12 Ottobre 2010 | 08:30

Tiziano Ferro e una nuova vita dopo il buio

Care lettrici e cari lettori, in molti mi chiedete un parere sul coming out di Tiziano Ferro, che in un libro di recente pubblicazione ha dichiarato la propria omosessualità. Faccio una premessa. Sono convinto che al pubblico non interessi nulla delle abitudini sessuali di un personaggio pubblico: un artista deve poter essere giudicato in base […]

 di

Tiziano Ferro e una nuova vita dopo il buio

Care lettrici e cari lettori, in molti mi chiedete un parere sul coming out di Tiziano Ferro, che in un libro di recente pubblicazione ha dichiarato la propria omosessualità. Faccio una premessa. Sono convinto che al pubblico non interessi nulla delle abitudini sessuali di un personaggio pubblico: un artista deve poter essere giudicato in base […]

12 Ottobre 2010 | 08:30 di

Care lettrici e cari lettori, in molti mi chiedete un parere sul coming out di Tiziano Ferro, che in un libro di recente pubblicazione ha dichiarato la propria omosessualità. Faccio una premessa. Sono convinto che al pubblico non interessi nulla delle abitudini sessuali di un personaggio pubblico: un artista deve poter essere giudicato in base a ciò che produce e non in base a quel che fa sotto o sopra le lenzuola. Detto questo, mi incuriosisce di più chiedermi perché un personaggio noto debba parlare della sua sessualità pubblicamente. Le ragioni per cui lo si può fare sono le più disparate: il coming out può coincidere con la fine di un percorso, spesso doloroso e complicato, e l’inizio di una vita nuova. Altre volte è una vera ribellione, verso una società in cui le diversità sono ancora sentite come un peso. Altre ancora può essere una volgare trovata pubblicitaria, magari coincidente con il lancio di un libro o di un disco. Credo che la scelta di Ferro, artista di profonda sensibilità, si orienti verso il primo tipo di confessione. Per quanto mi riguarda (anch’io l’ho fatta sulle pagine di «Panorama» qualche anno fa), posso dire che quando si diventa personaggi noti e si sono risolti i conflitti personali, è un dovere verso il pubblico instaurare un rapporto di trasparenza e di fiducia, eliminando qualsiasi zona oscura. Basta non abusarne. Alla prossima!

as@sorrisi.com