Home MusicaPlaylistLe cantanti italiane degli anni 80 che ci fanno ancora ballare

20 Ottobre 2016 | 08:00

Le cantanti italiane degli anni 80 che ci fanno ancora ballare

Berté, Nannini, Rettore, Oxa: sono le protagoniste della musica italiana anni 80. I loro brani indimenticabili da anni riempiono i cuori e le piste da ballo

 di Eleonora Gasparella

Foto: La rettore nel 1986
Credit: © Olycom

Tra le tante pagine musicali, gli anni ottanta sono soprattutto ricordati per la loro semplicità e, talvolta, la loro frivolezza. Questo non si può certo dire per alcune cantanti italiane che in quell'epoca hanno saputo creare e interpretare brani che hanno lasciato il segno, dimostrandosi all'avanguardia per musica e tematiche dei testi. Non si può non citare l'indimenticabile Giuni Russo, artista sperimentatrice e poliedrica. I suoi brani sono fotografie dell'Italia e delle italiane di quegli anni, con tutte le loro contraddizioni (Un'Estate al Mare, Alghero). È proprio di questi giorni l'annuncio dell'uscita, il 14 novembre, di un cofanetto: "Fonte d'Amore" contenente le sue canzoni più belle. Il box sarà dedicato alla memoria di Carlo Bixio, editore, produttore e caro amico di Giuni Russo.

Gli anni ottanta sono anche stati quelli del boom per altre strordinarie interpreti, ad esempio Loredana Bertè, che ha alternato nella sua carriera grandi successi ma anche crisi e fragilità, portandole nei suoi brani, o Anna Oxa, che ha raccontato il mondo delle donne in modo delicato con una voce unica e senza eguali. Anche i temi più controversi trovavano spazio in brani a un passo dalla censura: da America (1979) e Voglio il Tuo Profumo di Gianna Nannini, a Kobra di Donatella Rettore o Nell'Aria di Marcella Bella: la femminilità veniva finalmente espressa e liberata da anni di costrizioni e di tabù. Abbiamo scelto le canzoni più belle delle donne della musica italiana, dal 1980 all'89. Sono brani che parlano d'amore, di conflitti, di libertà, di paure: di tutto ciò che significa essere donna