14 Maggio 2011 | 17:49

Silenzio, parla Adele: «Soffrire per amore mi porta sempre fortuna»

La giovane artista inglese, prima in classifica negli Stati Uniti e in Gran Bretagna con l'album «21», canta solo le proprie pene d'amore: «È vero, le mie canzoni più belle nascono quando ho il cuore a pezzi». E a chi le consiglia di perdere peso risponde: «Sono a dieta, ma solo per salvare la mia voce»...

 di

Silenzio, parla Adele: «Soffrire per amore mi porta sempre fortuna»

La giovane artista inglese, prima in classifica negli Stati Uniti e in Gran Bretagna con l'album «21», canta solo le proprie pene d'amore: «È vero, le mie canzoni più belle nascono quando ho il cuore a pezzi». E a chi le consiglia di perdere peso risponde: «Sono a dieta, ma solo per salvare la mia voce»...

14 Maggio 2011 | 17:49 di

Adele (foto Kikapress)

A volte da un amore finito nasce una grande canzone, destinata a diventare un inno internazionale per milioni di cuori infranti. Qualche esempio? «Heartbreak Hotel» di Elvis Presley, «I Will Survive» di Gloria Gaynor, «The Winner Takes It All» degli Abba e… l’intera discografia di Adele. Sì, perché nei suoi testi la cantante del momento (l’album «21», primo da mesi in Gran Bretagna, negli Stati Uniti e in altri 15 paesi, è finora il più venduto del 2011) parla solo di amori perduti, i suoi.

«Lo so, tutte le mie canzoni sono tristi» ammette la 23enne cantante londinese, che ha da poco lanciato «Set Fire To The Rain», terzo singolo tratto da «21». «In questo album, però, sono meno vittima. La mia seconda delusione d’amore, infatti, mi ha reso più forte. D’accordo, ho pianto per nove mesi, ma sapevo che ne sarei uscita bene e che sarei tornata a fare il mio lavoro».

Ma al di là dei testi, l’ascesa di Adele Laurie Blue Adkins è dovuta soprattutto alla sua voce, capace (senza inutili virtuosismi) di trasmettere emozioni profonde anche a chi non capisce una parola di «Rolling In The Deep» o di «Someone Like You». Per conservarla ha deciso di dire addio alle sigarette: «Alla fine di gennaio ho avuto una forte laringite che mi ha impedito di parlare per sei giorni. I medici mi hanno ordinato di smettere di fumare, e non solo. Ho dovuto rinunciare ad alcol, latte, pomodori e dolci».

Anche lei, dunque, si è dovuta mettere a dieta, ma non per dimagrire. «Odio chi mi consiglia di perdere i chili di troppo» ama ripetere. «Sono convinta che i dischi si vendano per la qualità delle canzoni, e non per il fascino di chi le interpreta. Le mie arrivano al cuore della gente probabilmente perché tutti prima o poi soffrono per amore».

Purtroppo per lei, mentre il suo album macina un record dopo l’altro (nel frattempo è rientrata in classifica la sua opera prima, «19», uscita nel 2008), Adele affronta in questi giorni i postumi di un’altra storia finita, la terza in pochi anni. «Ho scoperto che non mi ama quanto io amo lui» è tutto quello che, per ora, si lascia sfuggire sull’argomento. Ne sapremo di più, c’è da scommetterci, ascoltando il suo prossimo album.

GUARDA IL VIDEO DI «ROLLING IN THE DEEP»

GUARDA L’ESIBIZIONE DI ADELE AI BRITISH MUSIC AWARDS 2011