23 Novembre 2010 | 08:30

Giochiamo insieme alla tv impossibile

Care lettrici e cari lettori, l’altro giorno Giovanni Minoli, un grande uomo di televisione, ha detto che «la tv ha ormai divorato la politica. L’altra sera Bersani e Fini, leggendo le loro liste a “Vieni via con me”, si sono trasformati in vallette di Fazio e Saviano». Un’osservazione molto acuta, che mi ha subito spinto […]

 di

Giochiamo insieme alla tv impossibile

Care lettrici e cari lettori, l’altro giorno Giovanni Minoli, un grande uomo di televisione, ha detto che «la tv ha ormai divorato la politica. L’altra sera Bersani e Fini, leggendo le loro liste a “Vieni via con me”, si sono trasformati in vallette di Fazio e Saviano». Un’osservazione molto acuta, che mi ha subito spinto […]

23 Novembre 2010 | 08:30 di

Care lettrici e cari lettori, l’altro giorno Giovanni Minoli, un grande uomo di televisione, ha detto che «la tv ha ormai divorato la politica. L’altra sera Bersani e Fini, leggendo le loro liste a “Vieni via con me”, si sono trasformati in vallette di Fazio e Saviano». Un’osservazione molto acuta, che mi ha subito spinto a giocare. Sì, non ho resistito e ho cominciato a pensare a possibili varianti, in una specie di matrioska del video. Dunque, accetto la sfida. Mi piacerebbe vedere Antonella Clerici, per esempio, porgere gli assegni-premio a Gerry Scotti durante il «Milionario». E a sua volta Gerry prendere la «scossa» durante l’«Eredità» di Carlo Conti. Già, ma di Carlo Conti ora che ne faccio? Trovato: gli faccio fare il valletto a Belen sul palco di Sanremo. In questo modo ottengo due vantaggi: far tornare a cantare Gianni Morandi visto che non deve più presentare il Festival; e libero Belen da Fabrizio Corona. Per il quale ho in mente un ruolo che mi sembra perfetto: il maggiordomo di «Porta a porta» agli ordini di Bruno Vespa (il quale, sono sicuro, lo obbligherebbe a ripulirsi di tutti i suoi tatuaggi). Vespa, poi, ha il fisico, i modi garbati e persino gli abiti adatti a fare il postino di «C’è posta per te» dalla De Filippi. E a Maria, se davvero la Carfagna decidesse di lasciare il governo, affiderei il ministero delle Pari opportunità… Ecco fatto, con questo giochino mi sono fatto una decina di nemici in poche righe. Ma no, dài, i personaggi della politica e dello spettacolo mica sono permalosi… Alla prossima.

as@sorrisi.com