07 Settembre 2016 | 21:34

Ferzan Ozpetek: dopo “Rosso Istanbul” un film su “Napoli Velata”

Il regista in giuria a Venezia per il premio “MigrArti” (andato a “No-Borders” con Elio Germani) rivela il progetto del suo prossimo lavoro

 di Lorenzo Di Palma

Ferzan Ozpetek: dopo “Rosso Istanbul” un film su “Napoli Velata”

Il regista in giuria a Venezia per il premio “MigrArti” (andato a “No-Borders” con Elio Germani) rivela il progetto del suo prossimo lavoro

Foto: Ferzan Ozpetek  - Credit: © SplashNews

07 Settembre 2016 | 21:34 di Lorenzo Di Palma

Alla 73ª Mostra del Cinema di Venezia come presidente della giuria del Premio “MigrArti” al migliore documentario, Ferzan Ozpetek ha annunciato che appena finirà di girare “Rosso Istanbul”, il film ambientato e girato nella sua città natale, si dedicherà a un progetto che si chiamerà “Napoli Velata” che sarà girato completamente nella città partenopea.

Il Premio MigrArti è andato a “No Borders”, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nell'ambito delle Giornate degli Autori e girato con Elio Germano a fare quasi da voce narrante, tra il "Centro Baobab" di Roma e il "No Borders" di Ventimiglia, entrambi sgomberati dalle forse dell’ordine, dal regista italiano Haider Rashid.

Le riprese di “Napoli Velata”, invece, sono previste per i primi mesi del 2017, mentre per ora il regista turco de "Le fate ignoranti", "Saturno contro" e le "Mine vaganti", sta ultimando la sceneggiatura insieme a Gianni Romoli.

Napoli alla 73ª Mostra del Cinema è inoltre presente, oltre che con Paolo Sorrentino e il suo “The Young Pope” fuori concorso, anche con Michele Santoro regista di "Robinù", presentato alla sezione "Cinema del Giardino"; “Indivisibili” di Edoardo De Angelis, selezionato dalle “Giornate degli Autori - Venice Days” interpretato dalle gemelle Angela e Marianna Fontana (già in tv in “Ti lascio una canzone”); e con il cortometraggio “Stanza 52”, esordio alla regia di Maurizio Braucci, scrittore e sceneggiatore di “Gomorra”, “Reality” e “Anime Nere”.