18 Maggio 2009 | 00:02

L’editoriale di Alfonso Signorini – Vi spiego perché Sorrisi cambia il giorno di uscita

Care lettrici, cari lettori, devo farvi un annuncio importante. Importante per il nostro e vostro giornale, Sorrisi, e per le vostre abitudini quotidiane. Faccio una premessa. Lo sappiamo tutti, non stiamo attraversando un bel periodo: la crisi economica ha investito tutti i settori produttivi del nostro Paese, editoria compresa. Ciononostante gli ultimi dati Ads, che […]

 di

L’editoriale di Alfonso Signorini – Vi spiego perché Sorrisi cambia il giorno di uscita

Care lettrici, cari lettori, devo farvi un annuncio importante. Importante per il nostro e vostro giornale, Sorrisi, e per le vostre abitudini quotidiane. Faccio una premessa. Lo sappiamo tutti, non stiamo attraversando un bel periodo: la crisi economica ha investito tutti i settori produttivi del nostro Paese, editoria compresa. Ciononostante gli ultimi dati Ads, che […]

18 Maggio 2009 | 00:02 di

alfonso_signorini-400x4002Care lettrici, cari lettori,
devo farvi un annuncio importante. Importante per il nostro e vostro giornale, Sorrisi, e per le vostre abitudini quotidiane. Faccio una premessa. Lo sappiamo tutti, non stiamo attraversando un bel periodo: la crisi economica ha investito tutti i settori produttivi del nostro Paese, editoria compresa. Ciononostante gli ultimi dati Ads, che controllano lo stato di salute dei giornali, confermano che TV Sorrisi e Canzoni è il giornale più venduto in Italia. Entra in tante famiglie come un amico e viene sfogliato e letto ogni settimana da milioni di persone. Per molti di voi il suo acquisto è un rito, un’abitudine alla quale non rinunciare. E qui sta la novità. Da questa settimana non troverete più Sorrisi in edicola ogni lunedì. Il suo giorno di uscita, infatti, si sposta il martedì. Lo so è un fatto spiacevole. Se c’è una cosa alla quale ognuno di noi fatica a rinunciare sono le abitudini, quei piccoli o grandi riti legati alla nostra routine quotidiana. Vi starete chiedendo perché. Che cosa può cambiare spostando di un giorno l’uscita di un giornale? Vi rispondo con la massima trasparenza, come è mia abitudine fare: lo facciamo per risparmiare. Non vi voglio annoiare con discorsi tecnici. Vi dico solo che non trasportare tutte le copie del vostro giornale verso le edicole italiane la domenica, giorno di festa per tutti (compresi gli autotrasportatori), consente un notevole abbassamento dei costi. E risparmiare senza rinunciare alla storica qualità del giornale di questi tempi è un obiettivo importante. Sono sicuro che, dopo un iniziale smarrimento, il martedì diventerà, di qui a breve, anche per voi, «il giorno di Sorrisi». E noi
ci saremo sempre, a informarvi, emozionarvi, farvi compagnia:
solo 24 ore dopo.
Alla prossima!

Alfonso Signorini