21 Marzo 2011 | 15:16

Paolo Rossi e Christian Panucci: «Che brividi la pista da ballo, altro che stadi…»

Uno è campione del mondo e Pallone d’oro dell’82. L’altro ha vinto due Champions League, una Coppa Intercontinentale, due scudetti in Italia e uno in Spagna. Paolo Rossi e Christian Panucci, star calcistiche di «Ballando con le stelle», hanno trovato il tempo, tra un passo di rumba e uno di charleston, di rispondere alle nostre domande...

 di

Paolo Rossi e Christian Panucci: «Che brividi la pista da ballo, altro che stadi…»

Uno è campione del mondo e Pallone d’oro dell’82. L’altro ha vinto due Champions League, una Coppa Intercontinentale, due scudetti in Italia e uno in Spagna. Paolo Rossi e Christian Panucci, star calcistiche di «Ballando con le stelle», hanno trovato il tempo, tra un passo di rumba e uno di charleston, di rispondere alle nostre domande...

21 Marzo 2011 | 15:16 di

Paolo Rossi e Christian Panucci
Paolo Rossi e Christian Panucci (foto Iwan Palombi)

Uno è campione del mondo e Pallone d’oro dell’82. L’altro ha vinto due Champions League, una Coppa Intercontinentale, due scudetti in Italia e uno in Spagna. Paolo Rossi e Christian Panucci, star calcistiche di «Ballando con le stelle», hanno trovato il tempo, tra un passo di rumba e uno di charleston, di rispondere alle nostre domande.

Perché partecipa a “Ballando”?
Rossi: «Ero perplesso: non sapevo quale fosse l’impegno reale. Inoltre, mi sono trascinato per due anni un problema al ginocchio. Ma alla fine ho accettato: volevo dimostrare a me stesso che potevo imparare una cosa nuova, cominciando da zero».
Panucci: «Per divertirmi, mettermi in gioco e imparare a ballare: una cosa che non avevo mai preso in considerazione prima».

A chi ha chiesto consiglio prima di accettare?
R.: «A mia moglie, che ha subito risposto “Fallo! Ti farà bene al fisico e allo spirito”. Aveva ragione».
P.: «A mia mamma, che ha detto “Non temere le figuracce: divertiti!”».

Commenti dagli ex colleghi?
R.: «Cabrini: “Vestito così sembri Al Capone”. Tardelli: “Non ho mai visto uno più lento di te a ballare”».
P.: «Delvecchio: “Sei proprio impacciato”. Pizarro: “Non avrei mai immaginato di vederti su una pista da ballo: dimmi che non è vero”».

Sono più faticosi gli allenamenti di calcio o quelli di ballo?
R. «Fisicamente quelli di calcio, ma quando ballo faccio un grande sforzo mentale per ricordare la coreografia».
P. «Entrambi. Ora però muovo muscoli che non avevo mai allenato».

È più emozionante ballare una sensuale rumba in tv o entrare in uno stadio pieno di tifosi?
R. «Le emozioni che mi ha regalato il calcio non le ho mai riprovate. Era il mio sogno fin da bambino e l’ho realizzato. Ma qui mi diverto moltissimo».
P. «In campo ero più freddo: era il mio lavoro e c’era un po’ d’abitudine. Non sentivo la tensione di adesso».

Sono più scomodi gli scarpini o le scarpe da ballerino?
R. «Gli scarpini: mi facevano venire le vesciche. Le scarpe da ballo sono morbide».
P. «Sono alla pari: basta sformarle».

Chi vincerà «Ballando»?
R. «La Belvedere o Capparoni».
P. «Capparoni: è avanti a tutti».