18 Febbraio 2009 | 19:13

Checco Zalone giudica i «colleghi»: «Ho sentito troppe stonature. Ma la Zanicchi mi ha fatto ingrifare»

Doveva venire a Sanremo come ospite di una delle serate, forse addirittura la finale, poi più niente. Checco Zalone, il comico-musicista portato alla ribalta da "Zelig", adesso il Festival lo vede in tv, “così magari mi viene qualche ispirazione”. Con i cantanti in gara, però, non è tenero. E sul "caso Povia" dice: "Anch'io volevo portare all'Ariston un brano sull'omosessualità, ma poi ho pensato che si trattava di un rischio inutile. L'autore di Luca era gay tra due o tre settimane non se lo filerà nessuno"

 di

Checco Zalone giudica i «colleghi»: «Ho sentito troppe stonature. Ma la Zanicchi mi ha fatto ingrifare»

Doveva venire a Sanremo come ospite di una delle serate, forse addirittura la finale, poi più niente. Checco Zalone, il comico-musicista portato alla ribalta da "Zelig", adesso il Festival lo vede in tv, “così magari mi viene qualche ispirazione”. Con i cantanti in gara, però, non è tenero. E sul "caso Povia" dice: "Anch'io volevo portare all'Ariston un brano sull'omosessualità, ma poi ho pensato che si trattava di un rischio inutile. L'autore di Luca era gay tra due o tre settimane non se lo filerà nessuno"

18 Febbraio 2009 | 19:13 di

Zalone

Doveva venire a Sanremo come ospite di una delle serate, forse addirittura la finale, poi più niente. Checco Zalone, il comico-musicista portato alla ribalta da “Zelig”,  adesso il Festival lo vede in tv, “così magari mi viene qualche ispirazione”.
Come mai non la vediamo a Sanremo?
“Avevo delle date dello spettacolo… Beh, la verità è che un po’ me la facevo sotto, avevo pensato a una cosa, poi mi è parsa fuori luogo, era già stata sfruttata e ho lasciato perdere”.
A cosa aveva pensato?
“Volevo ironizzare sul tema dell’omosessualità, però lo ha già fatto Elio, diventava una cosa non originale e pure rischiosa sul piano della sensisiblità”.
Ma da Checco Zalone ci si aspetta questo e altro…
“Quello che avevo pensato può andare bene per un pubblico che già mi conosce, non per il pubblico patinato del Festival. Mi è andata bene finora, perché rischiare?”.
Ha visto il Festival ieri sera?
“Sì, posso dire una cosa sui big? E che cavolo… Molti sono stonati. Patty Pravo? Non si poteva sentire. Tricarico? è un genio ma sembrava una caricatura. A me non piacciono i cantanti tecnici, ma ieri si sentivano stonature forti”.
Non salva nessuno?
“Mi è piaciuta Dolcenera. E Iva Zanicchi mi ha fatto ingrifare…”.
Con chi le piacerebbe fare un duetto alla Checco Zalone?
“Con Povia, il personaggio è lui, ma sicuramente fra due o tre settimane non se lo filerà più nessuno”.