02 Aprile 2009 | 17:48

Vasco parla del «suo» primo maggio: «Restituirò un po’ di quello che ho ricevuto»  

Vasco Rossi ha scelto il palco del concertone come unica esibizione live per quest’anno. Dopo 10 anni il rocker di Zocca torna in Piazza San Giovanni a Roma dove si esibirà con la sua band per 45 minuti e per l’occasione ha scritto una lettera ideale al 1° maggio in cui parla anche dell’attuale crisi […]

 di

Vasco parla del «suo» primo maggio: «Restituirò un po’ di quello che ho ricevuto»  

Vasco Rossi ha scelto il palco del concertone come unica esibizione live per quest’anno. Dopo 10 anni il rocker di Zocca torna in Piazza San Giovanni a Roma dove si esibirà con la sua band per 45 minuti e per l’occasione ha scritto una lettera ideale al 1° maggio in cui parla anche dell’attuale crisi […]

02 Aprile 2009 | 17:48 di

Vasco Rossi (Foto Kika Press & Media)
Vasco Rossi (Foto Kika Press & Media)

Vasco Rossi ha scelto il palco del concertone come unica esibizione live per quest’anno. Dopo 10 anni il rocker di Zocca torna in Piazza San Giovanni a Roma dove si esibirà con la sua band per 45 minuti e per l’occasione ha scritto una lettera ideale al 1° maggio in cui parla anche dell’attuale crisi economica e che recita così: «Caro 1° maggio, sono felice di partecipare anch’io quest’anno alla festa. Per me è un “ritorno”. Sono passati 10 anni da quando mi accogliesti tra le tue braccia rock. Ne è passata di acqua sotto i ponti. Per me è andata sempre bene e torno con riconoscenza. Peccato che per il nostro Paese non si possa dire altrettanto. Non vedo un bel clima in giro. La crisi economica e, soprattutto, la difficoltà per molti di arrivare a fine mese. Ma anche le conquiste di libertà e convivenza civili, faticosamente raggiunte negli ultimi decenni, rimesse in discussione, addirittura a rischio di annullamento. Non tira una bella aria e non è certo il mondo che vorrei. Non mi occupo di politica e “governare” tra l’altro è un termine che non ho mai gradito. Tu sai quanta importanza hanno per me le parole. Si dovrebbe dire “amministrare”. Sarebbe più corretto. Dalle mie parti per “governare” s’intende accudire gli animali. Ma “noi” – conclude Vasco Rossi – siamo qui per portarti un po’ di gioia. Questo, per me, è il momento della solidarietà. Vorrei restituire un po’ di quello che ho ricevuto. Sarà una splendida giornata. Vasco Rossi». Il cantante ha deciso inoltre di offrire 100mila euro per finanziare la raccolta fondi istituita a favore degli orfani delle vittime sul lavoro. In un ruolo del tutto inedito, a presentare la manifestazione organizzata dai tre sindacati confederati, sarà Sergio Castellitto che avrà il compito di tenere le redini del Concerto il cui tema artistico sarà il titolo di una canzone di Vasco Rossi, «Il mondo che vorrei». In merito alla sua presenza l’attore ha dichiarato che: «La grandezza del concertone è che si autopresenta, io sarò il filo rosso che terrà insieme i passaggi musicali. Il primo maggio non è un evento tv – ha aggiunto – ma della piazza». E a proposito della crisi economica ha aggiunto: «non esiste gesto più politico e sociale dell’arte. Questo è uno dei motivi per cui ho accettato di condurre il concerto».