01 Gennaio 2014 | 14:36

Sanremo Story, 2001: Con la Carrà il Festival mette la retromarcia

LI Festival della Canzone Italiana – Teatro Ariston di Sanremo, 26-27 febbraio, 1-2-3 marzo 2001. Presenta Raffaella Carrà con Megan Gale e Massimo Ceccherini.. Organizzazione: Rai. Direzione artistica: Mario Maffucci CANZONI E ARTISTI IN GARA 1. Luce (Tramonti a nord est) (di Toffoli-Fornaciari) Elisa 2. Di sole e d’azzurro (di Fornaciari-Vergnaghi-Saggese) Giorgia 3. Questa nostra […]

 di

Sanremo Story, 2001: Con la Carrà il Festival mette la retromarcia

LI Festival della Canzone Italiana – Teatro Ariston di Sanremo, 26-27 febbraio, 1-2-3 marzo 2001. Presenta Raffaella Carrà con Megan Gale e Massimo Ceccherini.. Organizzazione: Rai. Direzione artistica: Mario Maffucci CANZONI E ARTISTI IN GARA 1. Luce (Tramonti a nord est) (di Toffoli-Fornaciari) Elisa 2. Di sole e d’azzurro (di Fornaciari-Vergnaghi-Saggese) Giorgia 3. Questa nostra […]

Foto: LI Festival della Canzone Italiana - Teatro Ariston di Sanremo, 26-27 febbraio, 1-2-3 marzo 2001. Presenta Raffaella Carrà con Megan Gale e Massimo Ceccherini.. Organizzazione: Rai. Direzione artistica: Mario Maffucci

