Home MusicaNewsChuck Berry, morto a 90 anni uno dei pionieri del rock ‘n’ roll

19 Marzo 2017 | 10:50

Chuck Berry, morto a 90 anni uno dei pionieri del rock ‘n’ roll

Il musicista aveva 90 anni e di recente aveva annunciato l’uscita di un nuovo album di inediti. È stato l'anima del rock

 di Lorenzo Di Palma

Chuck Berry, morto a 90 anni uno dei pionieri del rock ‘n’ roll

Il musicista aveva 90 anni e di recente aveva annunciato l’uscita di un nuovo album di inediti. È stato l'anima del rock

Foto: Chuck Berry  - Credit: © Getty

19 Marzo 2017 | 10:50 di Lorenzo Di Palma

Nella sua chitarra elettrica l’essenza del rock: Chuck Berry, è morto a Saint Louis, la città del Missouri in cui era nato nel 1926. “Voglio ancora fare musica” diceva fino a pochi mesi fa: la musica è stata la sua vita e con la sua musica, che dal rhythm blues tradizionale traghetta verso un personalissimo rock and roll, ha influenzato intere generazioni di artisti e di band, prime fra tutte i Beatles, i Rolling Stones, gli Who, i Beach Boys.

Fu lui a inventare il Duck Walk, saltando su una gamba e portando l’altra avanti e indietro, imitando la camminata di un’anatra, un movimento ripreso da tanti chitarristi e anche da Michael Jackson.

A scoprire il suo talento fu Muddy Waters, il re del blues, che lo spinse a incidere Maybellene, la sua prima hit. Da allora, dagli anni '50, nonostante un percorso di vita molto tormentato, è stata una lunga serie di successi tra cui Roll over Beethoven, Rock'n'roll music, Sweet Little Sixteen.

Il suo brano più famoso è Johnny B. Goode, pietra miliare della musica popolare moderna e del rock'n'roll in cui protagonista è un giovane chitarrista la cui madre è certa che diventerà una star. Di sicuro, tra le stelle nel 1977, quando la Nasa lanciò in orbita il Voyager I, tra le canzoni portate a bordo per spiegare agli extraterrestri la musica ascoltata sul pianeta c’era anche Johnny B. Goode.

Anche per il cinema Chuck Berry è stata una inesauribile fonte di ispirazione: è ancora Johnny B. Goode la canzone che Michael J. Fox esegue in Ritorno al futuro, mentre John Travolta e Uma Thurman in Pulp Fiction di Tarantino ballano un indimenticabile twist sulle note di You Never Can Tell incisa nel 1964.

Di recente, a distanza di 39 anni dall’ultimo disco, aveva annunciato l’uscita di un nuovo album intitolato Chuck composto di brani inediti e interamente dedicato alla moglie.