30 Gennaio 2015 | 22:15

Guccini, Zalone, Totti: le sorprese nell’urna per il Quirinale

Il mondo dello spettacolo e dello sport fa la sua (fugace) comparsa nelle elezioni del Presidente della Repubblica. Ecco i voti "persi"

Guccini, Zalone, Totti: le sorprese nell’urna per il Quirinale

Il mondo dello spettacolo e dello sport fa la sua (fugace) comparsa nelle elezioni del Presidente della Repubblica. Ecco i voti "persi"

 - Credit: © Olycom

30 Gennaio 2015 | 22:15

Che possibilità ci sono che uno come Checco Zalone, che dice al telefono "sto entrando in massoneria, ci sentiamo piu tardi" (dal film Sole a catinelle), o come Francesco Guccini, che all'inizio della sua carriera cantava "sono un tipo antisociale", diventino Presidenti della Repubblica? Circa 2 o 3 su un migliaio.

Tante sono le preferenze che i due personaggi dello spettacolo - e molti altri tra cui la conduttrice Barbara D'Urso e il capitano della Roma Francesco Totti -  hanno ottenuto, loro malgrado, nei primi tre turni di votazioni per eleggere il nuovo inquilino del Quirinale. Nell'attesa della quarta tornata in cui sarà sufficiente il 50% dei consensi e a partire dalla quale si giocherà la vera battaglia per il Colle, deputati, senatori e rappresentanti delle regioni si sono sbizzarriti nel proporre i candidati più improbabili. Protesta o desiderio, ecco alcuni dei voti persi finora.