CANZONI E ARTISTI IN GARA

1. Luce (Tramonti a nord est) (di Toffoli-Fornaciari) Elisa 2. Di sole e d'azzurro (di Fornaciari-Vergnaghi-Saggese) Giorgia 3. Questa nostra grande storia d'amore (di Golzi-Cassano) Matia Bazar 4. L'acrobata (di Zarrillo-Incenzo) Michele Zarrillo 5. Saluto l'inverno (di Turci-Consoli) Paola Turci 6. Anche tu (di Golzi-Cassano) Jenny B 7. Sono contento (di Alessandro Britti) Alex Britti 8. Tu che ne sai (di D'Agostino-D'Alessio) Gigi D'Alessio 9. Ciao Ninìn (di Fabio Concato) Fabio Concato 10. L'eterno movimento (di Laurex-Fulcheri) Anna Oxa 11. Pioverà (Habibi ené) (di Del Prete-Vitale-Faiella) Peppino di Capri 12. Il profumo del mare (di Bella-Mogol) Gianni Bella 13. Fantasticamenteamore (di Antonacci-Lanza) Syria 14. Mezze verità (di Dagani-Cellamaro) Sottotono 15. Bentivoglio Angelina (Kon tutto il mio amaro) (di De Leonardis-Montanari-Bianchi-Ricci-Facchini, A. e G. Costa) Quintorigo 16. L'assenzio (The Power of Nothing) (di Castoldi-Urbani) Bluvertigo Nuove Proposte 1. Stai con me (Forever) (di Borzi-Caterini-Nasuti) Gazosa 2. Maggie (di Di Franco-Moschetto-Zuppini) Moses 3. Turuturu (di Boccia-Caliendo) Francesco e Giada 4. Targato NA (di Spenillo-De Carmine) Principe e Socio M. 5. Promessa (di Angelosanti-Assolo-Quadraccia-Morettini-Massa-De Iaco- Zuccaro) Carlotta 6. Raccontami (di Renga-Iervolino) Francesco Renga 7. Ed io non ci sto più (di Roberto Zappy) Paolo Meneguzzi 8. Emily (di Carlo De Bei) Carlito 9. Luna (di Branca-Godi-Brera) XSense 10. Il Signor Domani (di Roberto Angelini) Roberto Angelini 11. Bocca (di Occhipinti-Gardella) Sara 6 12. Nascosto dietro un vetro (di Ferrantini-Cornetta-Sgreggia-Bazzoffi-Ferrantini) Velvet 13. Battiti (di Costa-Ligi) Stefano Ligi 14. Ho vinto un viaggio (di Anelli-Santori-Sementina) Riky Anelli 15. Quando io (di Paolo Milzani) Pincapallina 16. Grazie (di S. e G. Melis) Isola Song La clamorosa vittoria degli Avion Travel nel 2000, determinata dalla Giuria di qualità in aperto contrasto con le scelte della giuria popolare, porta a un cambiamento nel regolamento del Festival. Il vincitore della 51ª edizione sarà l’espressione del voto ponderato di tre giurie: demoscopica, di qualità, dei consumatori. Quest’ultima è composta da un campione di 300 consumatori abituali di musica, che nell’ultimo anno devono aver comprato almeno quattro dischi o assistito a due concerti. La conduzione del Festival è affidata per la prima volta a Raffaella Carrà, icona della televisione italiana, affiancata dalla modella australiana Megan Gale e dall’attore toscano Massimo Ceccherini. Enrico Papi, invece, conduce il Dopofestival. Canzoni e artisti in gara vengono selezionati da una commissione artistica (tra i membri, Pino Donaggio e il produttore Michele Centonze), mentre Gino Paoli presiede la Giuria di qualità di cui fanno parte Iva Zanicchi, Margherita Buy e altri sette personaggi della cultura e dello spettacolo. La prima serata riscuote il consenso della critica, ma solo per la qualità delle canzoni. Lo spettacolo televisivo, diretto da Sergio Japino, viene invece massacrato. Intanto cresce l’attesa per l’esibizione di Eminem, rapper bianco di Detroit la cui presenza, prevista per la seconda serata, è contestata da più parti per via del contenuto violento di quasi tutti i suoi testi. La Carrà minimizza introducendolo come se fosse uno dei casi di « Carramba, che sorpresa!»: «È un ragazzo che ha bisogno di affetto» dice. L’altro ospite internazionale della seconda serata è l’attore Russell Crowe nelle vesti di leader e cantante della band Thirty Odd Food of Grunts. La terza serata, vivacizzata dall’intervento comico di Fiorello, si conclude con Elisa e la sua «Luce (Tramonti a nord est)» in testa nella classifica della Giuria di qualità, e con Giorgia («Di sole e d’azzurro») al primo posto in quella dei consumatori. I primi vincitori del 51° Festival, nella sezione Giovani, vengono proclamati alla fine della quarta serata: sono i Gazosa («Stai con me forever»), rock band di adolescenti scoperta da Caterina Caselli. La finale vede protagonista l’attore spagnolo Antonio Banderas, chiamato all’ultimo momento per risollevare gli ascolti, ed Elisa, che vince il Festival davanti a Giorgia (la più votata dalla giuria popolare) e ai Matia Bazar. Nonostante le modifiche al regolamento, dunque, la giuria di qualità si è ancora una volta rivelata determinante per la scelta della canzone vincitrice. Nei negozi, invece, trionfa Gigi D’Alessio con l’album « Il cammino dell’età».

01 Gennaio 2014 | 14:36 di

LI Festival della Canzone Italiana – Teatro Ariston di Sanremo, 26-27 febbraio, 1-2-3 marzo 2001. Presenta Raffaella Carrà con Megan Gale e Massimo Ceccherini.. Organizzazione: Rai. Direzione artistica: Mario Maffucci

CANZONI E ARTISTI IN GARA

1. Luce (Tramonti a nord est) (di Toffoli-Fornaciari) Elisa
2. Di sole e d’azzurro (di Fornaciari-Vergnaghi-Saggese) Giorgia
3. Questa nostra grande storia d’amore (di Golzi-Cassano) Matia Bazar
4. L’acrobata (di Zarrillo-Incenzo) Michele Zarrillo
5. Saluto l’inverno (di Turci-Consoli) Paola Turci
6. Anche tu (di Golzi-Cassano) Jenny B
7. Sono contento (di Alessandro Britti) Alex Britti
8. Tu che ne sai (di D’Agostino-D’Alessio) Gigi D’Alessio
9. Ciao Ninìn (di Fabio Concato) Fabio Concato
10. L’eterno movimento (di Laurex-Fulcheri) Anna Oxa
11. Pioverà (Habibi ené) (di Del Prete-Vitale-Faiella) Peppino di Capri
12. Il profumo del mare (di Bella-Mogol) Gianni Bella
13. Fantasticamenteamore (di Antonacci-Lanza) Syria
14. Mezze verità (di Dagani-Cellamaro) Sottotono
15. Bentivoglio Angelina (Kon tutto il mio amaro) (di De Leonardis-Montanari-Bianchi-Ricci-Facchini, A. e G. Costa) Quintorigo
16. L’assenzio (The Power of Nothing) (di Castoldi-Urbani) Bluvertigo

