19 Febbraio 2011 | 10:57

Il questionario di Sorrisi.com: Luca Barbarossa

Trent'anni fa, il 5 febbraio 1981, Luca Barbarossa debuttava a Sanremo con "Roma sbagliata". Sfiorò il podio arrivando quarto. Oggi il cantautore romano è tra i finalisti del 61° Festival con Raquel del Rosario e il brano "Fino in fondo". Anche lui ha risposto alle domande del nostro questionario festivaliero...

 di

Il questionario di Sorrisi.com: Luca Barbarossa

Trent'anni fa, il 5 febbraio 1981, Luca Barbarossa debuttava a Sanremo con "Roma sbagliata". Sfiorò il podio arrivando quarto. Oggi il cantautore romano è tra i finalisti del 61° Festival con Raquel del Rosario e il brano "Fino in fondo". Anche lui ha risposto alle domande del nostro questionario festivaliero...

Foto: 178291 0041 2986531 Sanremo 2011 Luca Barbarossa 2011-01-13 © Massimo Sestini

19 Febbraio 2011 | 10:57 di

Luca Brabarossa (foto Massimo Sestini)
Luca Brabarossa (foto Massimo Sestini)

1 Il mio primo ricordo di Sanremo da bambino.

«Il sorriso e il faccione di Louis Armstrong nel 1968».

2 La mia canzone preferita nella storia del Festival.

«”Almeno tu nell’universo” di Mia Martini»

3 La cosa che non sopporto di Sanremo.

«Gli alberghi».

4 Fioretto sanremese: se vinco prometto che…

«Ci ritorno».

5 L’ultima volta che ho pianto per una canzone.

«Ascoltando “La canzone dei vecchi amanti” di Franco Battiato».

6 L’ultima volta che ho perso la calma.

«M’innervosisco quando gioco a pallone».

7 La cosa che più mi piace delle mie canzoni.

«Che sono vere».

8 La cosa che più detesto delle mie canzoni.

«Se le detestassi non le farei»

9 La persona che ammiro di più.

«Nelson Mandela, gli ho anche dedicato una canzone».

10 La persona che, per fortuna, non sono.

«Una persona sleale».

11 La volta che sono stato più felice.

«Quando sono nati i miei tre figli».

12 Quello che proprio non sopporto in tv.

«I reality».

13 I tre libri della mia vita.

«”Delitto e castigo” di Dostoevskij, “100 anni di solitudine” di Marquez e “1984″ di Orwell».

14 Le canzoni della mia vita.

«”Like a Rolling Stone” di Bob Dylan, “La storia” di De Gregori, “Che sarà” dei Ricchi e Poveri e José Feliciano.

15 I tre film della mia vita.

«”C’era una volta in America” di Sergio Leone, “I soliti ignoti” di Monicelli e “Blade Runner” di Ridley Scott».

16 Quello che mi fa innamorare di una donna.

«La dolcezza».

17 L’errore che non rifarei.

«Gli errori vanno fatti».

18 La volta che mi sono sentito fiero di essere italiano.

«Quando Sandro Pertini è diventato il nostro Presidente».

19 Se non avessi fatto l’artista, sarei stato…

«Uno scrittore».

La pagina di Luca Barbarossa