02 Febbraio 2015 | 10:31

Super Bowl 2015: Katy Perry vs Beyoncé

Le regine del pop a confronto nelle due edizioni del Super Bowl 2015 e 2013, con i nostri voti

 di Valentina Cesarini

Super Bowl 2015: Katy Perry vs Beyoncé

Le regine del pop a confronto nelle due edizioni del Super Bowl 2015 e 2013, con i nostri voti

Foto: Katy Perry Super Bowl 2015 - finale  - Credit: © AKM-GSI / Splash News

02 Febbraio 2015 | 10:31 di Valentina Cesarini

Il Super Bowl anche quest'anno non ha deluso. Con l'halftime show di Katy Perry (che ha visto come lo scorso anno il producer Ricky Kirshner, il regista Hamish Hamilton e lo sponsor Pepsi) ricco di fuochi d'artificio, colori, scenografie spettacolari e ospiti d'eccezione (Lenny Kravitz e Missy Elliott), si aggiudica un voto alto.

Ma qualcuno per caso si ricorda quello nel 2013 di Beyoncé? Ecco a confronto le due performance con le nostre pagelle.

  1. L'entrata in scena

Katy Perry sceglie di esordire sul palco del Super Bowl 2015 tenendo le redini di un gigantesco leone dagli occhi rossi: spavalda e vestita di fiamme attraversa uno stuolo di palloni illuminati di arancione (tenuti in alto da persone) e intona la sua Roar. 
Voto: 7 ½

Beyoncé nel 2013 si fa precedere da una vampata di fuoco che va a definire prima il perimetro del suo volto (raddoppiato) e poi della sua figura intera. Una scenografia esplosiva introdotta da qualche nota di Run the world (Girls) e interrotta dai primi versi di Love on top. 
Voto: 8

  1. La potenza della voce

Katy Perry realizza un'ottima performance. Non sbaglia un colpo, ma allo stesso tempo non emoziona così tanto. La vediamo in questo video mentre interpreta Teenage Dream.
Voto: 8

Beyoncé intona qualsiasi brano facendo letteralmente accapponare la pelle. Col suo timbro black e la punteggiatura vocale tipica della vecchia scuola soul non riesce ancora ad avere rivali nel panorama pop contemporaneo.
Voto 9

  1. Gli ospiti

Questa volta Katy ha vinto tutto. Se già con un Lenny Kravitz d'annata ci aveva convinto, la scelta di portare sul palco la regina dell'hip hop al femminile per eccellenza Missy Elliott è stata geniale. Dove Katy Perry manca di incandescenza arriva Melissa (vero nome di Missy Elliott, ndr) a sbaragliare tutto e tutti.
Voto: 9

Beyoncé nel 2013 prende la decisione più scontata ma nostalgica che possa: rimettere insieme le pantere Destiny's Child. L'esibizione è potente, emozionante. Tutti i fan del primo periodo vanno in visibilio, ma diciamocelo... ti piace vincere facile.
Voto: 7

  1. Le coreografie

Katy Perry non si può definire una ballerina nata. È di sicuro un'artista brillante, affascinante e divertente, ma quando si deve pensare alla coreografia per un suo show bisogna dosare bene la difficoltà dei passi. 
Voto: 6 ½

Beyoncé non sbaglia una mossa. Mai. Nel 2013 regala al pubblico del Super Bowl un concentrato di movimenti ed espressioni che fa subito il giro del web sottoforma di gif animate. Coreografie come sempre complesse, tratte da tutti i suoi video musicali e precedenti show, riviste appositamente per l'occasione e interpretate alla perfezione.
Voto: 9 ½

  1. L'uscita di scena

Katy Perry vola via su una stella cometa iridiscente cantando Firework. Lo show si conclude con il tocco finale di kitsch e spettacolarità, corredato da... indovinate cosa? Fuochi d'artificio (in inglese firework, ndr). 
Voto: 8 ½

Beyoncé due anni prima fa una scelta meno sensazionale e più emotiva. Intonando uno dei suoi pezzi più struggenti - Halo - ci regala un finale intenso mentre si siede al bordo del palco, quasi tra le braccia dei fan. 
Voto: 8 ½

Una foto pubblicata da Eileena (@elynaaqua) in data:




RISULTATO FINALE A CONFRONTO

Katy Perry: 7,9
Beyoncé: 8,4