17 Marzo 2017 | 14:36

«Ho perso il mio amore» di Arisa: il primo ascolto

Dal 17 marzo il nuovo brano dell'artista, colonna sonora del film «La verità, vi spiego, sull'amore»

 di Alessandro Alicandri

«Ho perso il mio amore» di Arisa: il primo ascolto

Dal 17 marzo il nuovo brano dell'artista, colonna sonora del film «La verità, vi spiego, sull'amore»

 - Credit: © PIGI CIPELLI 2016

17 Marzo 2017 | 14:36 di Alessandro Alicandri

Arisa torna il 17 marzo in rotazione radiofonica con un nuovo brano, «Ho perso il mio amore», colonna sonora del film «La verità, vi spiego, sull'amore», pellicola nelle sale dal 30 marzo con Ambra Angiolini, Carolina Crescentini, Massimo Poggio, Edoardo Pesce, Giuliana De Sio e Pia Engleberth e un cameo della cantante. Ma torniamo alla musica.

Il brano, disponibile anche in vinile dal 14 aprile (su MusicFirst) è un ritorno spiazzante perché dopo un po' di tempo ritrovi il suo abbraccio di sempre. In seguito a un lungo periodo dove l'abbiamo sentita (e vista) sfuggente, musicalmente meno a fuoco che in passato, qui è come se riprendesse, ma forse non serve il condizionale, le redini della sua direzione artistica, ritrovando dolcezza, profondità e dimensione. 

Il singolo «Ho perso il mio amore» scritto e composto per lei da Cheope, Federica Abbate e Giuseppe Anastasi, con gli archi incisi da Davide Rossi e sotto la produzione di Fabio Gargiulo è una passeggiata onirica e moderna (viene citato anche Google!) nei meandri di un amore finito, anzi, disperso.

Arisa canta malinconica il desiderio di ritrovare un sentimento che si è spento. Non è un interruttore che si accende e si spegne, ma ad un certo punto te ne accorgi. Quel giorno ti svegli accanto alla persona che fino alla notte prima amavi, nel progetto costruito a quattro mani e ti accorgi di essere nel posto sbagliato. È da lì, chi l'ha vissuto lo sa bene, è tutto un gran casino.

Perché ci puoi credere quanto vuoi, ma quell'amore non si è nascosto, se n'è andato. La canzone racconta quel momento che sta tra la consapevolezza individuale e la resa condivisa. Il momento più brutto di una storia d'amore. Questo è senza dubbio il primo grande passo di un nuovo percorso e questo singolo è forse il più bello lanciato da lei negli ultimi anni. Bentornata Arisa.