26 Febbraio 2015 | 12:51

Annalisa Minetti testimonial dell’associazione «Di.Di. Diversamente Disabili»

Dal 2013 la cantante è madrina della Onlus che promuove l'attività sportiva dei ragazzi disabili

 di Marco Vai

Annalisa Minetti testimonial dell’associazione «Di.Di. Diversamente Disabili»

Dal 2013 la cantante è madrina della Onlus che promuove l'attività sportiva dei ragazzi disabili

Foto: Annalisa Minetti

26 Febbraio 2015 | 12:51 di Marco Vai

Dal 2013 Annalisa Minetti è madrina e testimonial dell’associazione “Di.Di. Diversamente Disabili“ ONLUS.

L’associazione nasce i primi giorni del 2013 dall’incontro fra Emiliano Malagoli, Matteo Baraldi e Chiara Valentini, appassionati motoclisti.

La sfida è iniziata diversi anni fa grazie a Matteo Baraldi, che dopo aver perso il braccio destro in un incidente stradale ha combattuto per tornare a correre in pista, rivoluzionando i regolamenti che lo vietavano. Dopo un brutto incidente, nel 2011, si unisce a Matteo, Emiliano Malagoli.

Emiliano e Matteo hanno reagito con coraggio contro il loro destino, tornando a correre in moto, per dimostrare prima di tutto a se stessi che la passione della loro vita poteva continuare.

Chiara si è messa a loro disposizione in questa avventura, entusiasta di poter condividere questa passione con altri ragazzi “speciali”. Dalla loro esperienza e determinazione nasce quindi l’Associazione Di.Di., poi diventata Onlus, con l’obiettivo di promuovere verso i giovani disabili l’attività sportiva come elemento di socialità e di recupero realizzando attività varie, tra le quali una Scuola Guida dedicata anche ai ragazzi diversamente abili che vogliono avvicinarsi o ritornare sulle due ruote, e attivando un Team di piloti “speciali”, pronto a schierarsi nei principali Trofei Nazionali motoristici.


Annalisa Minetti, la testimonial

Dopo la vittoria del festival di Sanremo nel 1998, Annalisa Minetti si dedica dal 2001 all’atletica leggera. Si è dimostrata molto forte negli 800 m, e partecipa ai Giochi paralimpici di Londra 2012 nei 1500 m categoria T11 e T12 guidata da Andrea Giocondi, vincendo la medaglia di bronzo e realizzando il nuovo record mondiale della categoria T11 (4’48”88).

Nel 2013 vince la medaglia d’oro ai campionati del mondo paraolimpici negli 800 metri di atletica leggera, categoria T11, ottenendo il nuovo record del campionato con il tempo di 2’21”.

Un nuovo traguardo

È stato siglato nella sede di Aci Roma, il Protocollo d’Intesa tra la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili e l’Automobile Club Roma per favorire il recupero della mobilità dei disabili attraverso il conseguimento della Patente A Speciale e ribadire che la mobilità sostenibile e le pari opportunità sono temi al centro dei propri programmi.

Un altro traguardo importante per la Onlus, che vede così riconosciuto il suo impegno non solo nello sport (è la prima e unica organizzazione in Italia che ha creato un campionato motociclistico di velocità riservato a ragazzi portatori di handicap) ma anche nel sociale.

«Abbiamo appena festeggiato i due anni di nascita della nostra Associazione, e se guardo indietro a quante cose abbiamo realizzato in così poco tempo, faccio fatica a crederci» dice Emiliano Malagoli, Presidente della Di.Di. «Siamo stati i primi al mondo ad aver organizzato una gara internazionale composta unicamente da piloti disabili, i primi in Italia a fondare una Scuola Guida con moto e scooter adattati per le diverse esigenze motorie. E ora, grazie alla collaborazione con Aci Roma e con il Centro di Guida Sicura Aci Vallelunga, abbiamo creato il primo centro specializzato per il rilascio delle Patenti A Speciali. Siamo orgogliosi degli obiettivi raggiunti, ma la strada è ancora lunga».