Home MusicaDischi in uscita«I Tell a Fly» di Benjamin Clementine, un disco strepitoso

29 Settembre 2017 | 16:31

«I Tell a Fly» di Benjamin Clementine, un disco strepitoso

Classe 1988, l'artista si ispira alla musica di grandi compositori come Satie e Debussy ma anche al soul di Nina Simone e Aretha Franklin

 di Valentina Cesarini

«I Tell a Fly» di Benjamin Clementine, un disco strepitoso

Classe 1988, l'artista si ispira alla musica di grandi compositori come Satie e Debussy ma anche al soul di Nina Simone e Aretha Franklin

29 Settembre 2017 | 16:31 di Valentina Cesarini

Un debutto brillante nel 2015 con At Least For Now e un grande ritorno sulle scene per Benjamin Clementine, poeta e cantautore inglese ma francese d'adozione che nel nuovo disco I Tell a Fly ci racconta la propria storia con un'alternanza di ballante struggenti e brani che sudano rabbia. L'artista - che ricorda un piacevole sposalizio tra il lirismo di Nick Cave e quello degli Antony and the Johnsons - vuole spiazzare l'ascoltatore nel proporre un universo musicale intrigante, che sembra nascere dalla composizione classica (Clementine si approccia da piccolo alla musica suonando il pianoforte) per spingersi verso un vibrante soul/blues. Per conoscerlo e apprezzarlo dovremmo parlare delle sue influenze musicali, che spaziano da Debussy e Satie fino a Aretha Franklin, Jimi Hendrix e Nina Simone, o forse dei poeti che lo hanno ispirato, come Sylvia Plath e William Blake; ma, in fin dei conti, forse il modo migliore per apprezzare un album strepitoso come «I Tell a Fly» è alzare il volume al massimo e chiudere gli occhi.

«Quando penso a me stesso penso a un alieno. Sono un vagabondo. Nella maggior parte dei posti dove sono stato sono sempre stato il diverso. Per questo ho iniziato a pensare alla storia di una coppia di uccellini, innamorati: uno ha paura di andare avanti e l’altro si sta assumendo il rischio di vedere cosa accadrà».

Tracklist

“Farewell Sonata”, “God Save The jungle”, “Better Sorry than Safe”, “Phantom of Aleppoville”, “Paris Cor Blimey”, “Jupiter”, “Ode From Joyce”, “One Awkward Fish”, “By The Ports of Europe”, “Quintessence”, “Ave Dreamer”.

Le date del tour

5th Oct Carnegie Hall, New York, US
2nd/3rd Nov Iceland Airwaves, Reykjavik, Iceland
12th Nov The October Palace Kiev, Ukraine
13th Nov Izvestia Hall Moscow, Russia
15th Nov The Hall Compensa Vilnius, Lithuania
16th Nov MTP2 Hall Poznan, Poland
18th Nov Elbphilarmonie Hamburg, Germany
19th Nov Philharmonie Munich Munich, Germany
20th Nov Köln Philharmonic Hall Köln, Germany
21st Nov Berlin Philharmonie Berlin, Germany
22nd Nov Konzerthaus Dortmund Dortmund, Germany
25th Nov Cirque Royal Brussels, Belgium
27th Nov Philharmonie Luxembourg Luxembourg
28th Nov De Doelen Rotterdam, Netherlands
30th Nov Dome Concert Hall Brighton, UK
1st Dec Birmingham Town Hall Birmingham, UK
3rd Dec O2 Academy Leeds, UK
4th Dec The Ritz Manchester, UK
5th Dec Brixton Academy London, UK
6th Dec The Sage Gateshead Gateshead, UK
8th Dec Colston Hall One Bristol, UK