12 Febbraio 2009 | 15:55

I concorrenti di Sanremo 2009: Iva Zanicchi

Iva Zanicchi è nata a Vaglie di Ligonchio (Reggio Emilia) il 18/01/1940 (Capricorno). Dei cantanti in gara è quella che vanta il maggior numero di vittorie: tre su nove presenze. Ha debuttato al Festival nel 1965, la prima vittoria due anni dopo con il brano «Non pensare a me» in coppia con Claudio Villa. Seconda […]

 di

I concorrenti di Sanremo 2009: Iva Zanicchi

Iva Zanicchi è nata a Vaglie di Ligonchio (Reggio Emilia) il 18/01/1940 (Capricorno). Dei cantanti in gara è quella che vanta il maggior numero di vittorie: tre su nove presenze. Ha debuttato al Festival nel 1965, la prima vittoria due anni dopo con il brano «Non pensare a me» in coppia con Claudio Villa. Seconda […]

12 Febbraio 2009 | 15:55 di

ivazanicchiIva Zanicchi è nata a Vaglie di Ligonchio (Reggio Emilia) il 18/01/1940 (Capricorno). Dei cantanti in gara è quella che vanta il maggior numero di vittorie: tre su nove presenze. Ha debuttato al Festival nel 1965, la prima vittoria due anni dopo con il brano «Non pensare a me» in coppia con Claudio Villa. Seconda vittoria nel 1969 con «Zingara», questa volta accoppiata a Bobby Solo: «E se devo identificare Sanremo con una sola canzone» dice Iva «penso proprio a questa». Terzo trionfo nel 1974 con «Ciao cara, come stai?».
Bonolis aveva chiamato la Zanicchi già nel 2005 come opinionista: «Ma io preferisco il ruolo di cantante» spiega Iva che in questo periodo si divide tra il set (sta girando la nuova serie della fiction «Caterina e le sue figlie» per Canale 5 accanto a Virna Lisi, «con la quale è nata una bella amicizia») e Bruxelles, dove è deputato al Parlamento europeo. E a chi le obietta che un parlamentare non dovrebbe partecipare, per la par condicio, a manifestazioni pubbliche risponde: «Sono polemiche sterili: si torna a votare per il Parlamento europeo a giugno, ma non faccio mica campagna elettorale. Inoltre non percepisco dalla Rai alcun compenso e vado a Sanremo a mie spese». E ci va con una canzone, «Ti voglio senza amore», dal testo decisamente passionale: «È lo sfogo di una donna che in amore ha sempre dato e ora vuole solo avere, senza troppi coinvolgimenti emotivi. Sì, alcuni passaggi sono forti: mi diverto come una matta a cantarla anche se, confesso, la gara mi spaventa».
Durante il Festival uscirà il 30° album della sua carriera. Oltre al brano sanremese, nove inediti (firmati fra gli altri da Tiziano Ferro e Mariella Nava) e una canzone di Mogol-Battisti, «Il mio bambino», che la cantante aveva già inciso nel 1972.

- Vai all’elenco degli ARTISTI in gara a Sanremo