23 Luglio 2009 | 15:59

Bertolaso presenta «Campi Sonori»: Gilberto Gil, Baglioni, Arbore e molti altri in concerto nelle zone terremotate

Si chiama «Campi sonori» la rassegna artistica che stasera prenderà il via all’anfitetro romano di Amiternum, vicino a L’Aquila ed è una delle numerose testimonianze di solidarietà che a partire dai giorni immediatamente successivi al terremoto si sono susseguite a sostegno dell’Abruzzo e della sua popolazione. Ad inaugurarla sarà il concerto di Gilberto Gil, uno […]

 di

Bertolaso presenta «Campi Sonori»: Gilberto Gil, Baglioni, Arbore e molti altri in concerto nelle zone terremotate

Si chiama «Campi sonori» la rassegna artistica che stasera prenderà il via all’anfitetro romano di Amiternum, vicino a L’Aquila ed è una delle numerose testimonianze di solidarietà che a partire dai giorni immediatamente successivi al terremoto si sono susseguite a sostegno dell’Abruzzo e della sua popolazione. Ad inaugurarla sarà il concerto di Gilberto Gil, uno […]

23 Luglio 2009 | 15:59 di

Gilberto Gil (Foto Kika Press & Media)
Gilberto Gil (Foto Kika Press & Media)

Si chiama «Campi sonori» la rassegna artistica che stasera prenderà il via all’anfitetro romano di Amiternum, vicino a L’Aquila ed è una delle numerose testimonianze di solidarietà che a partire dai giorni immediatamente successivi al terremoto si sono susseguite a sostegno dell’Abruzzo e della sua popolazione. Ad inaugurarla sarà il concerto di Gilberto Gil, uno dei più importanti musicisti brasiliani. Lo ha annunciato oggi il capo della protezione civile, Guido Bertolaso, durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione che toccherà più di venti luoghi simbolo colpiti dal recente terremoto con l’obiettivo di valorizzare le realtà abruzzesi nel campo della musica, del teatro e della danza creando occasioni di scambio culturale e collaborazioni con grandi protagonisti della musica e dello spettacolo. Il cartellone, che prevede 44 eventi di musica, teatro e danza, vedrà esibirsi gratuitamente, da oggi e fino a settembre, artisti italiani ed internazionali tra i quali Riccardo Muti, Renzo Arbore, Ennio Morricone e Claudio Baglioni. «Oltre alla ricostruzione fisica delle abitazioni e delle infrastrutture» ha precisato Bertolaso «è necessario ricostruire il patrimonio di relazioni culturali e sociali che fanno di una popolazione una comunità di persone che condivide valori e simboli e si riconosce come appartenente alla stessa terra ad un “campo” comune di tradizioni e speranze».