentamente la trama e le immagini di Memento, arriverete alla fine con tutti gli elementi per capire cosa è successo e se Leonard ha trovato davvero l’assassino giusto. Nel cast troviamo Guy Pearce («Alien Covenant», «The Hurt Locker»), Joe Pantoliano («Bad Boys II», «Sense8») e la sempre eccezionale Carrie-Anne Moss («Matrix», «Humans»).

2.

Trilogia del Cavaliere Oscuro

Nel 2005, arriva «Batman Begins», che grazie alla visione di Nolan riesce a creare un Giustiziere credibile, realistico e tridimensionale, molto lontano dai personaggi e dai super eroi piatti e incolori del passato. Il primo film racconta di come è nato Batman: Bruce Wayne abbandona Gotham City e gira per il mondo, finendo in un orrido e pestilenziale carcere ai confini della civiltà. Qua viene contattato da una setta misteriosa che gli propone di entrare nei suoi ranghi: accetta e ne impara ogni segreto, soprattutto per quanto riguarda il letale stile di combattimento corpo a corpo. Quando scopre che il rito di iniziazione finale richiede di uccidere a sangue freddo un ladro, si rifiuta e torna a Gotham. La setta e, soprattutto, il suo leader, non sono particolarmente felici della cosa: gli daranno la caccia per vendicarsi, ignorando però che Bruce nel frattempo è diventato Batman, con la Bat caverna, la Bat Mobile e un sacco di Batarang. Nel secondo film, «Il Cavaliere Oscuro», dovrà affrontare il suo intramontabile arci-nemico, il Joker, mentre nel terzo («Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno») dovrà vedersela con l’enigmatico e spietato Bane. In questa trilogia, Batman ha il volto di Christian Bale («Equilibrium», «American Psycho»), mentre il bat-maggiordomo è nientemeno che Michael Caine («Kingsman», «Quarto Protocollo»). Il suo nemico giurato, il leader della setta oscura, ha il volto di Liam Neeson («Star Wars», «Taken»). Il Joker del secondo episodio è Heath Ledger («I segreti di Brokeback Mountain», Le quattro piume), mentre il cattivissimo Bane de Il ritorno è Tom Hardy (lo avrete visto di sicuro in «Mad Max»). Nel terzo c’è anche Anne Hathaway, nel ruolo di Catwoman!

Nel 2005, arriva «Batman Begins», che grazie alla visione di Nolan riesce a creare un Giustiziere credibile, realistico e tridimensionale, molto lontano dai personaggi e dai super eroi piatti e incolori del passato. Il primo film racconta di come è nato Batman: Bruce Wayne abbandona Gotham City e gira per il mondo, finendo in un orrido e pestilenziale carcere ai confini della civiltà. Qua viene contattato da una setta misteriosa che gli propone di entrare nei suoi ranghi: accetta e ne impara ogni segreto, soprattutto per quanto riguarda il letale stile di combattimento corpo a corpo. Quando scopre che il rito di iniziazione finale richiede di uccidere a sangue freddo un ladro, si rifiuta e torna a Gotham. La setta e, soprattutto, il suo leader, non sono particolarmente felici della cosa: gli daranno la caccia per vendicarsi, ignorando però che Bruce nel frattempo è diventato Batman, con la Bat caverna, la Bat Mobile e un sacco di Batarang. Nel secondo film, «Il Cavaliere Oscuro», dovrà affrontare il suo intramontabile arci-nemico, il Joker, mentre nel terzo («Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno») dovrà vedersela con l’enigmatico e spietato Bane. In questa trilogia, Batman ha il volto di Christian Bale («Equilibrium», «American Psycho»), mentre il bat-maggiordomo è nientemeno che Michael Caine («Kingsman», «Quarto Protocollo»). Il suo nemico giurato, il leader della setta oscura, ha il volto di Liam Neeson («Star Wars», «Taken»). Il Joker del secondo episodio è Heath Ledger («I segreti di Brokeback Mountain», Le quattro piume), mentre il cattivissimo Bane de Il ritorno è Tom Hardy (lo avrete visto di sicuro in «Mad Max»). Nel terzo c’è anche Anne Hathaway, nel ruolo di Catwoman!

3.

