10 Luglio 2017 | 11:30

Sul palco con Tiziano Ferro, il racconto di una fan fortunata

Durante una delle tre tappe milanesi del tour estivo, il cantante ha fatto salire sul palco con lui una fan. Ecco l'intervista

 di Chiara Colasanti

Il 17 giugno 2017 è una data difficile da dimenticare per Mary, la fan di Tiziano Ferro che ha avuto la fortuna di salire sul palco insieme a lui, davanti allo stupore di un San Siro gremito di persone presenti alla seconda delle date milanesi del tour estivo. Le abbiamo chiesto come si sia sentita e cosa abbia significato per lei calcare quel palco vicino al suo idolo.

Sei salita sul palco di San Siro: che emozioni hai provato? A posteriori cosa avresti cambiato di quel momento?
Se vi dicessi che ancora non me ne rendo conto mi credereste? Non ho mai vissuto un'emozione così forte nella mia vita e anche dopo settimane non riesco ancora a realizzare. Seguo Tiziano da tanti anni ma se mi avessero fatto la domanda "vuoi salire?" avrei risposto sicuramente di no! Sono dell'idea che lui è il cantante e noi i suoi fan, quindi il palco è suo ed è intoccabile. Non è mai successa una cosa del genere: mi sarei aspettata di tutto, visto che la scaletta a bordo palco c'è dalla prima data, ma di certo non avrei mai immaginato che avrebbe fatto salire qualcuno. Per capire com'è andata basta aprire YouTube e vedere la mia figura(ccia), ma è stato bello il tutto, a partire dalla simpatia e cordialità del suo staff (che rimprovero ancora oggi per il fatto di non avermi avvisata 10 secondi prima) per finire con il suo affetto. Lui era emozionatissimo lui e io morta! Ripensandoci a mente fredda, gli avrei voluto dire così tante di quelle cose o semplicemente ringraziarlo, ma ormai è andata e l'importante è stato fatto.

Quante date del tour di quest'estate hai fatto/farai? Qual è la tua routine prima di una tappa?
Questo è un tasto dolente, anzi dolentissimo visto che siamo quasi arrivati alla fine. Per ora le ho fatte tutte: da Lignano fino alle due di Roma (mi sono fermata solo per dedicarmi al ritorno dei Coldplay in Italia) e diciamo che non è ancora finita qui, ecco. Si tratta di una routine molto faticosa ma vi assicuro che se le attese le passi con le giuste persone sono divertentissime.

Quali sacrifici comporta seguire il proprio beniamino in tour?
I sacrifici ci sono, sia a livello economico sia a livello lavorativo o universitario, ma non si sentono perché inseguire la proprio passione è la cosa più bella del mondo.

Come descriveresti il fan club di Tiziano Ferro?
Il fanclub è una realtà particolare, ti senti immerso in una famiglia fatta di persone che provano esattamente le tue stesse emozioni per l'artista in questione. Come in ogni famiglia, ogni tanto nascono dissapori ma si va avanti più forti di prima. Far parte del fan club di Tiziano ti porta a vivere la sua musica con molta più emotività e se ti capita di incontrare amicizie reali e sincere come è capitato a me, tutto si amplifica e diventa più bello, quasi magico e inspiegabile.

Quali altri artisti segui con così tanta devozione?
Se parliamo in questi termini, posso dire che sono devota solo a Tiziano, ma seguo con entusiasmo anche altri cantanti sia italiani che stranieri. Per esempio un artista che seguo da anni è Nesli e quando Tiziano ha preso in prestito la sua canzone potete ben capire il mio entusiasmo.

Com'è nata la tua passione per Tiziano e la sua musica?
Sono cresciuta con la sua musica! Ho passato tutta la mia infanzia con le mie cugine, una di loro iscritta al fanclub dai tempi di «Xdono»: è per questo che sono così tanto legata al suo mondo. Seguivo tutto il possibile, dalle ospitate a TRL al Festivalbar, ma purtroppo solo tramite gli schermi. Tengo ogni singolo e ogni cd come fosse una reliquia e quando incontro la mia migliore amica delle elementari mi ricorda il fatto che ogni tanto portavo un cd a scuola. Poi finalmente ho convinto i miei a farmi avere la tessera del fan club e ho iniziato a seguirlo realmente, rendendomi conto del fatto che fosse una persona reale e non soltanto il mio artista preferito. Da lì in poi non ho più smesso e forse è per questo che ho deciso di dedicargli un tatuaggio di cui sono gelosissima.

Il grande sogno da fan che vorresti realizzare?
Sembrerà strano, ma dopo essere salita sul suo palco e aver avuto la possibilità di abbracciarlo e di scambiarci qualche parola, credo di non dover proprio più chiedere altro da fan. Spero che ora riesca lui a realizzare tutti i suoi sogni, con noi al suo fianco!

Quali sono le tre canzoni di Tiziano più ascoltate al momento sul tuo cellulare?
«"Solo" È Solo Una Parola», perché è una canzone di protesta e ultimamente l'ascolto spesso visto che amo il suo modo di interpretarla sul palco; «La Tua Vita Intera», una delle più belle dell'album e che, secondo me, manca fortemente alla scaletta del tour... La terza la lascio per ultima solo perché è appena uscita, ma l'ascolto anche mentre dormo: «A Ti Te Cuido Yo» (feat Dasoul), il remix latino di «Lento/Veloce» che è a tutti gli effetti una droga.