29 Gennaio 2015 | 17:57

Sanremo 2015, il primo ascolto delle canzoni in gara

Abbiamo ascoltato in anteprima le 20 canzoni dei Campioni scelti da Carlo Conti. Ecco che cosa sentirete e le nostre prime impressioni

 di Francesco Chignola

Sanremo 2015, il primo ascolto delle canzoni in gara

Abbiamo ascoltato in anteprima le 20 canzoni dei Campioni scelti da Carlo Conti. Ecco che cosa sentirete e le nostre prime impressioni

Foto: Arisa, Carlo Conti e Emma

29 Gennaio 2015 | 17:57 di Francesco Chignola

Quando Carlo Conti anticipò a Sorrisi che il suo Sanremo sarebbe stato molto «cuore e amore» non scherzava. E dopo aver sentito i brani dei Campioni (che vi raccontiamo qui sotto, uno per uno) ne abbiamo avuto la prova: il romanticismo della canzone italiana trionferà all’Ariston dal 10 al 14 febbraio. Che il Festival si chiuda il giorno di San Valentino non è forse un caso. «È vero, l’amore è il tema più ricorrente delle canzoni che abbiamo scelto, ma anche di quelle che abbiamo scartato nella selezione finale» ci spiega Carlo Conti. «In ogni caso il sentimento in questi 20 brani è raccontato in tutte le sue sfaccettature, dalla gioia al dolore».

Annalisa

Uno dei tre brani dei Campioni firmati da Kekko Silvestre dei Modà, Una finestra tra le stelle è un brano che esprime un amore in grado di dare ossigeno al cuore con un solo bacio, cantato da Annalisa con trasporto e intensità.

Bianca Atzei

La melodrammatica Il solo al mondo porta anch’essa la firma di Kekko dei Modà ed è il brano dove si sente di più la sua impronta stilistica. Accompagnata da archi e chitarre, Bianca racconta il tentativo di riconquistare un amore.

Malika Ayane

Il testo della ballata Adesso e qui (scritto a quattro mani con Pacifico) parla della fine di un amore in cui il presente è già intriso di nostalgia. La musica è co-firmata da Giovanni Caccamo, che gareggia tra le Nuove proposte.

Biggio e Mandelli

I due «Soliti idioti» portano a Sanremo un brano goliardico con un ritornello circense sulla Vita d’inferno dell’italiano medio di oggi, alle prese con tablet, parcheggi, conti salati e Peppa Pig. Sembrano emuli di Cochi e Renato.

Alex Britti

Non poteva che esserci la chitarra al centro di Un attimo importante, canzone che è un invito ad amarsi il più possibile. Le prime strofe, quasi parlate, introducono una seconda parte in cui vengono introdotte ritmiche elettroniche.

Chiara

Brano romanticissimo, Straordinario contiene all’interno del suo testo una domanda che è un dubbio sulla reciprocità dell’amore. Il pezzo porta la firma di Ermal Meta, autore molto richiesto (ha scritto per Mengoni, Giusy Ferreri, Annalisa).

Dear Jack

La band lanciata da «Amici» debutta a Sanremo con Il mondo esplode, una delle canzoni più radiofoniche in gara, un brano pop rock che sfrutta i suoni tipici del gruppo ma anche la dimensione orchestrale.

Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi

Pezzo dall’impronta quasi jazz, Io sono una finestra ha un testo ricercatissimo e un tema impegnativo: parla di scoperta di sé e di identità di genere. «Non c’è una donna o un uomo, solo un essere umano».

Lara Fabian

Ricorda quasi lo stile teatrale di un musical il brano portato a Sanremo dalla popstar belga. Ricco di cori e di virtuosismi vocali, Voce è un omaggio alla musica che «non smette mai di dare un senso a questo tempo».

Lorenzo Fragola

Una storia d’amore che finisce è al centro del testo (autobiografico?) scritto dal vincitore di «X Factor» e co-firmato dal rapper Fedez: Siamo uguali è un brano pop molto attuale con accenni di soul e di elettronica.

Irene Grandi

«Non sei più tornata, sei stata di parola» canta Irene in Un vento senza nome. Ma la persona di cui parla è se stessa: il brano, una ballata malinconica, è in realtà un’analisi della propria voglia di ricominciare da capo.

Gianluca Grignani

La bellezza degli occhi che ci salvano dalle rovine del mondo: Gianluca in Sogni infranti mescola riflessioni molto personali a una critica dell’informazione e dello spettacolo in un brano orchestrale dal sapore pop rock.

Il Volo

Come si intuisce dal titolo stesso, Grande amore è un inno al sentimento più intenso e totalizzante («Quando vivo, vivo solo in te»). Il trio interpreta il brano mescolando l’indole più pop a improvvisi slanci di lirica. 

Marco Masini

Non una canzone d’amore: Che giorno è esprime la voglia di vivere a pieno la vita rialzandosi dopo ogni avversità. Firmato con Federica Camba e Daniele Coro, il brano è caratterizzato dalla cadenza trascinante del suo ritornello.

Moreno

L’unico brano rap dei Campioni di Sanremo è Oggi ti parlo così, pezzo dal testo ricco di rime, assonanze e riferimenti, dal Telepass alla serie tv «Heroes». Tra gli autori Roberto Casalino (quello di «L’essenziale» di Marco Mengoni).

Nek

È uno dei pezzi più ritmati di Sanremo, con sonorità pop rock elettroniche che ricordano gli U2 e i Coldplay di «A sky full of stars». Fatti avanti amore è un invito aperto: i nostri corpi e le nostre anime sono «fatti per amare».

Nesli

Un augurio per una persona che inizia una nuova vita alla fine di una grande storia, Buona fortuna amore diventa anche l’invito per stare insieme un’ultima volta prima di dirsi addio. La canzone è emozionale e molto diretta.

Raf

Pianoforte e archi introducono la voce inimitabile di Raf che ci guida fino al crescendo del ritornello: Come una favola ha un testo molto immediato e romantico ed è un vero inno all’amore che «esiste anche al di là dei nostri limiti».

Anna Tatangelo

Terzo brano scritto da Kekko dei Modà, Libera («Come una nuvole nel vento» dice) è una ballata in cui Anna canta la pace e la libertà che tutti noi possiamo ritrovare con un abbraccio. Il suono è classico ma si macchia di elettronica.

Nina Zilli

Con uno stile soul che ricorda Alicia Keys e Amy Winehouse, Nina riporta a Sanremo le sonorità rétro che le stanno più a cuore. Sola è un blues in cui la Zilli riflette sulla necessità di essere felice anche dopo la fine di una relazione.