26 Gennaio 2015 | 16:34

Festival di Sanremo 1974

Iva Zanicchi vince il suo terzo Festival, votata in massa per « Ciao, cara come stai?», relegando al secondo posto il favorito Domenico Modugno, per l’undicesima e ultima volta in gara al Festival

Festival di Sanremo 1974

Iva Zanicchi vince il suo terzo Festival, votata in massa per « Ciao, cara come stai?», relegando al secondo posto il favorito Domenico Modugno, per l’undicesima e ultima volta in gara al Festival

26 Gennaio 2015 | 16:34

Tradizione e rinnovamento sono gli ingredienti intorno ai quali viene organizzato il 24° Festival. Come nel 1973 l’elenco dei debuttanti è molto lungo, ma per la prima volta nella storia della rassegna i giovani seguono ll’inizio un percorso diverso rispetto a quello degli artisti più affermati. I cantanti vengono infatti divisi in due gruppi: 14
passano di diritto alla finale, gli altri 14 devono affrontare le giurie che ne possono promuovere solo quattro.

Nel primo gruppo ci sono tre ex vincitori del Festival: Domenico Modugno, favorito della vigilia con « Questa è la mia vita», Nicola Di Bari e Iva Zanicchi. Tra gli altri big ci sono Orietta Berti, Little Tony, Milva, Al Bano e Mino Reitano. Nel secondo gruppo c’è Riccardo Fogli, l’ex cantante dei Pooh al suo debutto da solista con il brano « Complici». Con lui il 24enne leccese Franco Simone, vincitore del Festival di Castrocaro nel 1972. « Fiume grande», il brano che presenta al Festival, è destinato a un grande successo internazionale. C’è anche Donatella Rettore, 19enne di Castelfranco Veneto che dichiara di essere più brava di Mina. Per tutti e tre l’appuntamento con il successo è rimandato visto che le giurie bocciano in blocco le loro canzoni.

Tra i respinti c’è pure l’Orchestra di Raoul Casadei ma l’organizzazione decide di riammetterla in gara sfidando il no della Rai. Peccato però che il re del liscio sia già ripartito per un concerto rendendosi di fatto irreperibile. Nel 1974 debutta al Festival Claudio Baglioni ma solo come autore di « A modo mio», interpretata da Gianni Nazzaro. È la prima volta anche di Cristiano Malgioglio, autore del testo di « Ciao cara, come stai?», la canzone con la quale Iva Zanicchi vince il suo terzo Festival. Un’affermazione clamorosa e inaspettata resa possibile dalla giuria di Benevento che vota in massa per « Ciao, cara come stai?» relegando al secondo posto il favorito Domenico Modugno, per l’undicesima e ultima volta in gara al Festival. Mister Volare tornerà fuori concorso nel ’76 e nel ’77.

Si chiude così un’edizione che, secondo Sorrisi, è stata segnata da gravissime lacune, « organizzata frettolosamente e quindi male». La situazione precipiterà 12 mesi dopo.