27 Gennaio 2015 | 14:30

Festival di Sanremo 1980

Vince Toto Cutugno con « Solo noi», brano semplice ma intenso, davanti a Enzo Malepasso (secondo con « Ti voglio bene») e Pupo, terzo con « Su di noi»

Festival di Sanremo 1980

Vince Toto Cutugno con « Solo noi», brano semplice ma intenso, davanti a Enzo Malepasso (secondo con « Ti voglio bene») e Pupo, terzo con « Su di noi»

27 Gennaio 2015 | 14:30

Gli Anni 80 del Festival di Sanremo iniziano con l’edizione del rilancio e della riabilitazione dopo un decennio oscuro, chiuso ingloriosamente nel ’79 dalla vittoria della meteoraMino Vernaghi.

La Rai e l’organizzatore Gianni Ravera affidano la conduzione al 27enne Claudio Cecchetto, voce di Radio 105 e presentatore di « Disco ring», programma musicale della domenica pomeriggio. Al suo fianco l’attrice Olimpia Carlisi e l’imprevedibile Roberto Benigni, noto per le sue improbabili recensioni cinematografiche in « L’al-
tra domenica», il varietà domenicale di Renzo Arbore. Dallo stesso programma arriva anche lo scenografo Gianfranco Ramacci, che disegna un palco stile discoteca.

Tra i 30 cantanti in gara, 10 dei quali sono ammessi di diritto alla finale, ci sono grandi nomi in cerca di rilancio, proprio come il Festival. Gianni Morandi porta « Mariù», scritta per lui dagli amici Dalla e De Gregori; Bobby Solo propone l’orecchiabile « Gelosia», mentre Peppino di Capri insegue la terza vittoria con « Tu cioè...». Cercano la conferma, invece, Pupo e Toto Cutugno. Il primo ha già al suo attivo diverse hit (« Ti scriverò», « Forse»), il secondo (ex leader degli Albatros) ha composto « Soli», successo di Adriano Celentano dell’estate precedente.

Tra gli sconosciuti, l’attenzione della stampa si concentra sui milanesi Decibel, gruppo punk che accede alla finale con il brano « Contessa». La Rai trasmette integralmente solo la terza e ultima serata, mentre le prime
due vanno in onda in sintesi dopo le 23. Vince Toto Cutugno con « Solo noi», brano semplice ma intenso, Morandi sfiora il podio, piazzandosi quarto dietro Enzo Malepasso (secondo con « Ti voglio bene») e Pupo, terzo con « Su di noi», ancora oggi uno dei suoi brani più famosi.

Le polemiche intorno al monologo di Benigni, che affettuosamente prende di mira Papa Wojtyla e bacia con passione Olimpia Carlisi, arrivano come ciliegina sulla torta di un’edizione che ha portato a termine la sua missione: per la prima volta dopo tanti anni gli italiani si sono appassionati al Festival. Quella che oggi viene definita « kermesse festivaliera», fatta di intere pagine sui quotidiani e di innumerevoli collegamenti radio-tv, nasce proprio nel febbraio del 1980.