Home CinemaNews e anteprimeFestival di Venezia, applausi per “Nocturnal Animals” di Tom Ford

02 Settembre 2016 | 20:25

Festival di Venezia, applausi per “Nocturnal Animals” di Tom Ford

Il thriller con Amy Adams e Jake Gyllenhaal è una feroce storia di amore e vendetta

 di Angelo De Marinis

Festival di Venezia, applausi per “Nocturnal Animals” di Tom Ford

Il thriller con Amy Adams e Jake Gyllenhaal è una feroce storia di amore e vendetta

Foto: Jake Gyllenhaal in "Nocturnal Animals"  - Credit: © Splashnews

02 Settembre 2016 | 20:25 di Angelo De Marinis

Un lungo applauso ha accolto “Nocturnal Animals” di Tom Ford alla prima proiezione per la stampa alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Al secondo film in regia, Ford ha costruito un thriller esistenziale, con la vendetta come ingrediente segreto, tratto da “Tony and Susan” di Austin Wright (Adelphi).“Nocturnal Animals” è il capofila della nutrita pattuglia di film “made in Usa” a Venezia, grazie anche a un cast stellare con Amy Adams, Jake Gyllenhaal, Michael Shannon, Aaron Taylor-Johnson, Isla Fisher, Armie Hammer, Ellie Bamber e Laura Linney.

Il film, in corsa per il Leone d'Oro, si apre nello scenario di una sofisticata galleria di New York dove la proprietaria Susan (Amy Adams) sta inaugurando una mostra, tra body art e sculture. Poi un manoscritto dedicato alla stessa Susan arriva in galleria a firma dell'ex marito, Tony (Jake Gyllenhaal), aspirante scrittore che questa volta sembra avercela fatta. Titolo del libro appunto “Nocturnal Animals”, una sorta di thriller-horror con protagonisti che non possono che ricordare la stessa famiglia di Tony e Susan e la loro figlia prima della separazione. Una lettura che terrorizza Susan e la fa pensare e rivedere qualcosa che aveva rimosso del suo passato.

Tom Ford, alla sua seconda regia dopo A Single Man (2009), già in concorso a Venezia, e che vide assegnare all'attore protagonista Colin Firth la Coppa Volpi, è una svolta nella sua carriera.
Dopo il successo nel mondo della moda, prima a Gucci e poi con il marchio Tom Ford, arrivano sempre maggiori riconoscimenti nel cinema. Anche come di produttore con la creazione della sua casa, “Back to Black Films”. ''Mi piace un cinema vecchio stile, quello che fa pensare, che lancia messaggi e quando esci dalla sala ti costringe a ripensarci'', ha detto in occasione della proiezione, anticipando di avere già nuovi progetti.