11 Febbraio 2009 | 18:42

I concorrenti di Sanremo 2009: Fausto Leali

Fausto Leali è nato a Nuvolento (Brescia) il 29 ottobre 1944 (Scorpione). Al Festival quest’anno fa 13: questo, infatti, è il numero delle sue presenze a Sanremo, dove ha debuttato nel 1968, sei anni dopo l’ingresso nel mondo della discografia con lo pseudonimo di Fausto Denis e dodici mesi dopo il primo grande successo, «A […]

 di

I concorrenti di Sanremo 2009: Fausto Leali

Fausto Leali è nato a Nuvolento (Brescia) il 29 ottobre 1944 (Scorpione). Al Festival quest’anno fa 13: questo, infatti, è il numero delle sue presenze a Sanremo, dove ha debuttato nel 1968, sei anni dopo l’ingresso nel mondo della discografia con lo pseudonimo di Fausto Denis e dodici mesi dopo il primo grande successo, «A […]

11 Febbraio 2009 | 18:42 di

Fausto Leali
Fausto Leali

Fausto Leali è nato a Nuvolento (Brescia) il 29 ottobre 1944 (Scorpione). Al Festival quest’anno fa 13: questo, infatti, è il numero delle sue presenze a Sanremo, dove ha debuttato nel 1968, sei anni dopo l’ingresso nel mondo della discografia con lo pseudonimo di Fausto Denis e dodici mesi dopo il primo grande successo, «A chi», ottenuto con il suo vero nome. «Fu lì» ricorda adesso Leali «che per la mia voce roca mi affibbiarono il soprannome di “negro bianco”». «In quel mio primo Festival» continua il cantante «mi trovai in coppia con il grande Wilson Pickett. La canzone era “Deborah” che è anche il nome della mia prima figlia».
«Al Festival ho dato tanto, ma ho anche tanto ricevuto» prosegue Leali. «Gli devo il mio rilancio nel 1987 con “Io amo”, una bellissima canzone scritta da Toto Cutugno e poi Sanremo mi ha regalato una vittoria nel 1989 con “Ti lascerò”, cantata a due voci con una straordinaria Anna Oxa». In coppia, questa volta con Luisa Corna, Leali si presentò anche al Festival del 2002 con «Ora che ho bisogno di te» che si classificò quarta, ma che vanta il piccolo primato di essere stata seguita in televisione, la prima serata della sua esecuzione, dal picco di ascolto dei telespettatori.
La canzone che Leali porta a Sanremo quest’anno è firmata da Gianfranco Fasano e Fabrizio Berlincioni, titolo «Una piccola parte di te».
«È un bel brano melodico» spiega Fausto «ma duro e che parla del rapporto fra padri e figli e della consapevolezza che in ognuno di loro c’è una parte di te. Mi piace molto, la sento mia e non ho paura della gara. Però lasciatemi libero il quarto posto, ci sono affezionato: qui a Sanremo ci sono già arrivato quattro volte!». Il cantante sta lavorando a un nuovo album, il 22° della sua lunga carriera. «E che non necessariamente» precisa lui «dovrà uscire sotto Sanremo. Se poi volete sapere quale canzone per me incarni il Festival non ho dubbi. È quella che lo rappresenterà per sempre: “Nel blu dipinto di blu”, il mitico “volo” del grandissimo Domenico Modugno».

- Vai all’elenco degli ARTISTI in gara a Sanremo