05 Settembre 2017 | 10:28

La musica dell’autunno: quando escono gli album che ascolteremo

Da Antonacci alla Nannini, da Creminini a Jovanotti (che arriva il 1° dicembre) i dischi più attesi della stagione sono tutti italiani

 di Francesco Chignola

La musica dell’autunno: quando escono gli album che ascolteremo

Da Antonacci alla Nannini, da Creminini a Jovanotti (che arriva il 1° dicembre) i dischi più attesi della stagione sono tutti italiani

Foto: Jovanotti durante la lavorazione del nuovo album  - Credit: © Twitter ufficiale

05 Settembre 2017 | 10:28 di Francesco Chignola

Sarà il nuovo album di Jovanotti il culmine dell’autunno pop italiano. Ma i fan di Lorenzo dovranno avere un po’ di pazienza: uscirà venerdì 1° dicembre, in tempo per i regali di Natale. E saranno in migliaia a metterlo sotto l’albero.

Ma facciamo un passo indietro: prima di Jovanotti, ci attende una lunga stagione di novità musicali. Dopo il calcio d’inizio dato da Nina Zilli con «Modern art», il 15 settembre arriverà il nuovo di Caparezza, «Prisoner 709», registrato tra la Puglia e Los Angeles, in cui il rapper duetta anche con Max Gazzè.
Di sicura uscita, ma senza ancora una data, ci sono il disco di Max Pezzali (anticipato dal singolo estivo «Le canzoni alla radio» con Nile Rodgers) e quello di Francesca Michielin: il brano «Vulcano» sta avendo un crescente successo nelle radio e rappresenta un’ulteriore crescita per la giovane cantante veneta.

Appuntamento già fissato, invece, per il ritorno di Thomas (il 13 ottobre) e per l’album di inediti di Gianna Nannini: il suo «Amore gigante» esploderà dal 27 ottobre. Si tratta del primo album di inediti di Gianna dal gennaio 2013: in questi quattro anni e mezzo sono usciti un disco di cover (triplo Platino) e una raccolta di successi. La prima delle 15 nuove canzoni della Nannini, incise tra Londra e Los Angeles, debutterà in radio il 15 settembre.

A novembre la stagione comincerà davvero a scaldarsi. A cominciare da Biagio Antonacci: il suo nuovo album non ha ancora un titolo ma ha già una data d’uscita, il 10 novembre. La settimana successiva sarà il turno di Gianni Morandi. Fresco del travolgente duetto con Rovazzi (vedi box a destra) che gli ha permesso di farsi scoprire da un pubblico di giovanissimi, Morandi pubblicherà proprio il 17 novembre «D’amore d’autore», raccolta di inediti con un filo conduttore, l’amore. E dopo il trionfale tour con Claudio Baglioni, dal 24 febbraio Gianni tornerà nei palazzetti con una lunga serie di live «solisti».

Siamo giunti a venerdì 24 novembre, data d’uscita di un altro album molto atteso e per il momento avvolto nel mistero: è il nuovo di Cesare Cremonini, a cui il cantautore ha lavorato per molti mesi nei suoi studi di Bologna e che ha da poco finito di mixare a Londra. Il nome in codice che Cesare ha dato al progetto è «Benedict album», ma non sarà il titolo definitivo.

Un altro superbig della canzone a tornare nei negozi è Tiziano Ferro. Non con un altro disco di inediti, ma con una riedizione di «Il mestiere della vita». Sarà particolarmente gustosa, perché conterrà una rivisitazione in acustico dei brani dell’album (quadruplo Platino) e un duetto con Levante, cantante-rivelazione e neo-giudice di «X Factor». Ancora da svelare la data d’uscita ufficiale, ma il disco dovrebbe essere pronto intorno a metà novembre.

Avvicinandosi a Natale troveremo nei negozi anche il nuovo cd dei Negramaro. La band di Giuliano Sangiorgi era impegnata in studio all’inizio dell’estate, e a questo punto l’opera dovrebbe essere quasi terminata. È al lavoro anche Elisa, ma per il suo album (il primo con la casa discografica Universal dopo vent’anni in Sugar) i tempi saranno più lunghi: se ne riparla nel 2018.

Ed eccoci arrivati al 1° dicembre e al ritorno di Jovanotti. A due anni e mezzo da «Lorenzo 2015 CC.» (quintuplo Platino), per questo album Lorenzo ha chiamato al suo fianco Rick Rubin: figura leggendaria della musica americana, negli Anni 80 contribuì a trasformare i Beastie Boys e i Public Enemy in star assolute (portando il rap nelle case di milioni di ragazzi) e nei decenni successivi ha lavorato al fianco di tutti i numeri uno del mondo, da Adele ai Red Hot Chili Peppers.

A proposito di artisti stranieri, ovviamente in autunno non ascolteremo solo pop italiano. In attesa che si sollevi il velo di segretezza sull’annunciatissimo «Songs of experience» degli U2, le danze internazionali si apriranno il 15 settembre con il nuovo dei Foo Fighters, intitolato «Concrete and gold», e con «Evolution» di Anastacia, prima raccolta di inediti della cantante americana dopo tre anni. Il 29 settembre sarà il turno di Miley Cyrus con «Younger now»: segnerà un’altra svolta nel sound e nel look dell’artista 24enne.

Appuntamento il 6 ottobre con Liam Gallagher: «As you were» sarà il primo vero disco solista dell’ex Oasis. Dopo Pink, che torna il 13 ottobre (dopo cinque anni) con «Beautiful trauma», occhi puntati su Taylor Swift e su «Reputation»: lo ascolteremo dal 10 novembre e già dal singolo «Look what you made me do» promette di far parlare di sé.