29 Marzo 2013 | 15:00

Lykke Li, chi è la cantante svedese di «I follow rivers»

«I follow rivers» è il brano più trasmesso dalle radio italiane questa settimana. E non solo: è il secondo singolo digitale più scaricato del momento, oltre che una presenza fissa nella Top 10 da ben 11 settimane. Ma non tutti sanno chi si cela dietro questo irresistibile remix: una cantante svedese di 27 anni, di cui 6 passati a fare musica.

 di

Lykke Li, chi è la cantante svedese di «I follow rivers»

«I follow rivers» è il brano più trasmesso dalle radio italiane questa settimana. E non solo: è il secondo singolo digitale più scaricato del momento, oltre che una presenza fissa nella Top 10 da ben 11 settimane. Ma non tutti sanno chi si cela dietro questo irresistibile remix: una cantante svedese di 27 anni, di cui 6 passati a fare musica.

29 Marzo 2013 | 15:00 di

«I follow rivers» è il brano più trasmesso dalle radio italiane questa settimana. E non solo: è il secondo singolo digitale più scaricato del momento, oltre che una presenza fissa nella Top 10 da ben 11 settimane. Ma non tutti sanno chi si cela dietro questo irresistibile remix: una cantante svedese di 27 anni, di cui 6 passati a fare musica, e durante i quali è diventata una delle interpreti più apprezzate del pop del Nord Europa.

Si chiama Lykke Li, è nata il 18 marzo 1986 a Ystad, città nel sud della Svezia, a 60 chilometri da Malmö, un porto da dove salpano i battelli per l’isola danese di Bonholm e per la Polonia. Sua madre è una fotografa, ma entrambi i suoi genitori sono musicisti. Durante i primi anni della sua vita Lykke Li ha vissuto in giro per il mondo, dal Portogallo, al Marocco, al Nepal, fino a trasferirsi per un paio d’anni, ancora teenager, a Brooklyn.

Nonostante in Italia sia molto nota da pochi mesi, la sua carriera musicale è iniziata quasi sei anni fa, prima con l’Ep «Little bit» e poi con il suo album di debutto, uscito nel 2008, intitolato «Youth novels». Un esordio soprendente in cui si sentono già le molte influenze musicali della giovane cantante, dal pop elettronico al soul fino alla dance, e viene accolto positivamente dalla critica. L’album arriva al terzo posto in classifica in Svezia.

Guardiamo il video di due singoli estratti dall’album, «I’m good, I’m gone» e «Breaking it up».

Nel 2009, un’altra grande occasione per Lykke Li, che partecipa con un brano inedito intitolato «Possibility» alla colonna sonora del film «The Twilight Saga: New Moon», disco di platino negli Stati Uniti.

A tre anni dal debutto, nel 2011, arriva il secondo album, registrato questa volta a Los Angeles: si intitola «Wounded Rhymes». L’album è ancora pop ma più dark e sperimentale, Lykke Li va alla ricerca di un sound quasi tribale, suscitando l’entusiasmo della critica, che vede in questo nuovo lavoro un’evoluzione del suo talento. Stavolta la cantante raggiunge il secondo posto in Svezia e nel 2012 vince due Swedish Grammys Awards, come miglior artista e per il miglior album dell’anno.

Il primo singolo estratto si intitola «Get some» ed è stato usato come colonna sonora di diverse serie tv tra cui «90210», «Vampire Diaries», «Teen wolf» e «Pretty little liars». Ecco il video ufficiale del brano.

Proprio in «Wounded Rhymes» è presente anche «I follow rivers», la canzone che negli ultimi mesi ha spopolato in Italia e in tutta Europa grazie alla versione remixata da The Magician. Ecco un confronto: la versione originale del brano (uscita come singolo nel gennaio 2011) e il suo remix.

Tra i videoclip più belli realizzati da Lykke Li c’è senza dubbio quello del brano «Sadness is a blessing». Nel video recita, accanto alla cantante, l’attore svedese Stellan Skarsgård («Will hunting», «Thor»).

Nel corso degli anni, Lykke Li ha anche collaborato con altri artisti, per esempio cantando per i Röyksopp in «Miss it so much» e per i Miike Snow in «Black Tin Box». Tra le sue ultime canzoni c’è anche una cover dei Fleetwood Mac, realizzata per un disco tributo alla band: il brano si intitola «Silver Springs».

Infine, la sua bellezza particolare non poteva passare insosservata: circa un anno fa, la cantante ha firmato un contratto con un’agenzia diventando a tutti gli effetti anche una modella.

E se avete Spotify, ecco i due album di Lykke Li, pronti da ascoltare.