Nuove Proposte

1. Stai con me (Forever) (di Borzi-Caterini-Nasuti) Gazosa
2. Maggie (di Di Franco-Moschetto-Zuppini) Moses
3. Turuturu (di Boccia-Caliendo) Francesco e Giada
4. Targato NA (di Spenillo-De Carmine) Principe e Socio M.
5. Promessa (di Angelosanti-Assolo-Quadraccia-Morettini-Massa-De Iaco- Zuccaro) Carlotta
6. Raccontami (di Renga-Iervolino) Francesco Renga
7. Ed io non ci sto più (di Roberto Zappy) Paolo Meneguzzi
8. Emily (di Carlo De Bei) Carlito
9. Luna (di Branca-Godi-Brera) XSense
10. Il Signor Domani (di Roberto Angelini) Roberto Angelini
11. Bocca (di Occhipinti-Gardella) Sara 6
12. Nascosto dietro un vetro (di Ferrantini-Cornetta-Sgreggia-Bazzoffi-Ferrantini) Velvet
13. Battiti (di Costa-Ligi) Stefano Ligi
14. Ho vinto un viaggio (di Anelli-Santori-Sementina) Riky Anelli
15. Quando io (di Paolo Milzani) Pincapallina
16. Grazie (di S. e G. Melis) Isola Song

La clamorosa vittoria degli Avion Travel nel 2000, determinata dalla Giuria di qualità in aperto contrasto con le scelte della giuria popolare, porta a un cambiamento nel regolamento del Festival. Il vincitore della 51ª edizione sarà l’espressione del voto ponderato di tre giurie: demoscopica, di qualità, dei consumatori. Quest’ultima è composta da un campione di 300 consumatori abituali di musica, che nell’ultimo anno devono aver comprato almeno quattro dischi o assistito a due concerti.

La conduzione del Festival è affidata per la prima volta a Raffaella Carrà, icona della televisione italiana, affiancata dalla modella australiana Megan Gale e dall’attore toscano Massimo Ceccherini. Enrico Papi, invece, conduce il Dopofestival. Canzoni e artisti in gara vengono selezionati da una commissione artistica (tra i membri, Pino Donaggio e il produttore Michele Centonze), mentre Gino Paoli presiede la Giuria di qualità di cui fanno parte Iva Zanicchi, Margherita Buy e altri sette personaggi della cultura e dello spettacolo.

La prima serata riscuote il consenso della critica, ma solo per la qualità delle canzoni. Lo spettacolo televisivo, diretto da Sergio Japino, viene invece massacrato. Intanto cresce l’attesa per l’esibizione di Eminem, rapper bianco di Detroit la cui presenza, prevista per la seconda serata, è contestata da più parti per via del contenuto violento di quasi tutti i suoi testi. La Carrà minimizza introducendolo come se fosse uno dei casi di « Carramba, che sorpresa!»: «È un ragazzo che ha bisogno di affetto» dice.

L’altro ospite internazionale della seconda serata è l’attore Russell Crowe nelle vesti di leader e cantante della band Thirty Odd Food of Grunts. La terza serata, vivacizzata dall’intervento comico di Fiorello, si conclude con Elisa e la sua «Luce (Tramonti a nord est)» in testa nella classifica della Giuria di qualità, e con Giorgia («Di sole e d’azzurro») al primo posto in quella dei consumatori.

I primi vincitori del 51° Festival, nella sezione Giovani, vengono proclamati alla fine della quarta serata: sono i Gazosa («Stai con me forever»), rock band di adolescenti scoperta da Caterina Caselli. La finale vede protagonista l’attore spagnolo Antonio Banderas, chiamato all’ultimo momento per risollevare gli ascolti, ed Elisa, che vince il Festival davanti a Giorgia (la più votata dalla giuria popolare) e ai Matia Bazar. Nonostante le modifiche al regolamento, dunque, la giuria di qualità si è ancora una volta rivelata determinante per la scelta della canzone vincitrice. Nei negozi, invece, trionfa Gigi D’Alessio con l’album « Il cammino dell’età».