23 Febbraio 2015 | 11:01

Oscar 2015: l’Academy “dimentica” Francesco Rosi

L’unica italiana premiata è la costumista Milena Canonero, che ha vinto la sua quarta statuetta per "The Grand Budapest Hotel"

 di Angelo De Marinis

Oscar 2015: l’Academy “dimentica” Francesco Rosi

L’unica italiana premiata è la costumista Milena Canonero, che ha vinto la sua quarta statuetta per "The Grand Budapest Hotel"

Foto: Francesco Rosi, scomparso l'anno scorso a 92 anni  - Credit: © NewFotoSud/SplashNews

23 Febbraio 2015 | 11:01 di Angelo De Marinis

Poca, pochissima Italia alla notte degli Oscar. L’unica nostra connazionale premiata con l’ambita statuetta è la costumista Milena Canonero, che ha vinto il suo quarto Oscar per The Grand Budapest Hotel.

Gli unici altri italiani menzionati sul palco del Dolby Theatre sono stati il grande compositore Riz Ortolani, Virna Lisi e Anita Ekberg, che non è italiana ma fa parte della storia del nostro cinema, nel tradizionale segmento “In Memoriam”, dedicato ai protagonisti del mondo del cinema scomparsi durante l'anno, presentato quest’anno da Meryl Streep.

Non sono mancate le polemiche però, soprattutto su Twitter. L’Academy ha infatti ricordato tutti - Robin Williams, Rod Taylor, Alain Resnais, Gabriel Garcia Marquez, Laurent Bacall, Mickey Rooney, Paul Mazursky, fino a figure meno note del mondo dello spettacolo - ma ha dimenticato di omaggiare un grande del nostro cinema scomparso nel 2014: Francesco Rosi, il regista delle Le mani sulla città, Lucky Luciano, Cadaveri eccellenti, Cristo si è fermato a Eboli, Cronaca di una morte annunciata.