Home MusicaConcertiDesert Trip: i Rolling Stones cantano i Beatles

08 Ottobre 2016 | 18:17

Desert Trip: i Rolling Stones cantano i Beatles

Nella prima serata del superfestival del deserto, Bob Dylan e gli Stones che cantano “Come Togheter”. Le foto e il video della serata  

 di Lorenzo Di Palma

Desert Trip: i Rolling Stones cantano i Beatles

Nella prima serata del superfestival del deserto, Bob Dylan e gli Stones che cantano “Come Togheter”. Le foto e il video della serata  

Foto: I Rolling Stones al Desert Trip  - Credit: © SplashNews

08 Ottobre 2016 | 18:17 di Lorenzo Di Palma

L’hanno chiamato il “G6 del Rock” e in effetti le “superpotenze” ci sono tutte mancano solo i Led Zeppelin, che di re-union non ne hanno mai voluto sapere. È iniziato il 7 ottobre il "Desert Trip", tre giorni di concerti con tutti i mostri sacri del rock: la prima serata è stata aperta da Bob Dylan e portata avanti dai Rolling Stones. L’8 ottobre tocca a Neil Young e Paul McCartney e la terza serata sarà degli Who e di Roger Waters ex Pink Floyd.

Il super festival, ideato dagli organizzatori del famoso Coachella, si tiene a Indio, in California, nell'esclusivo California's Empire Polo Club, ed è la prima volta che questi nomi storici dividono lo stesso palco. Gli incassi previsti superano i 160 milioni di dollari.

Il set inaugurale ha visto un Bob Dylan stranamente accondiscende verso il pubblico, visto che ha suonato molti classici del suo repertorio (“Lonesome Day Blues”, “Desolation Row”, “Masters Of War”, ecc.), seppur stravolti come d’abitudine, ormai. 

Ma poi sono stati gli ultra settantenni Rolling Stones (il più giovane è Ron Wood che è del 1947), ha incendiare la platea con pezzi del nuovo album appena annunciato, come “Ride Em on Down”, e cavalli di battaglia come “Jumpin’ Jack Flash”, “Satisfaction”, “Midnight Ramble” o “Miss You”. Mick Jagger, non a caso, ha ironicamente salutato il pubblico con un “Benvenuti alla casa di riposo per anziani musicisti in pensione”. Ma poi la band ha fatto faville, regalando anche un’assoluta chicca: una cover dei “rivali” (si fa per dire) Beatles, con “Come Together”, virata di blues: