05 Dicembre 2011 | 12:27

DAVIDE PAPASIDERO di X FACTOR 5: terzo eliminato. L’intervista per Sorrisi.com

Morgan ha perso il suo primo talento under 25. Le ragioni di una sconfitta con il volto e la voce del talent show Sky che ha più diviso il web...

 di

DAVIDE PAPASIDERO di X FACTOR 5: terzo eliminato. L’intervista per Sorrisi.com

Morgan ha perso il suo primo talento under 25. Le ragioni di una sconfitta con il volto e la voce del talent show Sky che ha più diviso il web...

05 Dicembre 2011 | 12:27 di

Davide Papasidero - Credits: Ufficio Stampa
Davide Papasidero - Credits: Ufficio Stampa

Un volto particolare a X Factor, una verve interessante. Davide Papasidero, l’uomo con il papillon, spogliato quasi sempre del suo look naturale (perché mai?) ha ricostruito se stesso partendo da un’immagine forte scaturita nei provini, ma ritrovata con fatica nelle puntate live. Solo tre occasioni per emergere per un talento che ha diviso le opinioni sul web ma che stava iniziando, lentamente, a decollare.Con la sua ultima performance, “Never be alone” dei Justice, ha sollevato molte critiche da parte del giudice Arisa, che lo ha ritenenuto facilitato dall’effetto artificiale dato dal filtro vocale, che ha reso la sua voce poco chiara e la performance (secondo altri) meno giudicabile di altre. Il suo estro poteva arrivare lontano, ma il pubblico fedelissimo a Morgan non è bastato. Non questa volta.

Si aspettava un percorso così breve a X Factor?
«Mi sarebbe piaciuto andare avanti ancora un po’, per far capire al pubblico chi sono davvero. Anche perché credo di esserci riuscito solo in questa mia ultima puntata. Non critico la scelta del pezzo assegnatomi da Morgan, lo rifarei con tanto di distorsioni comprese. Forse, avrei cantato qualcosa in italiano».

Tommassini ha raccontato durante Extra Factor un suo momento difficile, dietro le quinte, dopo l’eliminazione. Cosa è successo?
«Sono un ragazzo emotivo, per questo ho pianto quando mi hanno portato a salutare i compagni di avventura. Erano provati e la cosa mi commosso ancora di più del normale. L’incontro con questi ragazzi per me ha significato tanto, si sono creati legami forti».

Durante lo scontro finale è uscito il vero Davide, anche vocalmente.
«È vero, ero io completamente. Era la mia ultima chance e nella peggiore delle ipotesi, volevo uscire a testa alta».

Quanto crede Morgan nella sua squadra?
«Lui si dà completamente ai ragazzi. Anche se forse non si vede troppo, però si è affezionato tanto a noi ed era dispiaciuto realmente giovedì. È come lo conoscono tutti: un artista geniale, camaleontico, sensibile, empatico e molto umano».

Qual era la sua vita prima di X Factor?
«La mia giornata era come quella di tanti ragazzi della mia età con un sogno nel cassetto. Andavo all’università, con le mie lezioni di canto. Mi dividevo tra amici, libri e concerti. Ora vorrei ritornare a quella normalità. Provando però a crescere professionalmente per vivere di musica».

Amici è un programma che a cui avrebbe partecipato?
«Ho una stima profonda per il lavoro di Maria De Filippi, Amici è un programma che offre tantissime possibilità ai giovani, ma il mio sogno era proprio quello di partecipare a X Factor».

C’era qualcuno che più di lei meritava l’esclusione per la sua ultima esibizione?
«Non vorrei sembrare superbo, ma non credo di essere stato il peggiore. La mia performance è stata la mia migliore e senza dubbio altri più di me e di Valerio meritavano la candidatura all’esclusione. Sono felice perché anche se è andata com’è andata, molte persone si sono ricredute sul mio conto, avrei voluto mostrare altri miei lati artistici, mi auguro di poterlo fare in futuro».

Un pronostico sui vincitori del programma?
«Non ho le idee chiare, ma ho la sensazione che il pubblico ami particolarmente Antonella Lo Coco e Nicole Tuzii».

SORRISI.COM su Twitter