06 Maggio 2013 | 01:53

Flashback! Ascolta e guarda la classifica dei 45 giri più venduti in Italia 25 anni fa

Da oggi il nostro Flasback! cambia volto: scavando nei nostri archivi ritroveremo alcuni numeri storici di Sorrisi e riascolteremo i 45 giri (quelli che oggi chiamiamo singoli) più venduti di quella settimana. Partiamo con il Sorrisi 19 del 1988...

 di

Flashback! Ascolta e guarda la classifica dei 45 giri più venduti in Italia 25 anni fa

Da oggi il nostro Flasback! cambia volto: scavando nei nostri archivi ritroveremo alcuni numeri storici di Sorrisi e riascolteremo i 45 giri (quelli che oggi chiamiamo singoli) più venduti di quella settimana. Partiamo con il Sorrisi 19 del 1988...

Foto: 100189_1 SIRIO_Mondadori 142 192 300 1678 2270 RGB Riproduzioni COPERTINE Tv sorrisi e canzoni TELEGATTO Servizi AME_2003_2308 Diritti Mondadori Statuetta del premio. COPERTINA TVSC 19/88 * 1988 GRAN GALA' DELLA TV PREMI TELEGATTO

06 Maggio 2013 | 01:53 di

Da questa settimana, il nostro Flashback! cambia volto: scavando nei nostri archivi ritroveremo alcuni numeri storici di Sorrisi e riascolteremo i 45 giri (quelli che oggi chiamiamo singoli) più venduti di quella settimana.

Partiamo con il Sorrisi 19 del 1988, esattamente 25 anni fa. In copertina del numero il leggendario Telegatto per annunciare la quinta edizione del «Gran Premio Internazionale della Tv». Nel giornale, tra i servizi: le candidature ai Telegatti (condotti da Mike Bongiorno e Gabriella Carlucci), il film per la tv su Napoleone, il ritorno del telefilm sull’Incredibile Hulk e pagine dedicate a Cher, fresca vincitrice dell’Oscar, e a Gianluca Vialli.

Ecco la Top 10 dei 45 giri di quella settimana. E per chi è iscritto a Spotify, in fondo all’articolo, c’è la possibilità di ascoltare in streaming le prime 20 posizioni.

10. Renzo Arbore – «Sì, la vita è tutt’un quiz»

Due mesi dopo l’ultima puntata di «Indietro tutta!», trasmessa da Raidue l’11 marzo 1988, la sigla iniziale del geniale show di Renzo Arbore (autore del testo mentre la musica è di Claudio Mattone) resiste nella Top 10.

9. Eighth Wonder – «I’m not scared»

Scritta e prodotta dai Pet Shop Boys, questa canzone è il penultimo successo della band di Pasty Kensit. Qualche mese dopo entrerà in Top 10 «Cross My Heart», nel 1989 lo scioglimento.

8. Rick Astley – «Together Forever»

Esploso nell’autunno del 1987 con «Never Gonna Give You Up», Rick Astley infila un successo dopo l’altro, tutti prodotti dalla premiata ditta Stock-Aitken-Waterman. «Together Forever», che arriva al primo posto anche negli Stati Uniti, è il quarto.

7. A-ha – «Stay On These Roads»

Nei tre anni trascorsi dal successo planetario di «Take On Me», il trio norvegese ha dimostrato di non essere una meteora del pop. Nel 1987 hanno anche avuto l’onore di incidere «The Living Daylights», la canzone di «007 – In zona pericolo”, il 15° film di James Bond. Con la raffinata «Stay On These Roads» fanno di nuovo centro. Si scioglieranno definitivamente alla fine del 2010.

6. Ricchi e Poveri – «Nascerà Gesù»

In questa Top 10 d’inizio maggio sono ancora presenti quattro brani lanciati al Festival di Sanremo. Quello dei Ricchi e Poveri (scritto da Umberto Balsamo) si è classificato nono all’Ariston.

5. Guesch Patti – «Etienne»

Hit nata in Francia e poi dilagata in tutta Europa, compresa l’Italia, la provocatoria canzone di Guesch Patti si trova a metà classifica ma il culmine del successo lo ha vissuto tre mesi prima.

4. Paul McCartney – «Once upon a long ago»

McCartney, ospite a Sanremo 88 il giorno dopo l’esibizione di George Harrison, sfiora il podio con uno degli inediti della raccolta «All The Best», uscita alla fine del 1987.

3. Massimo Ranieri – «Perdere l’amore»

La canzone che ha rilanciato la carriera musicale di Massimo Ranieri è ancora sul podio due mesi dopo il trionfo a Sanremo. Scritta da Giampiero Artegiani e Marcello Marrocchi, era stata presentata un anno prima da Gianni Nazzaro, ma i selezionatori del Festival l’avevano scartata. Venticinque anni dopo è considerata un classico della canzone italiana.

2. Tullio De Piscopo – «Andamento Lento»

Che Sanremo 88 sia stato un grande successo discografico è provato anche dalla popolarità raggiunta dal brano del percussionista napoletano, solo 18° all’Ariston ma ai primissimi posti nelle vendite.

1. Luca Barbarossa – «L’amore rubato»

Andare a Sanremo con un brano che racconta una violenza carnale si è rivelata una scelta vincente per il cantautore romano. Terzo al Festival, primo nella classifica dei 45 giri più venduti. Con il brano della facciata B, «Vivo» (poi diventata «Ti scrivo»), Barbarossa andrà all’Eurofestival (gli italiani impareranno a chiamarlo Eurovision Song Contest nel 2011) classificandosi al 12° posto a pari punti con la Svezia.

*Nota: alcuni brani della classifica non sono presenti su Spotify