16 Ottobre 2016 | 13:31

Francesco Renga Live 2016 a Milano: i motivi del trionfo

Abbiamo seguito per voi e con voi la data del 15 ottobre del "Scriverò il tuo nome" Live nei Palasport

 di Alessandro Alicandri

Francesco Renga Live 2016 a Milano: i motivi del trionfo

Abbiamo seguito per voi e con voi la data del 15 ottobre del "Scriverò il tuo nome" Live nei Palasport

16 Ottobre 2016 | 13:31 di Alessandro Alicandri

Francesco Renga, il 15 ottobre 2016, ha presentato alla stampa (ma soprattutto al pubblico di Milano e arrivato a Milano per lo show) il «Scriverò il tuo nome» nei Palazzetti dello Sport 2016, prima parte di un tour che toccherà per ora cinque città italiane per poi diventare nel 2017 un tour teatrale e più capillare in tutta Italia. Solo nella data di ieri, lo spettacolo è stato visto da quasi 10 mila persone paganti. Un gratificante sold out.

Lo spettacolo

In due ore e mezza, Francesco ha affrontato con freschezza tutto il suo repertorio, con una particolare attenzione all'ultimo album «Scriverò il tuo nome» di cui ha cantato (sostanzialmente) tutti i brani, portando sul palco anche i più grandi successi del passato (anche quello non molto lontano) fino a arrivare agli albori del suo esordio con i Timoria.

Insomma, dal punto di vista della scaletta c'era di tutto e non mancava niente.

Quello proposto è uno show volutamente semplice, come è semplice l'artista che seguiamo da così tanti anni. È un concerto che lo riflette come uno specchio: niente fuochi d'artificio, niente effetti speciali. Questo suo primo vero grande tour per nei palazzetti è uno spettacolo focalizzato sulla voce di Francesco, sul suo repertorio e sul ruolo della band, protagonista sul palco e elemento vivo nello show.

Cinque schermi sullo sfondo e tanti piccoli schermi posizionati sul parco luci e sotto le pedane dei musicisti hanno dato vita a uno show dalla sensazione tridimensionale, con un effetto di profondità. Ma di base questo «Scriverò il tuo nome tour» è fatto di canzoni e di voce, esaltato da un pubblico vivace e partecipe. Un pubblico vero.

Un secondo palco dall'altra parte del palazzetto accoglie la fase acustica, più intima, dove si prende la libertà di evadere dalle atmosfere moderne del suo repertorio recente per entrare con delicatezza in territori meno noti ma che hanno incantato tutti, anche i curiosi (e non solo i suoi fan).

La fase dei bis allunga di quasi mezz'ora lo spettacolo che si caratterizza, nel suo complesso, per ricchezza di contenuti, durata e energia.

L'incontro

Nell'incontro post-concerto, ha ribadito (così come ha fatto più volte durante il live) l'importanza che dà al racconto dei sentimenti. È come se il divismo, la percezione del successo, i dati di vendita siano del tutto secondari rispetto al peso specifico della racconto della musica veicola.

Parlare d'amore è una sua missione, una missione quasi impopolare di questi tempi. Lo ha ripetuto così tante volte in questo incontro come se fosse l'unica cosa che conta. «Abbiamo scelto di fare solo cinque date molto mirate nei palazzetti per non strafare, per farlo dove era possibile riempire, dove posso "permettermi" una location così grande». 

Francesco Renga crede nel successo naturale, nei salti mai più lunghi della gamba. È un modo di intendere la popolarità e il successo molto fuori dal comune. Detto da chi arriva dopo così tanti anni a un vero grande tour nei palazzetti, ci riporta a intendere la "fenomenologia" degli artisti in modo diverso.

«Le cose arrivano quando devono arrivare, quando il pubblico è pronto e si sintonizza con te e con la tua musica», spiega in modo disarmante e sincero.

Scaletta e esibizioni più belle

Con un asterisco vi segnalo le esibizioni più belle del live
Con due, le imperdibili

Scriverò il tuo nome
I nostri giorni *
A un isolato da te
A meno di te *
Il bene
Ci sarai
Regina Triste
Vivendo adesso
immune
Spiccare il volo
L'amore altrove **
13 maggio
Il mio giorno più bello nel mondo

Set acustico

Cambio direzione *
Senza vento **
La sorpresa
Venerdì
Dove il mondo non c'è più
Raccontami **
L'ultima poesia
Per farti tornare

Angelo *
Così diversa
Cancellarti per sempre *
Di sogni e illusioni
La tua bellezza *
Affogo Baby *
Rimani così
Dovrebbe essere così *
Sto già bene
Meravigliosa
Migliore *
Sulla pelle **
Era una vita che ti stavo aspettando
Guardam amore *
L'amore sa