Inception

Un sogno dentro un sogno: in «Inception», Nolan ci racconta del bizzarro lavoro di Dominic Cobb, specializzato nell’entrare nei sogni altrui ed esplorare la loro mente durante il sonno. Dominic e la sua combriccola vengono assoldati da Saito, un miliardario che vuole innestare nella mente del figlio del suo principale concorrente l’idea di fondere le due società. La missione di Cobb non è esattamente una passeggiata: devono rapire il bersaglio e entrare nella sua mente senza che nessuno se ne accorga. Poi, una volta dentro il “primo” sogno, devono addormentarsi e entrare nei sogni di “secondo livello”. E così via, fino al livello più intimo dove possono influenzare direttamente la mente dell’obiettivo. La trama è costruita come una matrioska: persone che sognano loro stesse mentre stanno sognando. L’abilità di Nolan è proprio quella di raccontare una storia intrecciata come un nodo gordiano e renderla comprensibile. Le scene d’azione, poi, sono a dir poco esplosive. Leonardo DiCaprio è Dominic Cobb, mentre il suo socio Arthur è interpretato Joseph Gordon-Levitt. Tra gli altri componenti del team “scassina-sogni” troviamo Ellen Page («X-Men Conflitto Finale», «Juno») e Tom Hardy («Mad Max», «Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno»), mentre la loro vittima è Cillian Murphy («Broken», «Tron Legacy»). La moglie (morta) che perseguita Cobb nei suoi sogni è Marion Cotillard («Allied», «Assassin’s Creed»). C’è anche Michael Caine, una presenza quasi fissa nei film di Nolan, che interpreta il suocero e mentore di Cobb.

Un sogno dentro un sogno: in «Inception», Nolan ci racconta del bizzarro lavoro di Dominic Cobb, specializzato nell’entrare nei sogni altrui ed esplorare la loro mente durante il sonno. Dominic e la sua combriccola vengono assoldati da Saito, un miliardario che vuole innestare nella mente del figlio del suo principale concorrente l’idea di fondere le due società. La missione di Cobb non è esattamente una passeggiata: devono rapire il bersaglio e entrare nella sua mente senza che nessuno se ne accorga. Poi, una volta dentro il “primo” sogno, devono addormentarsi e entrare nei sogni di “secondo livello”. E così via, fino al livello più intimo dove possono influenzare direttamente la mente dell’obiettivo. La trama è costruita come una matrioska: persone che sognano loro stesse mentre stanno sognando. L’abilità di Nolan è proprio quella di raccontare una storia intrecciata come un nodo gordiano e renderla comprensibile. Le scene d’azione, poi, sono a dir poco esplosive. Leonardo DiCaprio è Dominic Cobb, mentre il suo socio Arthur è interpretato Joseph Gordon-Levitt. Tra gli altri componenti del team “scassina-sogni” troviamo Ellen Page («X-Men Conflitto Finale», «Juno») e Tom Hardy («Mad Max», «Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno»), mentre la loro vittima è Cillian Murphy («Broken», «Tron Legacy»). La moglie (morta) che perseguita Cobb nei suoi sogni è Marion Cotillard («Allied», «Assassin’s Creed»). C’è anche Michael Caine, una presenza quasi fissa nei film di Nolan, che interpreta il suocero e mentore di Cobb.

4.

Interstellar

Una vera Odissea spaziale, quella che deve affrontare Joseph Cooper. Inizia su una Terra del prossimo (speriamo di no!) futuro, sconvolta da una flagello che distrugge la vegetazione: Cooper è un ex-pilota della NASA che si è reinventato agricoltore per cercare di sopravvivere con la sua famiglia. A casa Cooper succedono cose parecchio strane: libri che cascano e segni lasciati sulla sabbia sono all’ordine del giorno. L’unica in grado di intuire che non si tratta di un fantasma tradizionale è la figlia di Cooper, che riconosce il codice Morse utilizzato dallo “spettro”. La famiglia Cooper decifra i segni e scopre delle coordinate che la portano a una base segreta dove i pochi scienziati sopravvissuti stanno preparando un piano per salvare l’umanità – e Cooper deve ritornare a pilotare astronavi! La trama di «Interstellar» è parecchio ingarbugliata, tra buchi neri e spazio penta-dimensionale, ma si basa saldamente sulla scienza e su quello che sappiamo dell’universo: quando arriverete alla fine del film – e non vi sveliamo cosa succede per evitare lo spoiler – rimarrete un po’ interdetti, ma sappiate che è tutto molto verosimile. Joseph Cooper ha la mascella quadrata di Matthew McConaughey («True Detective», «La Torre Nera»), mentre nell’equipaggio della spedizione spaziale troviamo Anne Hathaway («Il diavolo veste Prada», «Lo stagista inaspettato»). Ci sono anche Matt Damon («Elysium», «Jason Bourne»), Michael Caine (poteva mancare?) e Jessica Chastain (tra poco al cinema con «Miss Sloane»).

Una vera Odissea spaziale, quella che deve affrontare Joseph Cooper. Inizia su una Terra del prossimo (speriamo di no!) futuro, sconvolta da una flagello che distrugge la vegetazione: Cooper è un ex-pilota della NASA che si è reinventato agricoltore per cercare di sopravvivere con la sua famiglia. A casa Cooper succedono cose parecchio strane: libri che cascano e segni lasciati sulla sabbia sono all’ordine del giorno. L’unica in grado di intuire che non si tratta di un fantasma tradizionale è la figlia di Cooper, che riconosce il codice Morse utilizzato dallo “spettro”. La famiglia Cooper decifra i segni e scopre delle coordinate che la portano a una base segreta dove i pochi scienziati sopravvissuti stanno preparando un piano per salvare l’umanità – e Cooper deve ritornare a pilotare astronavi! La trama di «Interstellar» è parecchio ingarbugliata, tra buchi neri e spazio penta-dimensionale, ma si basa saldamente sulla scienza e su quello che sappiamo dell’universo: quando arriverete alla fine del film – e non vi sveliamo cosa succede per evitare lo spoiler – rimarrete un po’ interdetti, ma sappiate che è tutto molto verosimile. Joseph Cooper ha la mascella quadrata di Matthew McConaughey («True Detective», «La Torre Nera»), mentre nell’equipaggio della spedizione spaziale troviamo Anne Hathaway («Il diavolo veste Prada», «Lo stagista inaspettato»). Ci sono anche Matt Damon («Elysium», «Jason Bourne»), Michael Caine (poteva mancare?) e Jessica Chastain (tra poco al cinema con «Miss Sloane»).

5.

The Prestige

Viaggio nel tempo all’indietro, questa volta: The Prestige è ambientato alla fine del XIX secolo. Due illusionisti prima sono grandi amici, poi si odiano ferocemente e diventano spietati concorrenti. Si sabotano a vicenda e cercano di “rubare” all’altro i segreti dei numeri migliori. A un certo punto, nella storia appare anche la figura di Nikola Tesla, il geniale scienziato che ha inventato la corrente alternata (e ha avuto un sacco di altre bizzarre idee). Alla fine, il trucco c’è, ma per scoprirlo dovrete vedere il film fino in fondo. I due illusionisti rivali sono Christian Bale (Batman) e Hugh Jackman («Logan – The Wolverine», «Humandroid»). Il loro “maestro” è Michael Caine, mentre Scarlett Johansson («Ghost in the Shell», «Captain America») è l’assistente di Jackman. Il misterioso Tesla è invece interpretato nientemeno che da David Bowie!

Viaggio nel tempo all’indietro, questa volta: The Prestige è ambientato alla fine del XIX secolo. Due illusionisti prima sono grandi amici, poi si odiano ferocemente e diventano spietati concorrenti. Si sabotano a vicenda e cercano di “rubare” all’altro i segreti dei numeri migliori. A un certo punto, nella storia appare anche la figura di Nikola Tesla, il geniale scienziato che ha inventato la corrente alternata (e ha avuto un sacco di altre bizzarre idee). Alla fine, il trucco c’è, ma per scoprirlo dovrete vedere il film fino in fondo. I due illusionisti rivali sono Christian Bale (Batman) e Hugh Jackman («Logan – The Wolverine», «Humandroid»). Il loro “maestro” è Michael Caine, mentre Scarlett Johansson («Ghost in the Shell», «Captain America») è l’assistente di Jackman. Il misterioso Tesla è invece interpretato nientemeno che da David Bowie!