28 Giugno 2013 | 05:14

Annalisa Scarrone, un’estate in tour. L’intervista

Tra un concerto estivo e l'altro, Annalisa Scarrone riesce a trovare un po' di tempo per chiacchierare con noi. Ci parla da Roma, la sua voce trasmette serenità e forse non è un caso. l 2013 per il raffinato talento di «Amici» è stato un anno davvero speciale...

 di

Annalisa Scarrone, un’estate in tour. L’intervista

Tra un concerto estivo e l'altro, Annalisa Scarrone riesce a trovare un po' di tempo per chiacchierare con noi. Ci parla da Roma, la sua voce trasmette serenità e forse non è un caso. l 2013 per il raffinato talento di «Amici» è stato un anno davvero speciale...

28 Giugno 2013 | 05:14 di

Tra un concerto estivo e l’altro, Annalisa Scarrone riesce a trovare un po’ di tempo per chiacchierare con noi. Ci parla da Roma, la sua voce trasmette serenità e forse non è un caso. Il 2013 per il raffinato talento di «Amici» è stato finora un anno davvero speciale. La sua partecipazione al Sanremo di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, il lancio dell’album «Non so ballare», i concerti nei teatri, il tour estivo partito il 16 giugno, il Music Summer Festival e il nuovo singolo «A modo mio amo».

«Posso dire la verità? Non avrei mai pensato di essere accettata in un’edizione di Sanremo come questa, pensata da mesi sotto il segno della qualità» racconta. «Al di là della visibilità con un pubblico nuovo che aspettavo da tempo, mi ha lusingato la scelta di Fazio, è stato un grande riconoscimento per me. Pensavo solo di essere un po’ più pronta emotivamente».

E invece com’è andata?
«È stata un’esperienza shock, cercavo di nasconderlo ma a volte non ci sono riuscita. Però alla fine ho cantato come volevo, la risposta del pubblico è stata eccezionale. In una settimana circondata da giornalisti e fan, ho imparato quanto per un cantante sia importante comunicare anche oltre la musica, ben oltre il palco».

Per essere partita dalla scena indipendente ligure, di strada ne ha fatta.
«Ho vissuto tanti anni immersa nei miei limiti. Primo fra tutti un territorio magnifico da cui avevo imparato tutto ma che stava diventando un po’ stretto. È per questo che ho scelto di partecipare ad “Amici”. Non avevo niente da perdere, è stato quel salto nel vuoto che mi ha permesso di volare».

L’Annalisa del talent show quanto è cambiata?
«Tanto. Fare una carriera artistica è come essere un supereroe. La musica ti dà grandi poteri ma anche grandissime responsabilità. Uscire allo scoperto per me è stato un processo lento e difficile. Ma ora, forse, ce l’ho fatta».

Lei è anche autrice. Lo sa che i fan vorrebbero ascoltare presto pezzi scritti da lei?
«Ci sto lavorando. Sono in un periodo particolare. Era da un anno che non tornavo nella mia città, Savona, per sedermi davanti alla finestra di casa affacciata sul mare. Lì ho trovato grande ispirazione. E sono piuttosto certa che il futuro mi riserverà un disco scritto al 90% da me».

Come mai solo adesso?
«Io ho sempre scritto in realtà, ma non sono mai riuscita a trovare ai miei testi il vestito adatto, a volte hai la porta ma ti manca la chiave. Dopo un bel po’ di ricerca, penso di averla finalmente trovata».

Nel suo singolo, «Alice e il blu», protagonista è un bellissimo gatto.
«È un trovatello e l’ho adottato da un anno e mezzo fa. È proprio Blu, questo è il suo nome, ad aver ispirato questa canzone scritta con Dario Faini».

Come sarà l’estate di Annalisa?
«All’insegna della musica, almeno fino ad agosto. Non ho ancora deciso cosa farò poi con il mio fidanzato Niccolò, ma l’intenzione è quella di ritornare di nuovo dove tutto è cominciato, la mia città. Per pensare a nuove canzoni e alle persone che amo di più».