13 Agosto 2011 | 11:47

Da Lady Gaga a Jovanotti, la Twitter mania dilaga tra le celebrità italiane e internazionali

C’erano una volta le star inavvicinabili, quasi divine, che proteggevano gelosamente la propria vita privata, non solo dall’invadenza dei paparazzi ma anche dalla curiosità del pubblico. Oggi invece sono loro stesse a raccontarsi su Twitter, il social netwrok dei micromessaggi. Sorrisi le ha monitorate per un mese e ha scoperto che...

 di

Da Lady Gaga a Jovanotti, la Twitter mania dilaga tra le celebrità italiane e internazionali

C’erano una volta le star inavvicinabili, quasi divine, che proteggevano gelosamente la propria vita privata, non solo dall’invadenza dei paparazzi ma anche dalla curiosità del pubblico. Oggi invece sono loro stesse a raccontarsi su Twitter, il social netwrok dei micromessaggi. Sorrisi le ha monitorate per un mese e ha scoperto che...

13 Agosto 2011 | 11:47 di

Lady Gaga nel video del singolo «Judas»

C’erano una volta le star inavvicinabili, quasi divine, che proteggevano gelosamente la propria vita privata, non solo dall’invadenza dei paparazzi ma anche dalla curiosità del pubblico. Oggi invece sono loro stesse a raccontarsi su Internet, condividendo con i fan (e spesso con gli altri divi) momenti di vita quotidiana, progetti lavorativi e grandi emozioni come la nascita di un figlio. Ad accelerare questo cambiamento, cinque anni fa, è stata la nascita di Twitter, il social network dei micromessaggi, i cosidetti «tweet» (cinguettii), lunghi al massimo 140 battute.

Ogni giorno ne vengono scritti 350 milioni e ovviamente i più letti sono quelli delle celebrità. Un esempio per tutti, Lady Gaga, che vanta il più alto numero di «follower» (in italiano «seguaci»), 12 milioni di persone alle quali la nuova regina del pop si rivolge quotidianamente, 140 battute alla volta. Sorrisi ha monitorato per un mese i suoi tweet e quelli di molti altri protagonisti dello spettacolo italiano e internazionale, selezionando per voi i più curiosi e divertenti.

Il nostro racconto parte proprio da Lady Gaga (@ladygaga), che nelle scorse settimane ha dialogato su Twitter con Cher, 65enne icona del pop americano. Il risultato? Un clamoroso duetto che le due star incideranno nei prossimi giorni. «Non vedo l’ora che GaGa metta la sua voce in “The Greatest Thing” (canzone scritta da Lady Gaga, ndr), she will rock it so f****g hard)» ha scritto Cher il 20 luglio. Sei giorni prima era stata miss Germanotta a suggerirle di incidere insieme il brano: «Potremmo fare un remix solo per i gay. Tu sei davvero la cosa più grande per me». Un sogno che diventa realtà per milioni di fan.

Questa complicità tra vip è una tendenza molto diffusa, non solo all’estero. In Italia i più uniti sono Jovanotti, Cesare Cremonini e Alessandro Cattelan, con qualche incursione di Nicola Savino. Ormai non si contano più i loro tweet di reciproca stima. Qualche esempio? «Ti seguo passo passo, falli sognare» scrive Lorenzo il 15 luglio alla vigilia del concerto di Cremonini in Sardegna, mentre il 24 giugno aveva cinguettato: «Felice per Alessandro alla guida di “X Factor”. Vai fratello!!!».

Intanto Cattelan, da poco arrivato a Sky, si fa avanti con una delle sue nuove colleghe, Ilaria D’Amico: «Ciao Ilaria. Sto a Sky da un mese ma non ti ho ancora incontrato. A presto!». E due settimane dopo, mentre è in vacanza a New York, riceve un tweet da Francesco Facchinetti, suo predecessore alla guida di «X Factor»: «Se mi porti un regalo dalla Big City, ti do qualche trucco su come sedare la giuria.

Tutto questo accade mentre dall’altra parte del mondo il «gladiatore» Russell Crowe è impegnato in un intenso programma di fitness per recuperare la forma perduta: camminate, pedalate e sessioni di allenamento in palestra che l’attore neozelandese, in modo quasi ossessivo, annota su Twitter con messaggi di questo tenore: «45 minuti a piedi, 12 di ellittica, 40 di pesi, e ancora 25 minuti di camminata». Al 13 luglio aveva perso otto chili, da 107 a 99.

Intanto, Demi Moore e Ashton Kutcher annunciano al mondo che andranno a pescare. Pochi minuti dopo, l’attrice pubblica una foto, scattata dal giovane marito (Kutcher è stata la prima star di Hollywood a «innamorarsi» di Twitter), in cui esibisce con orgoglio la sua preda: «O mio Dio, ho preso un pesce! Ashton sei stato un grande insegnante». Anche i Beckam hanno scelto Twitter per comunicare con il mondo: il 13 luglio, una settimana dopo la nascita della piccola Harper Seven, Victoria ha allegato a un tweet («La piccolina di papà») la prima foto del marito David con la bambina.

Tornando in Italia, scopriamo che pure lo stilista Stefano Gabbana, appena sveglio, ci dà dentro con la corsa, proprio come Russell Crowe. E poiché si trova a Portofino, ogni tanto si ferma e scatta una foto del magnifico paesaggio, da condividere istantaneamente su Twitter. Quando rientra, però, è molto stanco: «Casa dolce casa. O mio Dio, le mie gambe… così stanco» scrive in inglese.

Gabbana interagisce continuamente con i propri follower (quasi 123mila), famosi e non, mostrando tra l’altro una perfetta padronanza dell’uso degli emoticon, le combinazioni di caratteri che servono a esprimere le emozioni di chi scrive. Vista la sua disponibilità, gli rivolgiamo un appello, ovviamente di 140 battute: «La tua amica Beyoncé Knowles è seguita su Twitter da un milione e 400mila seguaci, ma non ha mai scritto un tweet. La convinci tu? Grazie :)».