18 Agosto 2009 | 16:14

Parigi, un set a cielo aperto anche in agosto

È il set cinematografico privilegiato dalle grandi produzioni nazionali e internazionali, soprattutto nel mese di agosto quando diventa una città deserta. Paarliamo di Parigi. La capitale francese ospita in queste settimane l’attore statunitense Leonardo DiCaprio impegnato nelle riprese di «Inception» di Chris Nolan con Marion Cotillard, mentre Vanessa Paradis è la protagonista di «L’Arnacoeur» di […]

 di

Parigi, un set a cielo aperto anche in agosto

È il set cinematografico privilegiato dalle grandi produzioni nazionali e internazionali, soprattutto nel mese di agosto quando diventa una città deserta. Paarliamo di Parigi. La capitale francese ospita in queste settimane l’attore statunitense Leonardo DiCaprio impegnato nelle riprese di «Inception» di Chris Nolan con Marion Cotillard, mentre Vanessa Paradis è la protagonista di «L’Arnacoeur» di […]

Foto: È il set cinematografico privilegiato dalle grandi produzioni nazionali e internazionali, soprattutto nel mese di agosto quando diventa una città deserta. Paarliamo di Parigi. La capitale francese ospita in queste settimane l'attore statunitense Leonardo DiCaprio impegnato nelle riprese di «Inception» di Chris Nolan con Marion Cotillard, mentre Vanessa Paradis è la protagonista di «L'Arnacoeur» di Pascal Chaumeil. «Quando ci sono delle riprese in Francia otto volte su dieci si svolgono a Parigi perche' servono simboli facilmente riconoscibili», ha commenatto Michel Gomez, responsabile della Missione Cinema al comune di Parigi. I luoghi più richiesti sono la Torre Eiffel, l'Arco di Trionfo, il Trocadero, la Senna, gli Champs-Elysees, la Piazza della Concorde, Montmartre e il Louvre. Ad agosto si gireranno nella ville lumiere una decina di film, l'anno scorso erano 16, favoriti anche dagli incentivi statali accordati ora anche alle produzioni straniere e non solo a quelle nazionali. Ne hanno approfittato le riprese di «Inception», alla Torre Eiffel e sotto il ponte di Bir-Hakeim: «Dovevano durare al massimo tre giorni e invece sono state prolungate a sei» ha spiegato Gomez «Ogni giorno mobilita circa 500 persone sul set e le ricadute economiche sono enormi». Parigi è il set più costoso di Francia: un giorno di riprese alla stazione di Austerlitz costa 100 mila euro, all'Opera 50 mila euro e alla reggia di Versailles fino a 15 mila euro.

18 Agosto 2009 | 16:14 di

È il set cinematografico privilegiato dalle grandi produzioni nazionali e internazionali, soprattutto nel mese di agosto quando diventa una città deserta. Paarliamo di Parigi. La capitale francese ospita in queste settimane l’attore statunitense Leonardo DiCaprio impegnato nelle riprese di «Inception» di Chris Nolan con Marion Cotillard, mentre Vanessa Paradis è la protagonista di «L’Arnacoeur» di Pascal Chaumeil.
«Quando ci sono delle riprese in Francia otto volte su dieci si svolgono a Parigi perche’ servono simboli facilmente riconoscibili», ha commenatto Michel Gomez, responsabile della Missione Cinema al comune di Parigi. I luoghi più richiesti sono la Torre Eiffel, l’Arco di Trionfo, il Trocadero, la Senna, gli Champs-Elysees, la Piazza della Concorde, Montmartre e il Louvre.
Ad agosto si gireranno nella ville lumiere una decina di film, l’anno scorso erano 16, favoriti anche dagli incentivi statali accordati ora anche alle produzioni straniere e non solo a quelle nazionali. Ne hanno approfittato le riprese di «Inception», alla Torre Eiffel e sotto il ponte di Bir-Hakeim: «Dovevano durare al massimo tre giorni e invece sono state prolungate a sei» ha spiegato Gomez «Ogni giorno mobilita circa 500 persone sul set e le ricadute economiche sono enormi».
Parigi è il set più costoso di Francia: un giorno di riprese alla stazione di Austerlitz costa 100 mila euro, all’Opera 50 mila euro e alla reggia di Versailles fino a 15 mila euro.