19 Febbraio 2011 | 15:33

L’ira del conduttore contro Robbie Williams: «Ieri alle prove non è stato professionale»

Gianni Morandi ha raccontato i dettagli di un incidente avvenuto ieri alle prove con i Take That. ''Erano previsti per le prove alle 18" ha detto Morandi. "Noi eravamo nel casino. Io cominciavo a innervosirmi, prima della diretta mi agito. Arrivo lì e vedo i Take That arrivare alle 19 e un minuto. Conosco Robbie Williams, era venuto a Uno di noi. Ero molto agitato perché il regista Duccio Forzano voleva per forza provare. Mi faccio dare un microfono in maniera decisa, e chiamo Robbie chiedendogli se si ricordava di me. Lui risponde sì. Ma subito dopo gli faccio notare che dovevano arrivare alle 17: It's not professional, gli ho detto. Poi gira e se ne va''...

 di

L’ira del conduttore contro Robbie Williams: «Ieri alle prove non è stato professionale»

Gianni Morandi ha raccontato i dettagli di un incidente avvenuto ieri alle prove con i Take That. ''Erano previsti per le prove alle 18" ha detto Morandi. "Noi eravamo nel casino. Io cominciavo a innervosirmi, prima della diretta mi agito. Arrivo lì e vedo i Take That arrivare alle 19 e un minuto. Conosco Robbie Williams, era venuto a Uno di noi. Ero molto agitato perché il regista Duccio Forzano voleva per forza provare. Mi faccio dare un microfono in maniera decisa, e chiamo Robbie chiedendogli se si ricordava di me. Lui risponde sì. Ma subito dopo gli faccio notare che dovevano arrivare alle 17: It's not professional, gli ho detto. Poi gira e se ne va''...

19 Febbraio 2011 | 15:33 di

Robbie Williams (Ansa)

Gianni Morandi ha raccontato i dettagli di un incidente avvenuto ieri alle prove con i Take That. ”Erano previsti per le prove alle 18″ ha detto Morandi. “Noi eravamo nel casino. Io cominciavo a innervosirmi, prima della diretta mi agito. Arrivo lì e vedo i Take That arrivare alle 19 e un minuto. Conosco Robbie Williams, era venuto a Uno di noi. Ero molto agitato perché il regista Duccio Forzano voleva per forza provare. Mi faccio dare un microfono in maniera decisa, e chiamo Robbie chiedendogli se si ricordava di me. Lui risponde sì. Ma subito dopo gli faccio notare che dovevano arrivare alle 17: It’s not professional, gli ho detto. Poi gira e se ne va”.

”Volevo dirgli che non si fa”  aggiunge Morandi “ma non sapendo l’inglese non sapevo come farlo. Poi vengo a sapere che se n’erano andati senza fare le prove. Questo ci ha scombussolato tutto. Con lui dovevamo fare un palleggio, un discorso sul calcio. Questo ci ha messi in crisi”.

”Comunque, al contrario di Robbie, gli altri quattro Take That le prove le hanno fatte” sottolinea il direttore artistico Gianmarco Mazzi. ”Lui poi non voleva essere presentato né incontrarmi di nuovo” sottolinea Morandi. A quel punto Belen rivela: ”Elisabetta ha dovuto fare pace con Robbie, altrimenti non usciva…”.