26 Ottobre 2010 | 08:00

Scherzando col fuoco davanti al camino

Care lettrici e cari lettori, ho passato il fine settimana in montagna in questa stagione che forse non ha la bellezza algida e sospesa dell’inverno né quella fiorita e rassicurante dell’estate. Ma forse è proprio l’autunno il momento che preferisco per godermi le mie amate Dolomiti, con il sole che dà al paesaggio colori impensabili, […]

 di

Scherzando col fuoco davanti al camino

Care lettrici e cari lettori, ho passato il fine settimana in montagna in questa stagione che forse non ha la bellezza algida e sospesa dell’inverno né quella fiorita e rassicurante dell’estate. Ma forse è proprio l’autunno il momento che preferisco per godermi le mie amate Dolomiti, con il sole che dà al paesaggio colori impensabili, […]

26 Ottobre 2010 | 08:00 di

Care lettrici e cari lettori, ho passato il fine settimana in montagna in questa stagione che forse non ha la bellezza algida e sospesa dell’inverno né quella fiorita e rassicurante dell’estate. Ma forse è proprio l’autunno il momento che preferisco per godermi le mie amate Dolomiti, con il sole che dà al paesaggio colori impensabili, con le foglie gialle che nascondono i sentieri e nessun turista che rovina la mia «cartolina». E alla sera, cosa c’è di meglio che rilassarsi davanti al camino con un libro in mano, un piatto di castagne e un bicchiere di vino? Spesso mi capita di dimenticare il romanzo che sto leggendo, perché non esiste strumento che aiuti la riflessione più di un fuoco acceso. Così mi è venuto in mente un altro camino, quello nella Casa del Grande Fratello. Solo che là dentro persino il fuoco è finto, è un semplice schermo televisivo. E notavo la mia buffa situazione: oggi davanti a un bellissimo fuoco dopo una giornata passata in mezzo a spazi sconfinati ed emozionanti; domani in uno studio tv, in contatto con una banda di ragazzi costretti a stare in un luogo chiuso, dove persino la legna che brucia è un’illusione. C’è una morale in tutto questo? Forse sì: quelli che predicano contro il GF «causa di tutti i nostri mali» dovrebbero tenere conto che la vita reale è fatta di montagne, castagne e riflessioni davanti al fuoco. Mentre non si deve prendere troppo sul serio il GF che, come dimostra il suo «camino al plasma», è e resterà per sempre solo un (divertentissimo) gioco. Alla prossima.

as@sorrisi.com