Home MusicaConcertiNCCP: “50 anni in Buona Compagnia”

07 Settembre 2016 | 22:16

NCCP: “50 anni in Buona Compagnia”

La Nuova Compagnia di Canto Popolare festeggia il suo primo mezzo secolo con un tour e un nuovo doppio disco. Primo concerto a Milano il 29 novembre

 di Lorenzo Di Palma

NCCP: “50 anni in Buona Compagnia”

La Nuova Compagnia di Canto Popolare festeggia il suo primo mezzo secolo con un tour e un nuovo doppio disco. Primo concerto a Milano il 29 novembre

Foto: L'attuale formazione della Nuova Compagnia di Canto Popolare  - Credit: © Stefano Delia

07 Settembre 2016 | 22:16 di Lorenzo Di Palma

Si chiama “50 anni in Buona Compagnia”, il nuovo doppio disco e il tour, che partirà il 29 novembre dall’Auditorium di Milano, con cui la Nccp - Nuova Compagnia di Canto Popolare festeggia il mezzo secolo di carriera artistica. La Nccp fu fondata infatti a Napoli alla fine degli anni 60 e con precisi scopi filologici di recupero delle tradizioni folk, dai musicisti Eugenio Bennato, Carlo D'Angiò (appena scomparso), Roberto De Simone e Giovanni Mauriello ai quali si unirono poi Peppe Barra, Patrizia Schettino, Patrizio Trampetti, Fausta Vetere e Nunzio Areni.

Il tour sarà anche l’occasione per portare per la prima volta sul palco il nuovo doppio album della band, in uscita a ottobre, nato dalla volontà dello storico produttore Rolando D’Angeli (Nek, Giorgia, Zarrillo, Moro, Goggi e tanti altri) di mettere in luce la straordinaria carriera della Nccp, attraverso l’azione sinergica di un doppio album e di un tour che possano in qualche modo racchiudere il meglio e l’evoluzione musicale di questi 50 anni di grande musica.

In più nel tour ci sarà la presenza di un altro storico gruppo, gli Osanna, con i quali Nccp solcherà i palchi dei maggiori teatri italiani - dopo Milano sarà la volta di Bari (3 dicembre), Roma (6 dicembre) Firenze (7 dicembre, Torino (16 dicembre) e Napoli (22 dicembre) - portando in giro ancora una volta quel grande movimento musicale, esploso negli anni ’70 dal centro del Mediterraneo, che è il “Napule’s Power” che vide al proprio interno anche Pino Daniele, Tony Esposito, Edoardo Bennato, Tullio De Piscopo e James Senese.